Formula 1: Todt dice sì ai test dal 2012

Formula 1: il presidente della FIA Jean Todt annuncia che dal prossimo anno ritorneranno i test! Al tempo stesso ribadisce che dal 2013 ci saranno i nuovi motori turbo che la Ferrari sta criticando da mesi

da , il

    formula 1 jean todt

    Cosa bolle in pentola per il futuro della Formula 1? Dal punto di vista sportivo ci sono due grandi temi. Il primo, già noto, riguarda i motori turbo 4 cilindri, ecologici e a basso consumo, che faranno il loro ingresso a partire dalla stagione 2013. Jean Todt, presidente della FIA, ha parlato a lungo con i team di F1 riuscendo a convincere, pare, anche i più scettici come quelli della Ferrari. Il secondo aspetto, questo veramente nuovo, è il ritorno dei test dal 2012. Che sia un contentino dato a Montezemolo per fargli accettare i nuovi motori?

    TEST F1 2012. Dal 2012 ci sarà la possibilità di effettuare i test di Formula 1 anche nel corso della stagione. I più polemici ne confronti di questo divieto sono stati gli uomini Ferrari. Montezemolo ha più volte dichiarato:“E’ un assurdo. La F1 senza test è come uno sport nel quale sono vietati gli allenamenti!” Come dargli torto? In un momento di crisi economica, però, per tenere bassi i costi è stato deciso di scendere in pista il meno possibile. “E’ una decisione stupida non fare test durante la stagione”, ha recentemente affermato Jean Todt aprendo di fatto il dibattito. “Troppi test non vanno bene. Ma anche il divieto assoluto è sbagliato - ha aggiunto il presidente della FIA – Non permette ai giovani piloti di provare, non dà l’opportunità a giovani piloti di fare esperienza in F1 e faro’ in modo che questa situazione cambi in futuro”. Il francese ha ammesso che avrebbe voluto fare qualcosa già per il 2011 ma che non ci sono stati margini. Per il 2012, però, aspettiamoci qualche importante novità su questo delicato fronte.

    MOTORI F1 2013. La Ferrari esulta per il tanto atteso ritorno dei test, da sempre suo punto di forza, ma deve subito affrontare una decisione che, invece, va contro i suoi interessi. I motori V4 turbo di piccola cilindrata ci saranno. Dal 2013. Così come annunciato da tempo. Nessun ripensamento da parte di Jean Todt:“Nel 2013 avremo una nuova regola per i motori. Nulla è cambiato. La decisione è stata votata a suo tempo anche con l’approvazione della Ferrari”, ha ribadito il capo della Federazione.