Formula 1: Trulli nei guai, la Lotus è copiata!

Formula 1: Trulli nei guai, la Lotus è copiata!

Formula 1: la Force India accusa ufficialmente la Lotus di aver copiato il proprio progetto

da in Force India, Formula 1 2017, Jarno Trulli, Lotus F1, Vijay Mallya
Ultimo aggiornamento:

    Questo argomento era già saltato fuori nello scorso inverno. La Force India è inferocita con la Lotus dell’ex Mike Gascoyne in quanto ritiene che la scuderia che riporta in Formula 1 lo storico marchio inglese abbia “rubacchiato” alcuni dati della galleria del vento per realizzare e sviluppare la monoposto che ha debuttato nella stagione 2010 d F1. Stando a quanto riportato dagli indiani, le prove in loro possesso sarebbero schiaccianti. Il punto d’unione è la medesime galleria del vento, peraltro italiana, utilizzata da entrambe le scuderie.

    FORCE INDIA. La Force India ha accusato ufficialmente la Lotus di aver violato la proprietà intellettuale del suo progetto e, pertanto, ha avviato un procedimento civile presso l’Alta Corte britannica. Fossimo nel 2007 parleremo di spy-story. Stavolta, però, la faccenda pare molto più semplice e le prove, stando a Vijay Mallya, inconfutabili. In sostanza, la Malaysia Racing Team Sdn Bhd, vale a dire la società che ha riportato in F1 il marchio Lotus, si sarebbe appropriata dei dati Force India nel momento in cui Mike Gascoyne avrebbe utilizzato la galleria del vento dell’italiana Aerolab SRL. Galleria del vento utilizzata anche dagli indiani.

    Lì, il team debuttante, avrebbe reperito dati sulla monoposto e avrebbe utilizzato pneumatici Bridgestone dedicati, senza autorizzazione.

    LOTUS F1. Mike Gascoyne ha lavorato fino al 2009 in Force India ed ha utilizzato proprio la galleria del vento dell’Aerolab per sviluppare la monoposto. La Lotus T127, però, non ha nulla a che fare con ciò. Questo è quanto comunicato dalla stessa Aerolab che smentisce di aver avuto una condotta scorretta ed anzi accusa la Force India di “serie e persistenti violazioni del contratto”. Più chiaramente, pare che la squadra di Mallya debba ancora delle somme di denaro al gruppo italiano. Secondo alcuni questa mossa non è altro che un modo per chiudere la vicenda senza sborsare un euro!

    JARNO TRULLI. Piova sul bagnato per Jarno Trulli. Rimasto orfano della Toyota, il talento di casa nostra, anziché fare un definitivo salto di qualità come era lecito per un pilota della sua esperienza, si è dovuto declassare ad un team della “Serie B” della Formula 1. Dopo mesi di grandissime difficoltà, il pescarese cominciava di nuovo a far sfoggio del proprio ottimismo grazie ad una sensibile crescita prestazione della sua monoposto. Lo sforzo fatto, però, potrebbe essere per l’ennesima volta vano se il suo team dovesse trovarsi a fronteggiare beghe di tipo legale oltre alle già tante di tipo tecnico con le quali si confronta ad ogni GP!

    476

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Force IndiaFormula 1 2017Jarno TrulliLotus F1Vijay Mallya