GP Abu Dhabi: le vie di fuga fanno discutere

Il Gran PRemio di Abu Dhabi presenterà delle nuove via di fuga, più piccole rispetto al normale, per avvicinare la gente al tracciato

da , il

    Le vie di fuga del circuito Yas Marina ad Abu Dhabi sono troppo piccole. Non si tratta di un errore di valutazione ma della precisa intenzione degli organizzatori di avvicinare maggiormente il pubblico alla pista. Questa volontà segna una svolta negativa in tema di sicurezza. Una vero ritorno al passato. Anche se…

    CIRCUITO YAS MARINA. Secondo alcuni, aver consentito di diminuire le vie di fuga in un circuito di nuova generazione, potrebbe creare un precedente pericoloso. E’ ovvio, infatti, che d’ora in poi anche altrove si tenderà a preservare l’interesse del pubblico pagante rispetto a quello dei piloti. Se l’hanno fatto ad Abu Dhabi, lo possiamo fare anche noi, penseranno gli organizzatori dei GP del futuro. David Coulthard, ex pilota molto impegnato sul fronte della sicurezza e nella GPDA (il sindacato dei piloti), ha commentato con toni tutt’altro che entusiastici il nuovo impianto, provato in anteprima alcuni mesi fa. In particolare, ha criticato l’uscita dalla pit lane con tanto di sottopasso. Quanto alle vie di fuga ridotte all’osso, ha dimostrato di avere molto fiducia nelle barriere di ultima generazione:“Quando un pilota commette un errore uscendo di pista deve ottenerne uno svantaggio. Non si deve procurare un incidente in cui si faccia del male, ma ci deve essere un prezzo da pagare. Credo questa pista abbia ridefinito gli standard di sicurezza della FIA grazie alle nuove barriere”.

    TECPRO. Si chiama Tecpro l’invenzione che potrebbe mandare in pensione le vecchie pile di gomme e consentire, al tempo stesso, di ridurre le vie di fuga mantenendo alti standard di sicurezza per i piloti. E’ una barriera di nuova concezione formata da strati di polietilene che assorbono l’energia dell’impatto. Questa nuova tecnologia si è già vista in azione a Barcellona, Monza e Singapore. Ad Abu Dhabi, però, è la prima volta che viene appositamente utilizzata per ridurre le vie di fuga. Staremo a vedere

    GP ABU DHABI F1. Per il GP di Abu Dhabi, successone storico, Bernie Ecclestone sventola al mondo intero il tutto esaurito. La gara farà il pieno di pubblico. E grazie al piffero! I posti disponibili sono solo 50mila. 50mila persone sono meno di quelle che vanno a San Siro la domenica. Sono meno della metà degli spettatori di Silverstone – GP di Gran Bretagna – che, però, sempre secondo Ecclestone, non è poi così importante…