GP Abu Dhabi F1 2012, qualifiche: Hamilton in pole position! Ferrari 7a con Alonso

Formula 1: diretta live delle qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi 2012

da , il

    hamilton abu dhabi pole position 2012

    Va a Lewis Hamilton la pole position del Gran Premio di Abu Dhabi di Formula 1 edizione 2012! Il pilota della McLaren guida con autorevolezza per tutte e tre le manche permettendosi addirittura il lusso di non tirare a fondo nel suo ultimo tentativo. Dietro di lui si piazzano le due Red Bull con Mark Webber più veloce di Sebastian Vettel. Due brividi per il tedesco: nelle prime fasi delle qualifiche rischia di sbattere contro il guard rail mentre, al termine, è costretto a fermare la sua macchina sul tracciato senza riuscire a raggiungere il box. Se il tedesco non sorride, ha di che piangere Fernando Alonso. La sua Ferrari è solo settima dietro anche a Maldonado, Raikkonen e Button. Allo spagnolo non resta che sperare nella gara dove, solitamente, la F2012 si trasforma.

    GP Abu Dhabi F1 2012: risultati qualifiche e griglia di partenza

    1. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1m40.630s

    2. Mark Webber Red Bull-Renault 1m40.978s + 0.348

    3. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1m41.073s + 0.443

    4. Pastor Maldonado Williams-Renault 1m41.226s + 0.596

    5. Kimi Raikkonen Lotus-Renault 1m41.260s + 0.630

    6. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m41.290s + 0.660

    7. Fernando Alonso Ferrari 1m41.582s + 0.952

    8. Nico Rosberg Mercedes 1m41.603s + 0.973

    9. Felipe Massa Ferrari 1m41.723s + 1.093

    10. Romain Grosjean Lotus-Renault 1m41.778s + 1.148

    Q2 cut-off time: 1m41.907s

    11. Nico Hulkenberg Force India-Mercedes 1m42.019s + 1.118

    12. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1m42.084s + 1.183

    13. Paul di Resta Force India-Mercedes 1m42.218s + 1.317

    14. Michael Schumacher Mercedes 1m42.289s + 1.388

    15. Bruno Senna Williams-Renault 1m42.330s + 1.429

    16. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m42.606s + 1.705

    17. Daniel Ricciardo Toro Rosso-Ferrari 1m42.765s + 1.864

    Q1 cut-off time: 1m43.582s

    18. Jean-Eric Vergne Toro Rosso-Ferrari 1m44.058s + 2.561

    19. Heikki Kovalainen Caterham-Renault 1m44.956s + 3.459

    20. Charles Pic Marussia-Cosworth 1m45.089s + 3.592

    21. Vitaly Petrov Caterham-Renault 1m45.151s + 3.654

    22. Timo Glock Marussia-Cosworth 1m45.426s + 3.929

    23. Pedro de la Rosa HRT-Cosworth 1m45.766s + 4.269

    24. Narain Karthikeyan HRT-Cosworth 1m46.382s + 4.885

    ORE 15.03 – Q3 Vettel ha ancora un problema e deve parcheggiare la sua Red Bull lungo la pista. La direzione gara, intanto, decide di indagare sull’uscita dal box di Grosjean avvenuta in modo pericoloso.

    ORE 15.01 – Q3 Hamilton si accontenta del primo posto senza migliorarsi ulteriormente. Webber sale in seconda posizione davanti a Vettel. Maldonado è a sorpresa quarto. Raikkonen è quinto con Button sesto. Fernando Alonso è solo settimo! Completano la top ten Rosberg, Massa e Grosjean.

    ORE 14.59 – Q3 I big sono nel loro giro lanciato. A breve avremo la classifica finale.

    ORE 14.56 – Q3 Arriva anche Massa. Il brasiliano non è perfetto nel suo giro e si deve accontentare del sesto tempo. Maldonado, però, sale in terza posizione.

    ORE 14.54 – Q3 Si è concluso il primo tentativo. Hamilton si conferma inarrivabile con il tempo di 1.40.630. Vettel è secondo a 4 decimi. Seguono Webber a 6 decimi e Alonso a 9.

    ORE 14.51 – Q3 Tutti in pista tranne Massa e Maldonado.

    ORE 14.50 – Q3 Semaforo verde: ha inizio la terza e decisiva manche.

    ORE 14.44 – Q2 Ecco la classifica degli eliminati dall’11ma alla 17ma posizione:

    11) Hulkenberg 1m42.019s

    12) Perez 1m42.084s

    13) di Resta 1m42.218s

    14) Schumacher 1m42.289s

    15) Senna 1m42.330s

    16) Kobayashi 42.606s

    17) Ricciardo 1m42.765s

    ORE 14.42 – Q2 Rosberg entra in top ten all’ultimo tentativo. Gli eliminati sono Ricciardo, Senna, Kobayashi, Schumacher, Di Resta, Perez e Hulkenberg.

    ORE 14.37 – Q2 A 5 minuti dal termine, la classifica di manche vede Hamilton primo con 3 decimi su Webber, 6 su Vettel e Alonso, 7 su Grosjean e Raikkonen, 9 su Massa e Button. In zona pericolo troviamo la Toro Rosso di Ricciardo, le Sauber, le Williams, le Mercedes e le Force India. Sarà una lotta sul filo dei centesimi di secondo.

    ORE 14.36 – Q2 Ora è Webber il primo ma la soddisfazione dura poco perché Hamilton si migliora e lo supera nuovamente.

    ORE 14.34 – Q2 Vettel sale in seconda posizione.

    ORE 14.30 – Q2 Hamilton è già primo. Alonso è secondo ma si lamenta per un rallentamento subito da parte di Webber.

    ORE 14.26 – Q2 Si riparte. Tutti i piloti sono in pista tranne Hulkenberg. Stavolta si gira con gomme morbide.

    ORE 14.25 In attesa della seconda manche, si accendono le luci articifiali sul circuito di Yas Marina.

    ORE 14.20 – Q1 E’ proprio Vergne l’eliminato! Assieme a lui ci sono i soliti piloti di Marussia, Caterham e HRT. Ecco la classifica degli ultimi sette:

    18) Vergne 1m44.058s

    19) Kovalainen 1m44.956s

    20) Pic 1m45.089s

    21) Petrov 1m45.151s

    22) Glock 1m45.426s

    23) de la Rosa 1m45.766s

    24) Karthikeyan 1m46.382s.

    La direzione gara, intanto, fa sapere di aver aperto un indagine su quanto è accaduto tra Perez e Senna. Stando a quanto visto nei replay, il messicano ha rallentato il pilota della Williams.

    ORE 14.19 – Q1 Testatocoda di Vergne. Il francese riprende la pista ma ora rischia sul serio di essere tra i primi eliminati.

    ORE 14.18 – Q1 Webber sale in seconda posizione con un ritardo di mezzo secondo da Hamilton ed un vantaggio di 6 millesimi su Alonso e 41 millesimi su Massa. Vettel si migliora ma non fa meglio della quinta prestazione a 7 decimi da Hamilton. Tutti i tempi sono fatti con gomme Medium.

    ORE 14.15 – Q1 A 5 minuti dal termine Hamilton è primo con un vantaggio di 5 decimi su Alonso e Massa. Button è quarto a quasi un secondo seguito da Vettel, Maldonado, Raikkonen, Perez, Schumacher e Rosberg. Webberè 14°. In zona pericolo troviamo sempre Toro Rosso e Sauber.

    ORE 14.13 – Q1 Errori di guida anche per Webber. Massa si inserisce in terza posizione.

    ORE 14.12 – Q1 Brivido per Vettel: un replay mostra che il tedesco esce largo da una curva e sfiora le barriere. Poi si migliora ma non va oltre il quarto tempo.

    ORE 14.11 – Q1 Arriva Hamilton. Super giro e prima posizione con 6 decimi di vantaggio su Alonso. Vettel e Webber non riescono a fare meglio della 12a e 13a posizione.

    ORE 14.10 – Q1 Arrivati a metà sessione, troviamo in zona pericolo, oltre ai piloti di HRT, Marussia e Caterham, anche le Toro Rosso, le Force India e le Sauber.

    ORE 14.09 – Q1 Anche Vettel è in pista. Hamilton, intanto, non riesce ancora a completare un giro senza errori. Alonso si riporta in testa.

    ORE 14.08 – Q1 Maldonado scavalca Alonso. Hamilton commette un errore e deve effettuare un altro giro per avere un buon tempo. Webber entra in pista.

    ORE 14.06 – Q1 In attesa che le Red Bull scendano in pista e che Hamilton completi il suo giro veloce, al momento Alonso è primo seguito da Button e Raikkonen.

    ORE 14.05 – Q1 Solo Vettel e Webber non sono ancora scesi in pista.

    ORE 14.02 – Q1 Sulla Ferrari di Alonso viene confermato il nuovo pacchetto aerodinamico. Lo spagnolo è in pista.

    ORE 14.00 – Q1 Si comincia! Subito una decina di piloti in pista. I big attendono.

    ORE 13.52 In questo momento: 29° nell’atmosfera, 31° sul tracciato.

    ORE 13.45 Mancano 15 minuti all’inizio delle qualifiche. Ad Abu Dhabi sono le ore 16.45. Il sole è sulla via del tramonto.

    LaPresse

    Alle ore 14.00 italiane, le 17.00 locali, cominceranno le qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi di Formula 1 2012. Derapate, come consuetudine, seguirà l’evento in diretta live con la solita web cronaca che potete leggere in questo articolo. Chi farà la pole position? Due nomi su tutti: Lewis Hamilton, velocissimo nell’ultima sessione di prove libere di questa mattina e – ovviamente – Sebastian Vettel. Il pilota della Red Bull ha avuto dei problemi ai freni che gli hanno impedito di girare con continuità ma, non appena risolti, ha mostrato subito il solito enorme potenziale. Grosso punto interrogativo, invece, sulle prestazioni della Ferrari. Fernando Alonso non è mai stato velocissimo sul giro secco. Ma la maggior parte delle prove, va ricordato, è stato fatto di giorno con temperature molto più elevate di quelle che si registrano adesso e che si registreranno nel corso della decisiva Q3.