Gibernau : Che ritorno!

da , il

    Sete Gibernau - Ottimo ritorno

    Dopo il finesettimana in terra malese, la nota più lieta per tutti coloro che amano lo sport della MotoGp, è il ritorno di Sete Gibernau in pista che, con un ottimo quinto posto, sembra aver rispolverato la grinta e la classe che lo hanno contraddistinto nelle passate stagioni.

    Sete ha commentato così la sua ricomparsa in sella alla Ducati : “Ringrazio tutta la squadra, senza di loro non avrei mai potuto fare ciò che ho fatto. Nei primi giri non sono stato aggressivo come avrei potuto, perchè sono stato lontano dalle piste per due mesi, ma la gara di oggi mi ha ridato fiducia per il futuro. Ho riguadagnato feeling con la moto ed ero lì con i piloti in lotta per il titolo: avevamo bisogno di questo“.

    La voglia di correre è tanta e la mente è già proiettata è già proiettata al GP di Philip Island in terra australiana :

    “La temperatura dovrebbe essere molto diversa rispetto a quella della Malesia, ma non si a mai cosa ci si può aspettare dal meteo di Phillip Island – ha affermato lo spagnolo – Spero, in Australia, di essere più forte e di raccogliere dei buoni risultati in queste ultime gare. Siamo stati a Phillip Island in occasione dei test invernali, questo potrà aiutarci. E’ uno di quei posti in cui se comincio bene, mi sento subito a mio agio e il resto del weekend è in discesa mentre se all’inizio qualcosa va storto rischio di faticare parecchio. E’ tutta una questione di assetto, è necessario avere un ottimo feeling per affrontare le numerose curve veloci che ci sono”.

    “Occorre che la moto sia molto stabile – conclude Sete – perchè ci sono parecchi cambi di direzione in cui la ruota anteriore è, per buona parte del tempo, staccata da terra. Ci sono dei curvoni davvero impressionanti e alcune frenate decisamente importanti. In particolare, l’ultima curva è fondamentale perchè è lì che giudico se sarò a posto per l’intero giro”.