GP Abu Dhabi F1 2015, qualifiche. Sorpresa Perez ma “teme” la gara

Perez protagonista nelle qualifiche del GP di Abu Dhabi 2015, ma in ottica gara c'è il degrado gomme da gestire per la Force India.

da , il

    Problemi di Vettel e Hamilton a parte, le qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi 2015 hanno restituito un magistrale Sergio Perez. Quarto, accanto a Raikkonen, che ha dovuto faticare non poco per aver ragione della Force India, minaccia rapidissima sui rettilinei, ma sufficientemente buona su tutti i 5.550 metri di Yas Marina. Al venerdì, quel terzo tempo sembrava fosse un fuoco di paglia, un tentativo con poca benzina, invece, quando tutti si sono trovati nelle medesime condizioni, ecco la conferma: due macchine nella top ten sono consuetudine ormai, Perez in seconda fila, no.

    «Abbiamo avuto un fine settimana molto al di sotto delle aspettative in Brasile e abbiamo condotto un’analisi attenta e, da lì, imparato tante cose. Oggi credo che sia la risposta a quel che abbiamo appreso», ha commentato. Seguite con noi LIVE in diretta il GP di Abu Dhabi F1 2015.

    Le parole dei protagonisti

    E’ stato in grado di piazzarsi costantemente davanti a Hulkenberg, precedendolo in Q3 di ben mezzo secondo. Un divario importante, a parità di macchina. Ma non si fa illusioni guardando alla gara, Sergio: «Credo che siamo andati oltre la velocità effettiva della macchina di un paio di posizioni, per cui domani sarà molto dura tenere chi è più veloce alle spalle». Ci saranno Ricciardo e Bottas ad avere un passo migliore, sicuramente Daniel, forse Valtteri. Però con i 335 orari sul dritto non sarà semplice per gli inseguitori passare in pista.

    | LEGGI ANCHE – FERRARI, CHE ERRORE CON VETTEL! | QUALIFICHE, POLE DI ROSBERG. ERRORACCIO VETTEL | LIBERE 3: ROSBERG VOLA, FERRARI COMPETITIVA |FERRARI, VETTEL: “C’E’ TANTO LAVORO DA FARE” |LIBERE 2, ROSBERG VOLA SUL GIRO E SUL PASSO |

    «Tutto può succedere e il mio obiettivo principale e di passare Kimi in partenza». Il problema successivo sarà il degrado delle gomme, che Perez riconoscere il tallone d’Achillet attuale: «Se inizieremo a lottare sin dal primo giro potremmo rovinare la nostra gara, facendo degradare completamente le gomme. Sarà una questione di conservare il nostro passo gara, mantenere la nostra posizione ma, se ci sarà qualche opportunità per far meglio, dovremo approfittarne».