GP Abu Dhabi F1 2012, Raikkonen: finalmente vittoria! [FOTO]

Formula 1: Kimi Raikkonen commenta la vittoria nel GP di Abu Dhabi 2012 dedicandola al team e chiamandone altre nel prossimo futuro

da , il

    In tantissimi lo attendevano sul gradino più alto del podio. Per il suo modo di essere. Di fare. Di correre. Kimi Raikkonen sa fare breccia nel cuore degli appassionati di Formula 1. Trovarlo così in alto in classifica senza mai una vittoria, senza un vero acuto, stonava. A tre gare dalla fine della stagione 2012, in quel di Abu Dhabi, il pilota della Lotus riesce in un sol colpo a mettere tutte le cose a posto. Curiosamente, la sua giornata di gloria coincide con la consapevolezza matematica di non essere più in corsa per la conquista del titolo iridato.

    Raikkonen: “Spero prima vittoria di una lunga serie”

    “Devo dire che in passato si diceva che non sorridevo a sufficienza. Forse ho ancora questo difetto - ha dichiarato Kimi Raikkonen una volta salito sul podio del Gran Premio di Abu DhabiSono felice per il team e per me. Ringrazio tutti. Spero che questo rappresenti una svolta e che ci possa portare ad altre vittorie, se non quest’anno, almeno nella prossima stagione. Abbiamo dimostrato che partendo davanti abbiamo il potenziale per tenere il passo della McLaren e degli altri team. Purtroppo quest’anno non siamo quasi mai riusciti a trovare buone partenze o a qualificarci in buone posizioni”, ha concluso Iceman.

    Lotus, Boullier: “Stavolta la fortuna è venuta da noi”

    La vittoria di Kimi Raikkonen ha il sapore di un successo meritato. Non va dimenticato, però, che senza il ritiro di Lewis Hamilton sarebbe stato impossibile salire sul gradino più alto del podio. Lo sa bene il team principal della Lotus Eric Boullier che dichiara:“C’è stata anche un po’ di fortuna stavolta, ma le corse vanno così. Sono contento per la squadra. In passato ci siamo andati vicini e la vittoria è mancata per poco. Ora devo fare i complimenti al mio team”.

    Hamilton sconfitto e sfortunato: c’è un complotto contro di lui?

    “E’ successo due volte di recente di trovarmi in testa alla gara e dovermi ritirare”, ha ricordato Hamilton citando il GP di Singapore. Avesse ottenuto questi due centri pieni, sarebbe stato ancora pienamente in corsa per il titolo. Da quando ha deciso di abbandonare la McLaren per passare in Mercedes, però, la sorte non gli sorride e lui per primo appare sfiduciato:“E’ andata così - ha aggiunto – le corse sono così. Faccio i complimenti a Raikkonen”. A metterlo KO è stato un problema alla pompa della benzina. E nel paddock c’è già chi giura che qualcuno in quel di Woking abbia complottato contro di lui… mah.