GP Abu Dhabi: pubblico deluso?

Il Gran Premio di Abu Dhabi chiude la stagione 2009 di Formula 1 lasciando perplessi dal punto di vista dello spettacolo

da , il

    Con il Gran Premio di Abu Dhabi si chiude la stagione 2009 di Formula 1. Quella che doveva essere la gara più spettacolare dell’anno, del mondo, della storia, è stata banale come molte altre. E per il 2010 non c’è da essere ottimisti.

    F1 2010. Ci hanno raccontato che il 2009 è stato un anno privo di spettacolo per colpa dei rifornimenti. Dal 2010, senza questi, sarà tutta un’altra storia. Ora, mi chiedo, esiste davvero qualcuno che crede a questa favola? Se non si vede lo spettacolo con i rifornimenti che mettono in pista vetture dal peso diverso, come si può sperare di vedere spettacolo con vetture che si assomigliano anche sotto quell’aspetto? Non a caso, l’introduzione dei rifornimenti avvenne per aumentare il divertimento. Ora vengono tolti per lo stesso motivo? E’ evidente che il problema è altrove.

    GP ABU DHABI F1. Il circuito di Yas Marina ha tolto ogni alibi a questa Formula 1. Lo spazio per i sorpassi c’era. Tant’è che in qualche rara occasione si son visti dei bei ruota-contro-ruota. Il problema è altrove, dicevo. Sta nel fatto che fino a quando si continuerà a congelare motori, standardizzare l’impossibile, limitare il limitabile, clonare il clonabile consentendo ai progettisti di rovinare la scia di chi segue, il trenino di auto resta l’unica soluzione. O si dà un taglio netto al problema delle scie o si prova a liberalizzare qualche area della macchina adesso tabù. Tornando ai rifornimenti ed al regolamento 2010, non sono un loro supporter, ma credo che toglierli con questo scenario tecnico-regolamentare sia un ulteriore zappa sui piedi. La speranza è solo che Jean Todt abbia delle idee. E siano chiare.