Formula 1: Webber mai stato migliore di Vettel?

Formula 1: le ultime due prestazioni di Sebastian Vettel al di sotto del livello di Mark Webber potrebbe avere una spiegazione che va al di là dei meriti dell'australiano

da , il

    Formula 1: Webber e Vettel

    Avevamo celebrato la seconda vittoria consecutiva di Mark Webber non tanto come la nascita di una nuova stella nel firmamento della Formula 1 quanto, piuttosto, come un inspiegabile passo falso per Sebastian Vettel. Il tedesco era andato fortissimo nelle prime gare della stagione salvo poi accodarsi stranamente dietro all’australiano quando sono arrivati Gran Premi come Barcellona e Montecarlo, letteralmente dominati dalla scuderia Red Bull. Dalla sede del team arriva una spiegazione che potrebbe ristabilire le giuste gerarchie: il telaio della vettura di Vettel era danneggiato e sarà cambiato per il GP di Turchia.

    GP TURCHIA F1. Vedremo se ad Istanbul Sebastian Vettel sarà di nuovo davanti a Mark Webber. Se andrà meglio degli ultimi due GP, vorrà dire che hanno avuto ragione gli uomini Red Bull a cambiargli il telaio poiché danneggiato. Effettivamente la supremazia del pilota australiano è sembrata agli osservatori inspiegabile dato che Vettel aveva dimostrato un qualcosa in più. Ad onor del vero, va ricordato che Webber è riuscito a fare meglio del compagno di squadra anche in qualche gara del 2009. Allora, però, il fresco vincitore del GP di Monaco non riuscì mai ad entrare seriamente in corsa per il titolo mondiale a causa di una grave incostanza di rendimento. In tal senso, il GP in programma domenica 31 maggio ad Istanbul è cruciale per capire se è arrivato anche per lui un fondamentale cambio di mentalità.

    RED BULL. Webber e Vettel occupano a pari merito la prima posizione nella classifica piloti. L’australiano è davanti al tedesco grazie ad una vittoria in più (i confronto è di due successi contro uno). Anche sul fronte dei costruttori la vettura di Adrian Newey è in vetta davanti a McLaren e Ferrari. Sebbene la pattuglia di rivali sia piuttosto nutrita, uno degli uomini di punta del Gruppo Red Bull, Helmut Marko, bada al sodo ed indica nei soli Fernando Alonso e Lewis Hamilton i rivali da prendere in considerazione. Sono segati alla grande Jenson Button, Felipe Massa, Nico Rosberg e Michael Schumacher:“Ci sono due persone che temiamo nel mondiale. Sono Fernando Alonso, perche’ e’ al top della sua forma, e Lewis Hamilton. Quello che fanno gli altri non ci interessa molto,” ha ammesso l’austriaco denotando idee molto chiare. E tranquillamente condivisibili.

    Foto: gpupdate.net