Formula E 2016-2017: piloti, team e regolamento

Nasce la Formula E 2014

da , il

    La stagione della Formula E 2016-2017 è ai nastri di partenza. L’attesa è ormai finita e dal 9 Ottobre scatterà il campionato delle monoposto completamente elettriche. Il mondiale sarà composto da dodici Gran Premi che si disputeranno in giro per il Mondo. Dopo la gara inaugurale di Hong Kong si volerà in Marocco per il primo storico E-Prix nel continente africano. Dopo due tappe nell’america latina ci saranno gli eventi clou europei a Parigi, Montecarlo, Berlino e Bruxelles. Il Gran finale sarà composto da due doppi appuntamenti: prima New York poi Montreal. Il campione del mondo Sebastien Buemi è pronto a difendere il titolo e dovrà vedersela, oltre che con il solito Lucas Di Grassi anche con il tre-volte campione del mondo WTCC, Josè “Pechito” Lopez. Il pilota argentino è stato ingaggiato dalla Citroën DS Virgin e sarà alla guida della DS-Virgin DSV 02 e farà coppia con Sam Bird.

    Regolamento

    Al via della stagione 2016/2017 ci saranno 10 team e 20 piloti pronti a darsi battaglia per la conquista del titolo iridato. Per quanto riguarda il regolamento sono state apportate delle importanti novità: aumentata a 230 kg il peso massimo delle batterie fornite dalla Williams, il limite di peso minimo per le vetture sarà abbassato da 888 a 880 kg, la quantità consentita di rigenerazione sarà aumentata a 150 KW (rispetto ai 100 KW precedenti) e la potenza utilizzabile in gara sarà di 200 KW. Ci sarà una nuova ala anteriore e la Michelin, fornitore unico degli pneumatici, fornirà una nuova gomma più performante. Il format del Mondiale sarà quello della passata stagione ossia molto simile a quello della Formula 1. Ogni Gran Premio avrà due sessioni di prove libere mattutine, le qualifiche con i piloti suddivisi in 5 gruppi e la Superpole con i migliori di ogni raggruppamento a giocarsi la pole position e la gara. La Formula E, rispetto alla F1, disputerà tutte le sessioni nella stessa giornata (il sabato), per ridurre al minimo i costi e creare il minor disagio possibile alla città ospitante. Ricordiamo inoltre che le gare saranno tutte cittadine, dureranno un massimo di 50 minuti e ci sarà l’obbligo di un pit-stop, durante il quale il pilota dovrà cambiare la monoposto per salire su di un’altra “carica”. Il cambio dei pneumatici sarà concesso solo in caso di foratura. Infine il punteggio è identico a quello riservato alla F1 con l’aggiunta di 3 punti extra per chi conquista la pole position e da quest’anno un solo punto per chi firma il ‘giro veloce’ in gara rispetto ai 2 della scorsa annata. Di seguito troverete le 10 Scuderie che si sfideranno nel Mondiale di Formula E 2016-2017.

    10. JAGUAR PANASONIC RACING

    Jaguar

    La grande novità della terza stagione è l’entrata in gioco della prestigiosa Jaguar. La scuderia britannica, dopo anni di assenza dal motorsport, rientra e lo fa con una propria monoposto la Jaguar I-Type 1. Alla guida delle vetture inglesi ci saranno Adam Carroll e Mitch Evans. Questi due piloti saranno degli esordienti nella categoria ma hanno nel proprio curriculum tanta esperienza. Adam Carroll, britannico classe 1982, ha corso in passato in GP2, vinto nel 2009 la serie A1 Grand Prix e nelle ultime stagioni è stato impegnato nel British GT. Mitch Evans, neozelandese classe 1994, ha avuto diverse esperienze nelle GP2 e nella GP3 europea, dove vinse il titolo nel 2012.

    9. TECHEETAH RENAULT

    techeetah

    Oltre alla Jaguar, l’altra new-entry della terza stagione è la Techeetah. La scuderia cinese, dopo aver acquistato il Team Aguri, ha deciso di fare subito le cose in grande acquistando anche il powertrain Renault, il migliore della passata stagione. I due piloti titolari saranno Jean Eric Vergnè e Ma Quing Hua. Il francese, classe 1990, arriva da due stagioni altalenanti con la Citroen DS Virgin e cerca riscatto, mentre Ma Quing Hua, dopo aver testato la categoria negli ultimi E-Prix della scorsa stagione, è pronto alla sua prima vera stagione in Formula E.

    8. NEXTEV NIO

    nextev

    La scuderia cinese avrà a disposizione il proprio motore Nextev TCR 700R anche in questa stagione. Il campione del mondo 2015 Nelson Piquet Jr e Oliver Turvey saranno i due alfieri della squadra cinese. Nello scorso campionato il Nextev Nio ha disputato una stagione molto negativa con appena 19 punti conquistati dai suoi piloti e l’ultimo posto nel mondiale costruttori. Quest’anno la monoposto è stata evoluta ed è pronta a battagliare per le posizioni di vertice.

    7. ANDRETTI BMW

    Andretti

    Gli americani della Andretti hanno deciso di scendere in pista con un proprio powertrain, denominato Andretti ATEC-02, e di abbandonare quello poco evoluto McLaren che è stato utilizzato nelle prima stagione inagurale. Andretti ha inoltre iniziato una partnership totale con il colosso BMW. Le due aziende collaboreranno per un intero biennio e svilupperanno insieme la monoposto che sarà affidata a Antonio Felix Da Costa e al confermato Robin Frijns. Il primo, in arrivo dal defunto Team Aguri, ha chiuso la stagione scorsa con 30 punti iridati, mentre Frijns ha collezionato 45 punti.

    6. VENTURI TEAM

    Venturi

    Il Venturi Team scenderà in pista con il proprio motore Venturi VM200 e cercherà di migliorare il sesto posto nel mondiale costruttori 2015/16. L’esperto Stephane Sarrazin e Maro Engel saranno i due alfieri del team monegasco. Per quest’ultimo sarà un esordio assoluto in categoria mentre Sarrazin, nella stagione scorsa, ha collezionato 70 punti e il 6°posto finale nel mondiale piloti.

    5. MAHINDRA MAGNETI MARELLI

    Mahindra

    La Mahindra Racing si affiderà al powertrain della Magneti Marelli per la stagione 3 della Formula E. La scuderia indiana, quinta nel mondiale costruttori 2015/2016, è ancora alla ricerca della prima storica vittoria nella categoria dedicata a monoposto full electric. Alla guida della Mahindra M3ELECTRO ci sarà il veterano Nick Heidfeld, decimo nello scorso campionato, e Felix Rosenqvist. Quest’ultimo, svedese classe 1991, sarà esordiente in Formula E ma arriverà nella categoria dopo vittorie e titoli conquistati nella Formula 3 europea.

    4. FARADAY FUTURE DRAGON

    Dragon

    Gli americani del Dragon Racing hanno iniziato una partnership totale con la Faraday Future, nella quale lavora anche Marco Mattiacci, ex direttore della Ferrari in Formula 1. Le due aziende hanno deciso di scendere in pista con il proprio powertrain Penske. Alla guida delle vetture ci saranno i confermati Jerome D’Ambrosio e Loic Duval. Nel 2015-2016 la scuderia americana ha conquistato una vittoria con D’Ambrosio nell’E-Prix del Messico e il quarto posto nel mondiale costruttori.

    3. CITROEN DS VIRGIN

    Citroen

    La Citroën DS Virgin, dopo il terzo posto nel mondiale costruttori scorso, è pronta a recitare un ruolo da assoluta protagonista nel nuovo campionato. Alla guida delle monoposto ci saranno il confermato Sam Bird, quarto nel mondiale piloti 2015/16 e vincitore dell’E-Prix di Buenos Aires, e Josè “Pechito” Lopez. L’argentino, tre-volte campione del mondo nel WTCC, è pronto a sbarcare nella nuova categoria e provare a lottare fin da subito per la vittoria finale.

    2. AUDI ABT SCHAEFFLER

    Audi

    La scuderia tedesca, dopo aver sfiorato per due anni consecutivi i titoli costruttori e quello piloti, vuole finalmente vincere in questo campionato. Le monoposto ABT Schaeffler FE02 saranno guidate dai confermatissimi Lucas di Grassi e Daniel Abt. Nello scorso campionato il team ha conquistato 3 vittorie con Di Grassi, 221 punti e dieci podi complessivi.

    1. RENAULT E. DAMS

    Renault

    La Renault E.Dams sarà ancora una volta la scuderia da battere. Nello scorso campionato ha conquistato sia il titolo costruttori, grazie a 270 punti frutto di 5 vittorie e 9 podi, che quello piloti con Sebastien Buemi. Il campione del mondo in carica avrà ancora come compagno di box Nicolas Prost, terzo nel mondiale piloti 2015-2016.