GP Abu Dhabi F1 2012, Red Bull ordina a Webber di aiutare Vettel

Formula 1: la Red Bull dichiara che Mark Webber aiuterà Sebastian Vettel nella lotta con Fernando Alonso per il titolo mondiale 2012

da , il

    GP Abu Dhabi F1 2012, Red Bull ordina a Webber di aiutare Vettel

    Anche la Red Bull ha calato la maschera. Sebbene la Ferrari, al termine delle prove libere del venerdì di Abu Dhabi, non sembri poi tanto minacciosa, il team principal Christian Horner ammette che Sebastian Vettel potrà avvalersi dell’aiuto di Mark Webber nel rush finale della stagione 2012 di Formula 1. “Tra Seb e Fernando ci sono solo 13 punti, meno di quanto si possa racimolare con un terzo posto: ciò significa che non possiamo mollare ma anzi dobbiamo dare il massimo del nostro potenziale. Sappiamo che Mark è un uomo squadra. La matematica ancora non lo taglia fuori dalla lotta per il titolo ma sono certo che darà il massimo per aiutare il team”, ha affermato il capo della scuderia di Milton Keynes.

    Vettel dopo le prove libere:”McLaren pericolosa”

    “Penso si possa essere felici oggi - ha dichiarato Vettel sul sito ufficiale della Red Bull - Al di là di tutto abbiamo avuto un buon giro con le gomme morbide anche se le McLaren sono apparse in generale molto veloci e competitive. Dobbiamo tenerli sotto controllo e batterli. Abbiamo bisogno di migliorare la macchina in vista delle qualifiche di domani facendo il meglio possibile”. Se il leader del campionato è moderatamente ottimista, non è iniziato nel migliore dei modi, invece, il fine settimana di Mark Webber:“Abbiamo avuto un problema con il KERS. Non è stato lo stesso dello scorso fine settimana. Perdere la possibilità di girare durante le prove libere non è mai di aiuto ma non è neppure un dramma. Saremo in grado di riparare la rottura stanotte e ci faremo trovare pronti per domani”.

    Alonso: “Proveremo a mettere pressione alle Red Bull”

    Fernando Alonso spera che la Red Bull senta le pressione. Non solo, come dichiarato da Vettel, della McLaren ma anche della Ferrari. Solo così c’è qualche possibilità che arrivino all’errore o che accusino anche sulla monoposto numero 1 qualche problema di affidabilità che potrebbe tenere aperto un campionato altrimenti già indirizzato verso Milton Keynes. “Sappiamo che la Red Bull può essere leggermente più fragile, come dimostrato dal problema al KERS accusato da Webber – ha detto Alonso in conferenza stampa – quindi dobbiamo pressarli ed essere al limite. Vogliamo essergli abbastanza vicini, capitalizzando ogni loro minimo errore. Un guasto meccanico è sempre nell’aria, e questo vale sia per loro sia per noi. Dobbiamo essere sicuri di avere una macchina molto forte, in modo da poter disputare tutte e tre le ultime gare senza problemi meccanici”. Secondo lo spagnolo, la Ferrari è il team più pronto per affrontare un finale di stagione così tirato:“Quando le cose diventano stressanti e difficili, possiamo ancora dare il 100%. La squadra vanta una lunga esperienza di battaglie per i Campionati del mondo. Tutti sono molto motivati e, in India, abbiamo visto alcuni segnali positivi in termini di passo rispetto alla Red Bull, anche se abbiamo bisogno di guadagnare un altro paio di decimi, in particolare il sabato. La stagione ha avuto i suoi alti e bassi e abbiamo visto una striscia positiva di quattro gare consecutive per la Red Bull, per cui penso che prima o poi dovrà pure avere un calo!”.