GP Abu Dhabi: Hamilton corre da solo

Lewis Hamilton grande protagonista e dominatore del Gran Premio di Abu Dhabi

da , il

    Lewis Hamilton senza avversari nel primo Gran Premio della storia di Abu Dhabi. In quella che a tutti gli effetti viene considerata una seconda casa per la Ferrari, la McLaren è una freccia d’argento pronta a centrare il bersaglio grosso. Per le rosse, siamo al limite dell’umiliazione.

    GP ABU DHABI. “Il mio giro non e’ stato troppo aggressivo”, sta tutta in queste parole, rilasciate da Lewis Hamilton al termine delle qualifiche, la sostanza del Gran Premio di Abu Dhabi. Il pilota McLaren ha ottenuto un tempo strepitoso, distaccato la concorrenza di oltre mezzo secondo, senza neanche bisogno di ricorrere a tutte le sue grandi doti di guida. “Dovrebbe essere una gara emozionante, voglio solo riuscire a fare un buon lavoro domani”, ha aggiunto l’ormai ex campione del mondo in carica, sicuro che un bell’arrivederci al 2009 sarà il miglior modo per continuare alla grande anche nel 2010. McLaren sugli scudi, Ferrari nella polvere. A pochi passi dal circuito di Yas Marina sta sorgendo la più importante succursale dell’impero Ferrari che si sia mai registrata al di fuori dei confini italiani. Di più, la più grande al di fuori del comune di Maranello. Ci sono sponsor ed investitori che hanno percentuali interessanti nella proprietà. Tifosi a flotte. Molti italiani in giro. C’è Montezemolo, Piero il figlio di Enzo Ferrari e tutta l’alta dirigenza del Cavallino pronta ad una magrissima figura. Tutti appesi al solito Kimi Raikkonen che mai come stavolta pare arreso. Realista:“La macchina è questa ed è difficile ottenere di più. La lotta per il terzo posto nel Mondiale costruttori? Basterà che la McLaren finisca la gara e ci arriverà davanti. Avete visto quanto sono veloci? Non abbiamo nessuna possibilità contro di loro”, ha commentato.

    PESI VETTURE F1.

    01 Lewis Hamilton 658.5

    02 Heikki Kovalainen 697.0*

    03 Giancarlo Fisichella 692.5*

    04 Kimi Räikkönen 692.0*

    05 Robert Kubica 654.5

    06 Nick Heidfeld 664.0

    07 Fernando Alonso 708.3*

    08 Romain Grosjean 710.8*

    09 Jarno Trulli 661.0

    10 Kamui Kobayashi 694.3*

    11 Jaime Alguersuari 696.5*

    12 Sébastien Buemi 661.5

    14 Mark Webber 660.0

    15 Sebastian Vettel 663.0

    16 Nico Rosberg 665.0

    17 Kazuki Nakajima 704.0*

    20 Adrian Sutil 696.0*

    21 Vitantonio Liuzzi 695.0*

    22 Jenson Button 657.0

    23 Rubens Barrichello 655.0

    * peso dichiarato

    PRONOSTICO F1. Benché Hamilton sia più leggero di chi lo segue, il pilota McLaren ha la possibilità di andare in fuga già dalla prima curva, sfruttando al meglio la spinta aggiuntiva del Kers in partenza. Ciò detto, Vettel e Webber sembrano favoriti rispetto ai rivali della Brawn GP per occupare i due restanti posti sul podio. Con un bel quantitativo di benzina, Kimi Raikkonen tenta la carta della disperazione. Una safety car ci può stare, fosse solo per il fatto che nessuno ha più niente da perdere e sarà facile vedere gente come Nakajima, Grosjean o Kobayashi andare oltre il limite. In piste nuove si sa che i commissari non sono mai dei fulmini nel rimuovere detriti per cui ci sentiamo di non escludere il fattore sorpresa. Considerazioni buone per movimentare la gara, non per impensierire Lewis Hamilton che, salvo problemi tecnici (vedi cambio rotto dal compagno Kovalainen), passeggerà per Abu Dhabi come uno sceicco in parata d’onore.