Germania SBK 07: Bayliss domina, Haga e Max avanzano!

Germania SBK 07: Bayliss domina, Haga e Max avanzano!

da , il

    Bayliss domina, Haga e Max avanzano!

    L’episodio tedesco di questa incredibile Saga SBK 07, andato in scena nel tortuoso e lento circuito del Lausitzring, ha visto uno straordinario, generosissimo Bayliss dominare la seconda frazione dopo aver condotto anche buona parte della prima, persa poi solo per la precoce usura delle gomme, ed ha di fatto riaperto il Mondiale con la vittoria di Haga in Gara 2 ed i buonissimi piazzamenti sul podio di Biaggi, rispettivamente secondo e terzo nelle due prove, cui ha fatto da contraltare un Toseland opaco e decisamente in crisi, incappato in uno dei Gp più negativi della stagione.

    Che finale di Campionato, ragazzi!

    Toseland lascia il circuito tedesco del LausitzRing con appena 41 (un numero assai gradito al giapponese……..) punti di vantaggio su Noriyuki Haga, dai ben 66 che vantava prima di questa prova, e perde pure diversi punti nei confronti di un Grande Max, che da debuttante assoluto (come già a Brands Hatch) su questa insidiosa – specie per l’asfalto molto sdrucciolevole – e strana pista ha lottato come un leone, nonostante diverse difficoltà tecniche, assicurandosi due prestigiosi piazzamenti sul podio e portandosi in classifica a 53 lunghezze dall’eterno rivale inglese.

    Gara 1 ha visto la partenza a razzo di Bayliss, che sembrava destinato ad involarsi verso un facile successo, seguito da Haga e Biaggi. Invece, a meno di metà corsa Troy ha dovuto visibilmente rallentare causa precoce usura delle gomme, ed il gruppo inseguitore, formato da Haga, Max e Corser lo ha agevolmente passato, con Noriyuki che si è poi involato al traguardo con ben 11 secondi di vantaggio su Biaggi, ritardato da problemi al cambio.

    Ottimo il quinto posto di Rolfo, seguito da Laconi e dal poleman Nieto, mentre Fabrizio, neo acquisto della Ducati per la prossima stagione (al posto del deludentissimo Lanzi), è stato costretto ad abbandonare dopo un brillante avvio di gara. Appena nono Toseland, rallentato da evidentissimi problemi di trazione della sua Honda.

    Gara 2 è sembrata fino a circa metà giri quasi la ripetizione della frazione precedente, con Bayliss ancora subito al comando, seguito come un’ombra da Haga, che poi è riuscito a passare davanti, approfittando di un clamoroso errore di Troy che ha goffamente mancato l’appoggio alla pedana in un tratto lento. Il tenacissimo australiano però, per tutta la gara più veloce del giapponese, ed ancora col dente avvelenato per lo sfortunato epilogo della prima corsa, lo ha prontamente risuperato per poi aumentare via via sempre più il suo vantaggio, andando a cogliere un meritatissimo trionfo che solo la sfortuna gli aveva negato anche nella prima prova!

    Davvero un peccato questo per il bravissimo Bayliss, che oggi avrebbe potuto agevolmente ripetere la clamorosa doppietta di Misano. Il Lausitzring, infatti, così tortuoso e lento è un circuito pressochè ideale per evidenziare la maggiore coppia della 999 rispetto alle quattro cilindri.

    Terzo, in perfetta solitudine, è giunto Biaggi, ancora attardato dai soliti problemi al cambio, che lo hanno costretto a gareggiare tenendo sempre premuta la leva del cambio con lo stivale, per evitare che uscisse la marcia! Corser, pur tentando in tutti i modi, non è riuscito a far gioco di squadra ed a precedere Toseland, bravissimo a chiudere tutte le porte, favorito in ciò da questa pista lentissima, molto guidata e dalle traiettorie sempre obbligate, nonostante la buona larghezza. Il quarto posto di James, strappato con suprema forza di volontà, ha un pò rimediato al disastro di Gara 1, ed ha limitato così un’emorragia di punti che poteva essere ben peggiore, se avesse concluso la seconda frazione come la prima!

    Sesto il battagliero Xaus (caduto e poi ripartito nella prima frazione, per finire dodicesimo) seguito da Rolfo, sempre positivo in questa prova tedesca, mentre Nieto, anch’egli a suo agio su questa pista, ha concluso all’ottavo posto.

    Ricapitolando, dopo il Lausitzring la situazione in classifica vede Toseland sempre saldamente in testa a quota 375 punti, ora però seguito ben più da vicino da Haga a 334 e Biaggi a 322, mentre Bayliss, ormai praticamente escluso (anche se NON matematicamente parlando, occorre dire) dalla lotta per il Titolo, si porta a 296.

    Viene davvero spontaneo pensare che, senza il malaugurato incidente in Gara1 a Misano, ora Haga e Max avrebbero una ventina almeno di punti in più a testa, e Toseland qualcuno di meno! Che finale di stagione, ancora più entusiasmante di questo, avremmo dunque visto, in mancanza di quell’episodio?? C’è veramente di che mangiarsi le mani………e soprattutto Nori dovrebbe masticare, visto che la colpa di quell’episodio, come ho gia detto e ripetuto a suo tempo, deve ritenersi interamente sua!

    In ogni caso, con 100 punti tondi ancora in palio, è evidente come tutto sia comunque possibile in questo adrenalinico, letteralmente elettrizzante finale di Campionato!

    Toseland resta ancora il netto favorito per la conquista del Titolo, ma gli evidenti problemi di trazione della sua Honda, emersi del resto ricorrentemente ben prima della prova tedesca, gettano un ombra pesante e preoccupante sul suo finale di stagione, ed i suoi due più diretti inseguitori, cioè Haga e Biaggi, potrebbero anche riuscire ad approfittarne in extremis!

    Haga è in splendida forma, come evidenziato nelle ultime gare, ma la sua innata irruenza potrebbe indurlo a commettere un errore fatale proprio in vista del traguardo più ambito, come del resto altre volte gli è capitato nel corso della carriera.

    Max, dal canto suo, DEVE assolutamente vincere due volte nella splendida pista casalinga di Vallelunga – dove per altro il Campione Romano NON ha ufficialmente MAI corso! – per avere ancora chances di vittoria finale, sperando magari in un Toseland ancora inefficace. Sono certo, certissimo che rivedremo nell’amico circuito laziale il glorioso e vincente Corsaro gia ammirato a Brno, sospinto ed incitato anche dal tifo dei suoi numerosissimi tifosi.

    Non temete, The Emperor non ci deluderà assolutamente in questo appassionante finale di Campionato, possibili guai meccanici a parte. VAI MAX, ogni appassionato italiano ti dice in bocca al lupo!!

    Arrivederci dunque a Vallelunga per la nuova, avvincente e forse decisiva puntata di questa fantastica Saga targata World SBK!

    DONOVAN