GP Abu Dhabi F1 2015, prove libere Ferrari. Vettel: tanto lavoro da fare

GP Abu Dhabi F1 2015, prove libere Ferrari. Vettel: tanto lavoro da fare
da in Circuito Yas Marina F1, Ferrari F1, Formula 1 2017, GP Abu Dhabi F1, Prove libere F1, Sebastian Vettel
Ultimo aggiornamento: Domenica 29/11/2015 13:15

    Formula 1, GP Abu Dhabi, il venerdi in pista

    Non è una Ferrari perfettamente a posto, quella vista nelle prove libere del Gran Premio di Abu Dhabi 2015. Sul giro singolo rimedia un divario importante dalle Mercedes, ma era prevedibile. Con le gomme morbide fatica, meglio con le supersoft che danno più grip. Ed è l’aderenza, specialmente nell’ultimo settore, ad aver rappresentato un problema oggi. Poi si è andati a simulare la gara, con il pieno di carburante e lì le cose sono apparse migliori. Con gomme supersoft il graining arriva molto più tardi degli avversari, permettendo di essere competitivi, tra i più veloci sul passo. Con il compound prime, le Pirelli morbide, Vettel ha resistito bene, sul ritmo di Ricciardo, ma Rosberg è stato di un altro pianeta. Difficile interpretare con un’unica chiave il venerdì di Yas Marina, se non sottolineando la necessità di lavorare ancora a fondo e trovare i decimi che mancano nel T3. Seguite con noi LIVE in diretta il GP di Abu Dhabi F1 2015.

    Un Vettel di poche parole ammette le difficoltà, ma non si abbatte: «Dopo tutto è venerdì, possiamo ancora migliorare e dobbiamo farlo, siamo troppo dietro; dovremo ridurre il gap davanti e più ampliarlo dietro. C’è parecchio lavoro da fare». In effetti Red Bull e Force India sono apparse sullo stesso piano della Rossa, anche se nel caso di Perez è immaginabile un run in vera simulazione di qualifica, con poca benzina, tanto da aver fatto una sola tornata e non due. | LEGGI ANCHE – LIBERE 2, ROSBERG VOLA SUL GIRO E SUL PASSO |LIBERE 1, HAMILTON-ROSBERG DETTANO IL RITMO |LA FIA INDAGA SU HAMILTON! | Quali siano i problemi di assetto lo si è visto con Raikkonen, più volte a lamentarsi del sovrasterzo al posteriore, con la necessità di scaricare l’anteriore per riequilibrare la macchina e un deficit di trazione che ad Abu Dhabi non ci si può permettere. «E’ stato un venerdì normale, in certi momenti è stato meglio del solito sul giro singolo. Ho qualche difficoltà con le gomme morbide, ma abbiamo lavorato discretamente. Le Mercedes sembrano molto veloci, cercheremo di fare tutto il possibile, sperando di avere una buona posizione di partenza domenica». Anche con un buon passo gara, le qualifiche saranno cruciali, per non restare nel traffico e perdere tempo inutilmente. E’ un venerdì che non deve abbattere i tifosi, tuttavia, perché più volte quest’anno abbiamo visto come al sabato mattina in Ferrari si siano presentati con una macchina a posto e sanato le magagne delle prime libere.

    553

    PIÙ POPOLARI