Formula 1 stagione 2008: statistiche

Numeri, record e statistiche della stagione 2008 di Formula 1 nella quale Lewis Hamilton si è laureato campione ma Felipe Massa ha ottenuto il maggior numero di vittorie, il maggior numero di giri al comando e la media più avanzata in qualifica

da , il

    A stagione ultimata, prendiamo numeri, record e statistiche per fare un bilancio complessivo dell’annata 2008 della Formula 1. Scopriremo chi ha completato il maggior numero di giri, chi li ha fatti più di tutti in testa, chi è partito più avanti in griglia, chi è stato coinvolto in più incidenti… E tanto altro.

    TITOLO MONDIALE. Per la seconda volta consecutiva, il titolo è stato assegnato per un solo punto. Il mondiale più combattuto della storia resta quello del 1984 dove Lauda batté Prost per appena mezza lunghezza. Se Hamilton non fosse riuscito a superare Glock, però, il record sarebbe andato alla stagione 2008 dove Massa avrebbe eguagliato in classifica il pilota McLaren ma si sarebbe aggiudicato l’alloro grazie al maggior numero di successi stagionali (6 contro 5). Come abbiamo avuto modo di verificare anche nelle settimane scorse, Massa sarebbe stato campione del mondo anche nel caso in cui si fosse applicato il sistema di punteggi pre-2003 (10-6-4-3-2-1). E’ la prima volta che non vi è coincidenza di verdetto tra vecchio e nuovo modello di punti.

    GRIGLIA DI PARTENZA. Sebbene Hamilton abbia una pole position in più di Massa, è il brasiliano quello partito più avanti di tutti nei 17 Gran Premi. Il ferrarista ha una media di 2,94 vale a dire poco meno di una terza posizione. Dietro di lui si piazzano nell’ordine Hamilton con 3,89, Raikkonen e Kovalainen con 4,39, Robert Kubica con 5,83 (su di lui pesano le ultime due pessime qualifiche), Alonso con 7,00 e Trulli con 7,61 per quanto riguarda i migliori. Oltre ai già citati, solo Webber e Vettel sono riusciti a partire almeno una volta tra i primi 3. Il peggiore, invece, è Sutil con una media di 19,17. Praticamente (quasi) sempre ultimo.

    MEDIA PUNTI PER GARA. Questa statistica spiega molto bene l’andamento della stagione. Ovviamente la media punti più alta per ciascuna gara spetta ad Hamilton in quanto vincitore del mondiale. Il pilota McLaren è a 5,44 contro i 5,39 di Massa. Se si prendono, invece, solo le gare concluse, la situazione si capovolge e Massa supera Hamilton 6.06 a 5.76.

    GIRI AL COMANDO. Sono 15 i piloti che almeno una volta sono stati in testa ad un Gran Premio nel 2008. Si tratta di un record che eguaglia quelli degli anni 1954, 1956, 1957, 1960 e 1975. Come mostra la classifica, Felipe Massa è anche qui davanti a tutti. Il ferrarista ne ha completati il 20% in più di Hamilton, oltre il 50% in più del terzo, Kimi Raikkonen, e addirittura oltre l’80% del quarto Robert Kubica.

    1. Felipe Massa 363 giri al comando

    2. Lewis Hamilton 294 … “

    3. Kimi Raikkonen 178 … “

    4. Robert Kubica 68 … “

    5. Fernando Alonso 62 … “

    6. Sebastian Vettel 49 … “

    7. Heikki Kovalainen 31 … “

    8. Nick Heidfeld 21 … “

    9. Nelson Piquet Jnr 13 … “

    10. Jarno Trulli 13 … “

    11. Nico Rosberg 11 … “

    12. Rubens Barrichello 7 … “

    13. Timo Glock 3 … “

    14. Sebastien Bourdais 3 … “

    15. David Coulthard 1 … “

    RITIRI E GIRI COMPLETATI. Con 7 abbandoni per incidente, Nelson Piquet è stato il pilota più pasticcione del 2008. Lo seguono Coulthard, Fisichella e Sutil a 5 e la coppia Vettel-Bourdais a 4. Heidfeld, Kovalainen e Trulli sono gli unici a quota zero. Sul fronte degli sfortunati che si sono ritirati per guasti meccanici, invece, padroneggia Sutil con 5 gare concluse prematuramente. Dietro di lui a 3 troviamo Trulli, Kovalainen e Barrichello. Senza noie meccaniche Hamilton, i due della BMW Sauber, Nakajima, Coulthard e Bourdais. In conseguenza di ciò, la classifica dei giri completati vede svettare Nick Heidfeld e Robert Kubica. Soprattutto il tedesco, se non avesse concluso 4 giri dietro a Monaco e 1 ad Interlagos, avrebbe coperto tutte e 1117 tornate previste nel mondiale 2008.

    1. Nick Heidfeld 1,112 giri completati

    2. Robert Kubica 1,084 … “

    3. Nico Rosberg 1,068 … “

    4. Lewis Hamilton 1,065 … “

    5. Felipe Massa 1,057 … “

    6. Kimi Raikkonen 1,042 … “

    7. Kazuki Nakajima 1,024 … “

    8. Heikki Kovalainen 1,011 … “

    9. Jarno Trulli 1,010 … “

    10. Fernando Alonso 1,000 … “

    11. Mark Webber 998 … “

    12. Rubens Barrichello 987 … “

    13. Timo Glock 950 … “

    14. Jenson Button 936 … “

    15. Sébastien Bourdais 887 … “

    16. David Coulthard 812 … “

    17. Sebastian Vettel 810 … “

    18. Giancarlo Fisichella 810 … “

    19. Nelson Piquet Jnr 776 … “

    20. Adrian Sutil 687 … “

    PRIME VOLTE. La stagione 2008 è stata caratterizzata anche dalle molte “prime volte” e dai numerosi record di gioventù. Hamilton, infatti, è stato il pilota più giovane a portarsi a casa il mondiale mentre Vettel è stato il più precoce vincitore e poleman della storia grazie alla sua grande performance nell’allagata Monza. Non si contano, inoltre, i record dei podio con la minore età media di sempre. Oltre al tedesco della Toro Rosso, anche Robert Kubica ed Heikki Kovalainen hanno colto le loro prime vittorie in carriera. Come nel 2003 quando toccò a Raikkonen, Fisichella e Alonso, quindi, sono stati 3 i nomi nuovi dei saliti almeno una volta sul gradino più alto del podio. Il record per la stagione più ricca in questo senso spetta al 1982 dove le prime volte furono addirittura 5 grazie alle imprese di Riccardo Patrese, Patrick Tambay, Elio de Angelis, Keke Rosberg e Michele Alboreto

    Non solo piloti, però. Ci sono anche 2 team che hanno conosciuto l’ebrezza del primo posto: BMW Sauber e Toro Rosso. Non accadeva dal 1979 con Williams e Renault. Il fatto è ancor più eclatante se si considera che, da allora ad oggi, solo altri 3 team hanno festeggiato la loro prima vittoria: Benetton, Jordan e Stewart.

    VARIE. Nick Heidfeld ha concluso come classificato tutte le 28 gare a partire dal GP di Francia del 2007. Il suo è un record assoluto che potrà incrementare a partire dal GP d’Australia del 2009. La BMW, infatti, ha registrato solo due ritiri in questa stagione, eguagliando il record segnato dalla Ferrari nel 2004. A proposito di Ferrari, Kimi Raikkonen ha portato a casa per 10 volte il giro più veloce in gara raggiungendo il suo record del 2005 e quello di Michael Schumacher del 2004.