GP Abu Dhabi F1 2015, qualifiche: Hamilton subisce gli effetti di Singapore

GP Abu Dhabi F1 2015, qualifiche: Hamilton subisce gli effetti di Singapore
da in Circuito Yas Marina F1, Formula 1 2017, GP Abu Dhabi F1, Lewis Hamilton, Qualifiche F1
Ultimo aggiornamento: Domenica 29/11/2015 13:13

    F1, Gran Premio di Abu Dhabi 2015, le prove libere del venerdì

    E sono sei. Pole position consecutive, firmate Nico Rosberg. Le qualifiche del GP di Abu Dhabi 2015 sembrava avessero preso un’altra piega fino alla Q2, Hamilton velocissimo, Nico alle prese con un motore vecchio e affaticato, unica reale preoccupazione verso la gara. Poi si è andati in Q3 e lì il tedesco ha concretizzato quello che può definirsi, senza esagerare, uno spettacolo. Primo giro un fulmine, al secondo tentativo risponde Hamilton – entrambi più lenti nel T1, per conservare la gomma forse meglio nel finale – e per qualche secondo culla l’illusione della pole, prima che arrivi Rosberg e con un ultimo settore magistrale lo rispedisca a oltre 3 decimi e mezzo, dopo essere stati appaiati, divisi dai centesimi, fino al secondo intermedio. Seguite con noi LIVE in diretta il GP di Abu Dhabi F1 2015.

    La storia che sia appagato Hamilton e non dia tutto non regge. Oggi ha preso un divario che, a parità di macchina, è da ritenersi abissale. La chiave di volta potrebbero essere le modifiche introdotte dal team dopo Singapore, da allora Lewis non riesce a ritagliarsi la W06 Hybrid come la vorrebbe. Più laconico il commento di Nico, evidentemente soddisfatto: «Prima eravamo vicini, ma andava nell’altra direzione, ora va nella mia; sono molto veloce, contento di essere di nuovo in pole, mi sto godendo il momento». C’è dell’altro che non pura “cabala”, così come c’erano ragioni precise per la superiorità di Hamilton in qualifica fino a Monza. | LEGGI ANCHE – FERRARI, CHE ERRORE CON VETTEL! | QUALIFICHE, POLE DI ROSBERG. ERRORACCIO VETTEL | LIBERE 3: ROSBERG VOLA, FERRARI COMPETITIVA |FERRARI, VETTEL: “C’E’ TANTO LAVORO DA FARE” |LIBERE 2, ROSBERG VOLA SUL GIRO E SUL PASSO | «Ho faticato un po’ con la macchina per tutto il week end, abbiamo dovuto togliere qualcosa, Nico è stato molto veloce oggi, un ottimo lavoro nel Q3», commenta l’inglese, che già dopo le libere del venerdì aveva sottolineato quanto non fosse del tutto contento della monoposto e la ricerca di interventi per migliorare la situazione. «Abbiamo un buon passo, il degrado domani ci sarà e proveremo a gestirlo nel miglior modo possibile. Ancora non ho capito perché manchi il bilanciamento in queste ultime gare, non riesco a rendere la macchina adatta a me, Nico sembra aver fatto dei miglioramenti e il mio pacchetto sembra sia peggiorato dopo i cambiamenti di Singapore, devo cercare di recuperare la macchina in vista del prossimo anno». In gara sarà ancor più difficile che in qualifica, perché la superiorità di Rosberg è apparsa evidente al venerdì nei long run, non resta che giocarsi tutte le carte in partenza a Lewis.

    602

    PIÙ POPOLARI