Gibernau, tre giorni di test al Mugello con Ducati GP9…

Sete Gibernau prova la Ducati GP9 in una tre giorni di test al Mugello

da , il

    Sete Gibernau

    Sete Gibernau fa outing…

    …e, in sella ad una fiammante Ducati GP9 esce in pista al Mugello per una tre-giorni di test MotoGP. Alla faccia di chi dava per spacciato il pilota iberico, sembra che Sete sia tornato in pista con lo smalto di prima.

    Insieme al pilota spagnolo c’erano anche Vittoriano Guareschi, il collaudatore ufficiale, insieme a tutto il Ducati Test Team.

    In sella alla Ducati GP9, Sete Gibernau ha percorso per 20 tornate il circuito italiano di Scarperia, con un best lap di 1´53.7, prima che arrivasse anche al Mugello la pioggia che in questo mese di giugno sta affliggendo l’ Italia e costringesse tutti i tester al ritiro anticipato.

    E´ stato davvero emozionante – ha dichiarato Gibernau alla fine – E’ come aver fatto un salto indietro nel tempo di quasi due anni. Come se i mesi passati senza scendere in pista non ci siano mai stati. Guidare una moto da corsa è stata per tanti anni la mia vita, ed ora che ho riprovato quelle sensazioni sto proprio bene, mi sento a casa mia. Gli automatismi della guida sono venuti fuori subito, anche se mi manca ovviamente l´abitudine alla velocità. Mi rendo conto che faccio un po´ di fatica a mollare i freni e a far scorrere la moto come dovrei, ma sono sicuro che sia solo la `ruggine´ di tanti mesi senza guidare. Ho fatto una ventina di giri con la GP9 prima che si mettesse a piovere. Ne ho ricavato delle buone sensazioni. E´ in tutto e per tutto una Ducati. Precisa, ma esigente; richiede una guida fisica e mi ha subito ricordato la GP7 che avevo provato a Motegi a fine 2006. Oltre a riprendere confidenza con la guida, oggi abbiamo lavorato un po´ sull´elettronica e soprattutto sul freno motore, perché preferisco tarature diverse rispetto a quelle utilizzate da Vittoriano. Grazie davvero alla Ducati per il bellissimo regalo che mi ha fatto. Per adesso mi godo questi altri due giorni di test sperando che non piova e poi insieme decideremo se ci saranno altre occasioni per guidare la loro moto.”

    Sembra proprio che Sete stia facendo un pensierino per il suo eventuale ritorno in rosso desmodromico.

    Siamo proprio sicuri, però, che sia la miglior cosa? Noi continuiamo a domandarcelo, anche se una risposta l’abbiamo già in mente…

    Foto | Motorcycle Usa