Formula E Hong Kong 2016, gara: vince Buemi, Di Grassi rimonta dall’ultima fila ed è 2°

La cronaca dell'E-Prix di Hong Kong, gara inaugurale della terza stagione del mondiale riservato a monoposto completamente elettriche. La gara è stata ricca di colpi di scena.

da , il

    La Formula E 2016/2017 si è aperta nel segno di Sebastien Buemi. Il campione del mondo in carica ha vinto l’E-Prix Hong Kong e ha conquistato i primi 25 punti della stagione. Lo svizzero, a bordo della Renault e.Dams, ha raggiunto la sua settima vittoria nella categoria, decima per la casa francese. Sul podio anche il rivale Lucas Di Grassi. Il brasiliano, dopo un incidente nel suo giro veloce in qualifica, è dovuto partire dall’ultima fila ma è riuscito a rimontare fino al 2° posto sotto la bandiera a scacchi. Un grandissimo risultato che mostra il potenziale della sua Audi Schaeffler. Terzo gradino del podio per la Mahindra, motorizzata Magneti Marelli, di Nick Heidfeld.

    E-Prix Hong Kong 2016/2017

    L’E-Prix di Hong Kong 2016/2017 è stato ricco di colpi di scena. Le qualifiche sono state disputate senza la Superpole. Motivo? Durante le cinque batterie di qualificazione sono arrivati in sequenza prima l’incidente di Lucas Di Grassi, poi quello di Robin Frijns (Andretti BMW) che hanno distrutto alcune barriere del circuito. Gli organizzatori, visti i tempi ristretti e da regolamento, hanno deciso di abolire la Superpole e decretare la griglia di partenza basandosi sui tempi fatti segnare dai piloti durante le batterie. Prima fila a sorpresa per Nextev Nio di Nelson Piquet Jr (per lui tre punti iridati grazie alla pole position ndr) e Oliver Turvey. Seconda fila per il campione del mondo WTCC “Pechito” Lopez e Sam Bird, mentre Sebastien Buemi si è dovuto accontentare del quinto posto in griglia. La gara è stata subito emozionante con l’ottima partenza di Bird e Buemi che hanno scavalcato Lopez. Al 1° giro c’è stato anche il ritiro dell’idolo di casa Ma Quing Hua del Techeetah Renault. Intorno al 20° giro è iniziata la rimonta di Lucas Di Grassi che ha saputo sfruttare qualche ritiro, la safety car e i cambi-auto per chiudere al secondo posto a soli 2” dal vincitore Buemi. Buona prestazione anche per Nick Heidfeld che, con la sua Mahindra Magneti Marelli, è riuscito a battere Nico Prost, quarto con la Renault e.Dams. Prestazione solida dell’Andretti che ha chiuso col quinto e sesto posto di Felix Da Costa e Robin Frinjs (partito ultimo dopo il crash in qualifica ndr). La scuderia americana, quest’anno in pista con un proprio powertrain, sembra aver già trovato dei benefici dalla nuova partnership con il gruppo BMW. La Nextev Nio, dopo l’ottima performance in qualifica, non è riuscita a ripetersi in gara dove è stata anche molto sfortunata durante le fasi dell’E-Prix. Nelson Piquet JR, quando era in testa, è stato rallentato dall’errore di Josè “Pequito” Lopez che è finito a muro davanti a lui. Il brasiliano per evitarlo ha dovuto rallentare e ha rovinato leggermente la sua monoposto. Ripartito, ha cambiato la monoposto ma ha chiuso solo 11°. Oliver Turvey invece è arrivato in ottava posizione alle spalle di Jerome D’Ambrosio (Faraday Future). Nona e decima posizione per le due Venturi dell’esordiente Maro Engel e Stephane Sarrazin. L’esordio della Jaguar Panasonic non è stato memorabile. La scuderia britannica ha colto un 12° posto con Adam Carroll e un ritiro con Mitch Evans. E-Prix da dimenticare anche per Sam Bird che, a causa di un problema nel cambio-auto (la Citroen DS Virgin non si è accesa ndr), ha perso l’opportunità di lottare per il podio ed è finito fuori dalla zona-punti.

    Classifiche Mondiale dopo Round 1/12

    MONDIALE PILOTI:

    MONDIALE COSTRUTTORI:

    Anteprima

    Nel fine settimana tornerà in pista la Formula E 2016/2017, per la terza stagione del mondiale dedicato a monoposto completamente elettriche. Dopo la lunga pausa estiva sarà l’inedito tracciato cittadino di Hong Kong a decretare il primo vincitore di questo nuovo entusiasmante campionato. Sebastien Buemi, dopo aver vinto a Londra il suo primo titolo mondiale in Formula E, è pronto a ripetersi anche se dovrà fare i conti con il solito Lucas Di Grassi e tanti altri avversari. Tanta curiosità anche per vedere nuovamente in pista la Jaguar. La scuderia britannica farà il suo esordio assoluto nella categoria con la sua monoposto full electric.

    Aspettative

    La Formula E Hong Kong sarà un inedito assoluto per la categoria. Il pubblico cinese ha risposto presente all’appuntamento e saranno tutte esaurite le tribune del tracciato disegnato tra le vie della città (nell’immagine in alto il layout del circuito ndr). L’E-Prix si preannuncia molto incerto e di difficile interpretazione per i tanti cambiamenti regolamentari e non solo. Le monoposto quest’anno saranno infatti più veloci, dopo i miglioramenti a batterie, diminuzione dei pesi delle vetture e nuovo alettone anteriore. La Michelin porterà inoltre degli pneumatici più performanti. Le giornate di test fatte a Donington nei mesi scorsi sono state sfruttate dai team principalmente per rodare i motori e controllare l’affidabilità degli stessi, ma non sono state molto utili per capire i veri valori delle monoposto. Il primo e vero banco di prova sarà Sabato con le qualifiche e la gara di Hong Kong. La Renault partirà sicuramente come favorita con Sebastien Buemi voglioso di riconfermarsi campione del mondo. Lucas Di Grassi (Audi Schaeffler), dopo la cocente delusione per essere stato battuto nel rush finale dello scorso campionato, sarà sicuramente tra i protagonisti. Attenzione anche alla Citroen DS Virgin che punta sul tre-volte campione del mondo Gran Turismo WTCC, Josè “Pechito” Lopez. Grande curiosità anche per le new entry Jaguar, che si presenta ai nastri di partenza con Adam Carroll e Mitch Evans, e la Techeetah, che sarà motorizzata Renault e con Eric Vergnè come pilota di punta. La griglia di partenza vedrà anche tanti piloti esordienti. Oltre ai già citati Lopez, Carroll e Evans, ci sarà il tedesco Maro Engel (Venturi Team) e Felix Rosenqvist (Mahindra Magneti Marelli). Nelson Piquet Jr, campione del mondo 2014/15, cercherà di tornare competitivo con la sua Nextev Nio.

    Orari Formula E Hong Kong 2016/2017

    DOMENICA 9 OTTOBRE 2016

    08.00/08.45 Prove libere 1

    10.30/11.00 Prove libere 2

    12.00/12.45 Qualifiche

    12.45/13.00 Superpole

    16.00 E-Prix (45 giri)

    * Gli orari indicati sono quelli Hong Kong che ha un fuso orario di 6 ore avanti rispetto all’Italia.