Formula 1: Schumacher può vincere in Canada

Formula 1: Michael Schumacher parla del prossimo Gran Premio del Canada e si mostra fiducioso in una bella prestazione sua e della Mercedes GP

da , il

    Michael Schumacher ha probabilmente capito che non potrà lottare per il titolo mondiale in questa stagione 2010 di Formula 1. Gli è rimasto, allora, un altro obiettivo: vincere almeno un Gran Premio. Benché non sia ancora mai riuscito a salire sul podio, il pilota Mercedes indica il Gran Premio del Canada come l’occasione giusta. Non è una questione di competitività crescente della sua monoposto quanto di opportunità: il circuito di Montreal ha caratteristiche particolari e può premiare anche un outsider senza più ruggine addosso come l’ex-ferrarista.

    MICHAEL SCHUMACHER. Se corri in Canada, basta una safety car al momento giusto o un patatrac di chi ti sta davanti (vedi il “muro dei campioni”) per trovarti sopra al gradino più alto del podio. Schumacher lo sa bene e per il prossimo GP prova a vedere ultrapositivo:“Il circuito è molto veloce e stiamo lavorando proprio su questo punto. Noi non siamo ancora al top ma cercheremo di ottenere il massimo risultato possibile. La vittoria? Perché no!”, ha detto il sette volte campione del mondo.

    NICO ROSBERG. L’ottimismo contagia anche il compagno di squadra:“La caratteristiche della nostra macchina dovrebbero adattarsi bene a questo tipo di tracciato. Noi presenteremo alcuni aggiornamenti importanti, è una pista diversa da Istanbul per cui abbiamo molte aspettative importanti qui”.

    MERCEDES GP. La macchina sarà la stessa vista in Turchia ma un elemento nuovo ci sarà: si tratta dell’F-Duct. Il sistema ha fino ad ora disatteso le speranze ma per i lunghissimi rettilinei di Montreal sarà pronta una versione riveduta e corretta che potrebbe consentire un bel salto di qualità alle MGP W01. “Quando l’F-Duct funziona a dovere hai due vantaggi: carico nelle curve e velocità sul dritto - ha ricordato Ross Brawnmentre noi non abbiamo ancora sufficiente velocità di punta. Ci vuole tempo ed esperienza per capire come sfruttare al meglio questo sistema”. Gli uomini Mercedes credono che un altro punto a loro favore sarà il fantastico motore che equipaggia le loro monoposto e che fa sognare in grande anche la McLaren mentre preoccupa chi non ce l’ha: Red Bull su tutti.