Gp Abu Dhabi F1 2013, Red Bull: ora Webber e Vettel liberi di litigare! [FOTO]

La griglia di partenza del Gran Premio di Abu Dhabi 2013 di Formula 1 disegna un po’ di sfide aperte

da , il

    Gp Abu Dhabi F1 2013, Red Bull: ora Webber e Vettel sono liberi di litigare! [FOTO]

    La griglia di partenza del Gran Premio di Abu Dhabi 2013 di Formula 1 disegna un po’ di sfide aperte. La prima è il duello in famiglia Red Bull tra Mark Webber e Sebastian Vettel con l’australiano che è in una delle rare situazioni nelle quali, sulla carta, può dire la sua. Poche settimane fa in Giappone, partendo dalla pole position per la prima volta in stagione, ha rinunciato alla possibile prima vittoria dell’anno solo a causa di una strategia fallimentare messa in piedi dal team. La seconda chiama in causa le Mercedes che tenteranno di ottimizzare il risultato per confermare il secondo posto nel campionato costruttori. La terza riguarda la Lotus che con Kimi Raikkonen e Romain Grosjean spera di potersi inserire nelle zone altissime dell’ordine di arrivo grazie alla forza nel passo gara. Chiude, in tutti i sensi, la Ferrari: Alonso vuole rifarsi dopo la pessima qualifica ma, si sa, le buoni intenzioni a poco servono quando si vuole andare contro le leggi della fisica. E stavolta non avrà neppure il vantaggio di poter partire con le gomme più dure.

    Vettel e Webber liberi di lottare

    “Ha fatto un giro grandioso, ha tirato fuori tutto il meglio trovando traiettorie perfette. Ha fatto un giro perfetto e, grazie al secondo posto di Sebastian, siamo in una ottima posizione per la partenza della gara. Domani vedremo un bello spettacolo trai nostri due piloti che saranno liberi di correre e darsi battaglia”, è stato il commento di Chris Horner. Per la prima volta, forse, potremmo vedere i due piloti della Red Bull darsi battaglia ad armi pari. Con questa affermazione non vogliamo insinuare chissà quale favoritismo oscuro perpetrato nei confronti del quattro volte iridato. Semplicemente ricordare che raramente quest’anno Mark Webber, causa qualifiche non eccellenti o spunti al via al rallentatore, si è trovato nelle condizioni di poter sfruttare a pieno il potenziale della propria RB9. In conferenza stampa, l’australiano della Red Bull già lancia la sfida:“Dopo Q1 e Q2 dove non siamo stati perfetti, abbiamo cambiato un po’ la macchina e mi sono trovato meglio nell’ultimo settore dove Sebastian era già molto veloce. Gli ho tenuto testa e sono rimasto in pole position”, ha dichiarato.

    Mercedes: gara interessante per le strategie

    “Sarà una gara interessante dal punto di vista delle strategie, perché le gomme sembrano essere al limite tra fare uno o due pit stop. Il nostro obiettivo è essere i migliori dopo le Red Bull. Sono fiducioso che si possano portare a casa punti importanti”, è stato il commento di Nico Rosberg. Lewis Hamilton ha aggiunto:“Correre qui è sempre divertente. Mancano 3 eventi alla fine della stagione ma ci sono ancora molte possibilità di imparare cose importanti sul comportamento della macchina. Con Nico puntiamo a fare dei buoni punti per tenere dietro di noi i team rivali. Partire dalla quarta posizione non è male ma qui è difficile superare. Se partiremo bene potremmo lottare per il podio”. Sul testacoda alla fine delle qualifiche, ha detto:“E’ successo qualcosa nella parte destra della macchina mentre stavo entrando nella chicane. Qualcosa si è rotto…”

    Alonso:”Partiremo con le soft”

    Non essendo entrato in Q3, Fernando Alonso è libero di scegliersi per la partenza del GP di Abu Dhabi le gomme che preferisce. Non sembrano, però, esserci stavolta gli estremi per inventarsi qualcosa di eclatante:“Non è stato un giro pulitissimo. Ho perso qualche decimo che mi ha impedito di entrare nel Q3 – ha ammesso – Non siamo comunque mai stati velocissimi oggi. Le gomme morbide sembrano andare meglio con il caldo per cui penso che partiremo con le soft al fine di ottimizzare la performance”.