Formula1: alla Rai i diritti fino al 2012

da , il

    Rai

    La Rai si è aggiudicata i diritti televisi per trasmettere prove e gran premi delle gare di F1 fino al 2012. La Rai, estende cosi la copertura dei diritti televisivi sulle gare di Formula 1 per altri 5 anni, allungando l’accordo sui dirittti televisi in scadenza il 2008.

    A commentare i Gran Premi avremo ancora Mazzoni, almeno fino al 2012. Questa non sarà una buona notizia per alcuni degli appassionati di motori che sollevano molte critiche ai telecronisti RAI. Nel mirino, in particolare, la prima voce Gianfranco Mazzoni accusato di dire spesso delle imprecisioni e,

    più in generale, di rendere le telecronache noiose a causa delle banalità a cui ha abituato. La difesa che viene da viale Mazzini al telecronista tende a sottolineare come egli debba obbligatoriamente fare un tipo di telecronaca “generalista” e non riservata alla sola nicchia di appassionati. Personalmente ritengo questa scelta editoriale, ammesso che così possa essere chiamata, profondamente sbagliata. Non solo vengono comunque allontanati gli spettatori occasionali (che si addormentano presto…) ma

    vengono disattese anche le aspettative degli appassionati (che, a ben vedere, non sono proprio una nicchia). Per di più, nell’accusare il mondo della Formula 1 di mancanza di spettacolo, non si può escludere anche chi quello spettacolo ha il compito di raccontarlo.

    Per tagliare la testa al toro, forse era preferibile che i diritti non fossero stati nuovamente acquistati da una TV pubblica e generalista? L’esempio di Italia 1 con il motomondiale non sembra poi così male…