Giancarlo Fisichella alla prova Ferrari

Giancarlo Fisichella è pronto a scendere in pista con la Ferrari di Formula 1 nel Gran Premio d'Italia a Monza

da , il

    Giancarlo Fisichella è arrivato. In tutti i sensi. Oltre ad aver raggiunto l’ultimo obiettivo rimastogli, quello di guidare per la Ferrari, intravede la fine della propria carriera da pilota titolare. Per questi motivi, affronta le ultime 5 gare del 2009 con un entusiasmo inedito. Incredibile.

    GIANCARLO FISICHELLA. “Avevo ormai abbandonato il sogno di salire su una Ferrari e invece mi ritrovo a correre a Monza con una Rossa – sta ripetendo da giorni Fisichella ai giornalisti – Ringrazio il presidente Montezemolo, Domenicali e tutti gli altri componenti del team”. Giancarlo non fa proclami, si limita a dichiarare che il suo obiettivo è quello di fare punti buoni per consolidare il terzo posto della squadra nel mondiale costruttori ma l’impressione è che si tratti solo di un atteggiamento di prudenza. Non, però, per scacciar la pressione su sé stesso che, anzi, sembra caricarlo:“Avrò molta pressione, ma sono sicuro che mi darà una grande carica. Sarà un weekend stravolgente, non vedo l’ora di cominciare. Il circuito lo conosco bene, ci corro dal ’92. L’obiettivo è quello di usare la mia esperienza per dare una continuità di risultati” ha aggiunto ricordando come si sia al momento preparato solo in versione “teorica”, prendendo confidenza con il nuovo volante, i metodi di lavoro e ritrovando in cuffia un vecchio amico come Rob Smedley.

    MICHAEL SCHUMACHER. Dopo aver aiutato Luca Badoer, difficile da valutare con quali risultati, Michael Schumacher ha incontrato anche Fisichella. “Michael era molto contento – ha raccontato il pilota romano – mi ha detto ‘Benvenuto nel gruppo’. Adesso spero di non deludere le sue aspettative e quelle di tutti i tifosi”. Il sette volte iridato sarà al box anche a Monza.

    KIMI RAIKKONEN. L’ultimo pensiero di Fisichella è per Kimi Raikkonen, compagno e pietra di paragone nel valutare il suo operato:“E’ un grande pilota, non c’è nemmeno bisogno di dirlo. Nelle ultime gare ha dimostrato di essere in grande forma. Il mio obiettivo è di stargli il più vicino possibile, questo vorrebbe dire che vado forte e che riesco in fretta a capire la macchina” ha concluso l’italiano che, da oggi a domenica, sarà il più felice di tutti. Poi, chissà.