GP Messico F1 2015, risultati gara: trionfa Rosberg, Ferrari in giornata no [FOTO]

GP Messico F1 2015, risultati gara: trionfa Rosberg, Ferrari in giornata no [FOTO]

All'Hermanos Rodriguez di Città del Messico si correrà su 71 giri, con rischio pioggia nel finale

da in Circuito Città del Messico F1, Formula 1 2017, GP Messico F1, Nico Rosberg
Ultimo aggiornamento: Lunedì 02/11/2015 10:13

    F1, GP Messico 2015: il sabato in circuito

    GP Messico F1 2015, la gara. E’ stato perfetto, non ha sbagliato nulla e si è meritato il trionfo. Nico Rosberg conquista il Gran Premio del Messico 2015, sempre al comando, dal via, quando ha resistito in curva 1 a Hamilton. Ha dettato il passo e nemmeno la safety car provocata da Vettel ha creato problemi a Nico, bravo a ribattere colpo su colpo a Hamilton. Ferrari che vive una giornata no, con due ritiri. Prima Raikkonen, in un duello ravvicinato che è parso la replica a parti invertite dello scontro di Sochi, con Bottas. Valtteri ha la meglio e finisce a podio, lesto a passare un buon Kvyat alla ripartenza dopo la safety car. Gara rovinata in curva 1, in partenza, quella di Vettel, toccato da Ricciardo ha forato la posteriore destra e ha dovuto fare tutto il giro prima di cambiare gomme, andare sulle medie e tenere agevolmente il passo Mercedes che avevano le soft. Velocità mai in discussione quella della Rossa, però nella foga della rimonta Seb ha prima perso tempo con un testacoda, sprofondando di nuovo nelle retrovie, poi è andato a sbattere, finendo la sua gara contro le barriere. Le Red Bull chiudono quarta e quinta, poi Massa, Hulkenberg, Perez, Verstappen e Grosjean nella top ten di un gran premio forse meno emozionante delle attese, sul fronte delle battaglie in pista.

    a cura di: @fabianopolimeni

    CLASSIFICA GP MESSICO F1 2015

    classifica gp messico f1 2015 (6)

    71/71 - Nico Rosberg vince il Gran Premio del Messico! Gara meritatissima per il tedesco, alle sue spalle Hamilton a 1″9, Bottas a 12″7, poi Kvyat, Ricciardo, Massa, Hulkenberg, Perez, Verstappen e Grosjean

    68/71 – Hamilton prova a fare giri veloci in serie, ma Nico risponde alla grande. Sta dimostrando di meritare davvero la corsa il tedesco. Nulla da dire

    66/71 – Posizioni cristallizzate, si è creato gap sufficiente tra i vari piloti nella top ten per immaginare un arrivo a posizioni consolidate

    64/71 - Perez si conferma un grandissimo quando c’è da gestire la gomma: ha coperto 45 giri al momento e gira più veloce di Verstappen, tenendosi l’ottava posizione. Lungo di Maldonado all’entrata nello stadio, riesce a non toccare le barriere

    62/71 - Hamilton prende 2 decimi a Rosberg, 1″1 tra i due. Bottas sembra riuscire a tenere facilmente la terza posizione. Perez prende margine su Verstappen.

    61/71 – Bagarre anche tra Perez, Verstappen, Grosjean e Maldonado, divisi l’uno dall’altrod a 5-8 decimi

    60/71 – Bottas è stato il più lesto alla ripartenza, ma Kvyat gli resta vicino, anche se sarà difficilissimo passare la Williams senza velocità di punta

    59/71 - Si è fermato Nasr in testacoda nello stadio, è rimasto senza freni. Rosberg il giro prima è andato largo in curva 8 e ha tenuto giù, poi Hamilton ha sbagliato ingresso nello stadio. C’è 1″3 tra i due

    58/71 – Riparte il Gran Premio del Messico, 13 giri alla bandiera. Rosberg si lancia bene e conserva la leadership. Bottas attacca e passa Kvyat grazie alla velocità di punta. Ricciardo è vicinissimo a Kvyat. Lungo di Sainz in curva 1, sprofonda 13mo.

    classifica gp messico f1 2015 (5)

    55/71 - Alla ripartenza Hamilton sicuramente proverà l’attacco, Kvyat, Ricciardo, Verstappen e Grosjean sono gli unici nella top ten su gomme morbide. Tutti con un set usato

    54/71 – Bottas si ferma con un giro di ritardo, Kvyat si riprende la terza posizione

    classifica gp messico f1 2015 (4)

    53/71 – Doppio ritiro Ferrari, giornata difficile. Occhio a Sainz, è il più lesto a fare il pit, seguito da Ericsson e Kvyat, andranno su gomme morbide per lo stint finale.

    52/71 - Gran Ricciardo, prende la scia di Massa e passa in curva1, ora è quinto. Bottas è a 9″7 di ritardo. Perez intanto attacca Verstappen nello stadio, ma attenzione!! Sbatte Vettel, safety car in pista

    51/71 – Gran giro di Hamilton, fa 20″8 e si porta a 3″5 da Rosberg, continua a spingere. Proverà a riprendere Nico? Ricciardo è in scia a Massa! 2 decimi tra i due e Daniel ci proverà sicuramente.

    49/71 – Si ferma dopo un lungo conciliabolo col box, Lewis. Ricciardo intanto è vicino a Massa, 8 decimi ma sarà difficile avere lo spunto per passare in velocità.

    48/71 - Hamilton non rientra subito, con i meccanici pronti e Lewis chiede perché debba rientrare! Polemica al box, vorrebbe restare fuori e non copiare la strategia di Rosberg.

    47/71 - Attenzione! Altra sosta di Rosberg dopo soli 18 giri, monta ancora gomme medie. Probabile che adesso anche Hamilton venga richiamato, infatti ecco i meccanici prepararsi

    44/71 - Hamilton fa 21″9, ma resta a 2″7, Vettel gira in 22″3, bene anche Kvyat, in 22″5, ma ha 27″5 da hamilton. Situazione cristallizzata, solo Perez si porta a 1″5 da Verstappen, si giocano l’ottava piazza. Secondo pit di Sainz, monta le morbide per andare fino all’arrivo. Carlos è dietro Vettel, ora 12mo. Sarà difficile andare fino al traguardo, per Seb, ma non impossibile

    41/71 – Lascia passare Hamilton, Vettel, con l’ingegnere di pista a sollecitare la manovra per evitare penalizzazioni.

    41/71 – Anche per evitare problemi di surriscaldamento, tutti i piloti prendono aria davanti a sé, così solo 1″8 tra Kvyat e Bottas, e 1″9 tra Massa e Ricciardo, queste le possibili “lotte” in vista

    39/71 - Vettel si trova tra Rosberg e Hamilton, gira 22″2 Nico, Seb 22″3 e Hamilton 22″1. Bandiera blu data a Vettel per lasciar passare Hamilton, però è ancora un po’ dietro

    36/71 - Seconda sosta di Vettel, conferma gomme medie, rientra in pista 13mo a 4″ da Maldonado e doppiato, appena dietro Rosberg.

    classifica gp messico f1 2015 (3)

    35/71 – Non si preannunciano battaglie all’orizzonte, eccezion fatta per quella tra Perez e Sainz, divisi da 1″ circa: si giocano la nona posizione.

    34/71 – Lungo di Sainz in curva 4, lascia passare Perez poi. I due erano in bagarre.

    33/71 - Hamilton ha ridotto a 2″1 il gap da Vettel. Kvyat conserva bene la terza piazza. Lui, Bottas, Massa, Ricciardo e Hulkenberg girano sugli stessi tempi, tra 23″0 e 23″4

    31/71 -Si ferma Button, era l’unico a non aver fatto il pit. Torna in pista con le gomme morbide

    30/71 – Vettel cerca di passare Maldonado, non è facile prendersi la 12ma piazza. Vorrebbe cambiare gomme, lamenta delle vibrazioni, ma la gara andrebbe definitivamente a farsi benedire: si spera in una SC. Davanti Rosberg è un fulmine, stampa 1’22″872, giro record, poi Hamilton risponde e con 22″441 gli strappa il primato: 3″1 tra i due

    29/71 - Si ferma Hamilton, che ha perso oltre 1″ rispetto a Rosberg, passato prima sulle medie. Rientra infatti dietro, con un divario di 3″5

    27/71 – Va lungo Vettel in curva 1 provando l’attacco su Maldonado e fa lui il record di velocità massima: 366 orari!

    26/71 – Pit per Rosberg, rientra secondo a 20″ da Hamilton. Kvyat è terzo, poi Bottas, Massa, Hulkenberg, Verstappen, Sainz, Perez e Grosjean, dopo la prima girandola di pit-stop, escluso Hamilton

    25/71 – Pit stop per Verstappen. Richiamano anche Rosberg, si fermerà a fine giro

    classifica gp messico f1 2015 (2)

    24/71 – Si ferma Ricciardo ai box, rientra settimo. Kvyat gira bene sul 23″4 con gomme medie nuove e ha margine su Bottas, quinto: 4″4

    24/71 – E’ sembrato un incidente di gara tra Bottas e Raikkonen, perché Valtteri era a metà macchina e pur forzando la manovra aveva diritto di provarci. Williams “trattore” senza danni. Vettel è 13mo, ha passato Button e gira sempre sul 23″5, a 4 decimi dai tempi di Rosberg e Hamilton davanti.

    23/71 – Bottas attacca Raikkonen in curva 1, ma Kimi resta davanti. Si va in curva 5, Bottas attacca all’esterno, Kimi resiste, Valtteri resiste all’interno e centra Raikkonen, che finisce fuori con sospensione posteriore destra rotta. Ritirato Kimi. Peccato. Doppie bandiere gialle nel settore.

    21/71 - Si ferma Kvyat, monta gomme medie e rientra in pista tra Verstappen e Raikkonen: quinto.

    21/71 - Vettel via radio dice che nel testacoda ha spiattellato le gomme, può proseguire ma è problematico. Purtroppo, se si fermasse adesso avrebbe ancora troppi giri da fare per pensare di andare fino al traguardo. Sta per riprendere Maldonado, ha 3″2 e gira di nuovo forte in 23″6 Seb

    20/71 - Rosberg gira forte e porta a 2″8 il margine su Hamilton. Kvyat ha 11″8 da Lewis, Ricciardo è a 5″6 da Daniil. Raikkonen è sesto, dietro Verstappen, poi Bottas settimo, Massa, Hulkenberg, Sainz nella top ten. Vettel torna a girare sul 24″0.

    17/71 - Dicono a Raikkonen che il surriscaldamento sui freni è rientrato e può spingere un po’ di più. Kimi è settimo, a 5″ da Perez. Vettel passa Button, ha 3 decimi d Hulkenberg e fa il T1 record, grandissimo ritmo del tedesco. Peccato! Testacoda di Vettel in curva 8, ripiomba 15mo! Ha perso il posteriore in ingresso curva.

    15/71 - Solo i primi sei al momento sono su gomme morbide, oltre alle Manor. Massa stacca 365 km/h, record assoluto dei motori turbo ibridi

    13/71 - Si ferma Sainz, era settimo, posizione presa da Raikkonen ora. Gran costanza nei tempi di Vettel, continua a marciare sul 24″1, mentre Rosberg fa 1’23″634 con gomme morbide e dà 3 decimi a Hamilton

    12/71 – Giro record di Rosberg, 24″012, Hamilton risponde con 24″197. Kvyat è a 6″ da Lewis e gira mezzo secondo più lento, ma ha un buon margine su Ricciardo, quarto a 6″4 e con Verstappen a 2″4. Raikkonen fa la sua miglior prestazione, lo troviamo ottavo a 4″4 da Sainz che non riesce a passar Perez.

    11/71 - Si sono fermati Maldonado ed Ericsson. Raikkonen è ottavo, con pista libera, 6″1 per riprendere Sainz. Anche Ricciardo ha problemi alle gomme posteriori. Sainz è in scia di Perez, 5 decimi. Giro record per Hamilton, 1’24″256, mangia 4 decimi a Rosberg e torna a 1″. Pit per Grosjean. Vettel ha passato le Manor e ha 6″6 da Hulkenberg, già 14mo Seb. Le medie funzionano meglio delle soft con questo caldo.

    10/71 - Il passo di Vettel è super, continua sul 24″5, davanti Kvyat fa 24″8, come Rosberg. Hamilton è 1 decimo più rapido. In questo passaggio si fermano anche Massa e Hulkenberg! Tutti stanno avendo problemi con le posteriori, anche Perez, che tradizionalmente riesce sempre a gestire la gomma. Raikoknen è salito nono. Vettel mantiene il divario da Rosberg invariato: 50″1 e ha quasi ripreso il gruppone, 4″2 da Stevens, , poi avrà Rossi a 1″ e Hulkenberg a 10″

    9/71 - Kvyat ha preso margine e gira bene terzo. Bottas ha già graining al posteriore e si ferma! Sosta molto molto anticipata. Esce dai box con gomme medie. Raikkonen si è portato 12mo e gira sul 25″4

    classifica gp messico f1 2015

    6/71 – L’incidente tra Vettel e Ricciardo è sotto investigazione, ma i commissari liquidano in fretta il caso: nessun provvedimento. Davanti Hamilton scende a 9 decimi di ritardo da Rosberg, gira 2 decimi più veloce. dietro Kvyat ha già 4″7 da Hamilton, Ricciardo conserva 7 decimi su Bottas, Verstappen ha 9 decimi su Massa, Raikkonen è in scia di Ericsson e punta la 13ma posizione. Vettel gira di passo a 24″4, come i primi. Ha ridotto il divario a 16″2 da Stevens e con una super rimonta non tutto è irrimediabilmente perso.

    5/71 – Vettel fa il passo record del venerdì, 24″764 per Seb con gomma media, contro il 24″8 di Hamilton con le morbide. Vettel non è scattato benissimo al via, Kvyat è partito meglio, poi chiudendo la traiettoria in curva 1 ha trovato l’ala della Red Bull di Ricciardo. Normale incidente di gara.

    4/71 – Sono in bagarre Ricciardo e Bottas, Verstappen è sesto, davanti a Massa, che fa 365 km/h sul dritto. Raikkonen ha già i freni troppo caldi, gli dicono dal box.

    3/71 – Vettel ha 31″ da Stevens, 18mo. Il primo giro con le medie è record: 1’25″006, contro il 25″2 di Rosberg e Hamilton

    2/71 - Vettel riparte con gomme medie. E’ ultimo. Raikkonen è 16mo. Davanti Hamilton è a 6 decimi da Rosberg, tutti i piloti separati da pochi decimi l’uno dall’altro. Rosberg fa il giro veloce in 1’25″1

    1/71 – Si spengono le luci, Rosberg ha un buon spunto, dietro Vettel viene beffato da Kvyat, davanti Rosberg gira primo, Kvyat è terzo, Vettel quarto, seguito da Ricciardo, Bottas e Massa in bagarre. In curva 3 fora Vettel, dovrà fare tutto il giro. E’ stato toccato da Ricciardo, peccato, gara tutta in salita. Si chiude il primo giro con Rosberg, Hamilton, Kvyat, Ricciardo, Bottas, Verstappen, Massa, Perez, Hulkenberg, Sainz. Questa la top ten, senza randi scossoni. Problemi anche per Alonso, deve ritirare la macchina

    20:00 – Via al giro di formazione!

    19:59 – Partono tutti con gomme morbide, eccezion fatta per Alonso, Raikkonen e Button, gli ultimi tre.

    19:53 - Toto Wolff si confronta con Paul Hembery. La sfida sulle gomme sarà tutta nuova, mai si è girato con più di 38° C sull’asfalto, figurarsi quanto cambi il livello di aderenza con 56° C, il valore attuale

    19:50 – «Sono un po’ preoccupato… La prima curva è il problema, vediamo. Io li lascio guidare, solo io capisco la testa di Nico, l’ultima volta a Austin oggi temo sarà più aggressivo», dice Niki Lauda

    19:45 – Chiude la pitlane, tutti i piloti in griglia

    +++ Valori monstre quelli segnalati al momento: la pista è addirittura a 53° C! +++ Una gara così calda porterà le monoposto a scivolare ancor più di quanto non sia accaduto nelle libere e qualifiche, pertanto occhio a chi gestirà meglio morbide e medie

    19:30 – Apre la pitlane, 15 minuti per schierarsi in griglia. Un’incognita importante l’avrà il comportamento delle gomme, su un asfalto che è più caldo rispetto ai due giorni precedenti

    19:15 - Ricordiamo che si corre a 2.200 metri di quota e ciò ha ripercussioni importanti su molteplici fattori. Anzitutto l’affidabilità. Il turbocompressore deve girare più forte per garantire la stessa quantità d’aria al motore, aria che, essendo meno densa, offre meno resistenza sul fronte aerodinamico e garantisce un raffreddamento inferiore a power unit e freni, altro aspetto chiave da tenere in considerazione per non incorrere in un surriscaldamento eccessivo, specialmente con macchina pesante.

    19:03 – Iniziamo a prospettare quali strategie si svilupperanno in gara. Secondo Pirelli sono possibili due opzioni: effettuare un’unica sosta, iniziando indifferentemente con le morbide (30mo giro il pit) o le medie (40mo giro) – non si riscontra un vantaggio significativo partendo con l’una o l’altra – oppure fare due stint con gomme morbide (prima sosta al giro 23) e passare alle medie (giro 46) per lo stint finale di gara.

    1. Rosberg 2. Hamilton

    3. Vettel 4. Kvyat

    5. Ricciardo 6. Bottas

    7. Massa 8. Verstappen

    9. Perez 10. Hulkenberg

    11. Sainz 12. Grosjean

    13. Maldonado 14. Ericsson

    15. Nasr 16. Rossi

    17. Stevens 18. Alonso

    19. Raikkonen 20. Button

    18:40 - Parliamo di Raikkonen. Kimi scatterà 19mo e dopo aver sostituito il cambio ieri, i meccanici hanno provveduto a sostituire la power unit, montando la sesta unità. Viste le penalizzazioni ancor più pesanti delle McLaren, Kimi perde solo una posizione rispetto alla 18ma che avrebbe occupato con la sola sostituzione del cambio

    18:35 - Prima notizia: a Città del Messico splende il sole, con qualche nuvola sullo sfondo. Si partirà senza dubbio sull’asciutto. «Un’atmosfera straordinaria, è bello correre qui per la prima volta. Per arrivare in curva 1 c’è tanta strada, sarà difficile e faremo tutto il possibile», commenta Hamilton

    18:30 - Buon pomeriggio, appassionati di Formula 1. Iniziamo la lunga marcia di avvicinamento che ci porterà allo spegnimento dei semafori in griglia a Città del Messico, previsto per le 20:00 italiane. Snoccioleremo i vari temi caldi che potrebbero determinare l’esito del Gran premio del Messico, al rientro in calendario dopo 23 anni.

    2844

    PIÙ POPOLARI