GP Australia F1 2012, prove libere 1: McLaren al top con Button e Hamilton

Formula 1: commenti e classifica dei tempi della prima sessione di prove libere del Gran Premio d'Australia di F1 2012

da , il

    McLaren, prove libere f1 2012 australia

    E’ la McLaren la grande protagonista della prima sessione di prove libere del venerdì del Gran Premio d’Australia di Formula 1 2012. In quella che può essere considerata poco più che una sessione aggiuntiva di test invernali, le vetture di Woking tirano fuori tutto il loro potenziale, tenuto ben nascosto nelle tre settimane di prove tra Jerez e Barcellona. Il miglior tempo è di Jenson Button. Lewis Hamilton segue a due decimi. Tutti gli altri beccano ben più di mezzo secondo: Michael Schumacher è terzo a sei decimi, Fernando Alonso è quarto ad otto. La Red Bull non va oltre il quinto tempo con Mark Webber e l’undicesimo con Sebastian Vettel.

    Prove libere 1, GP Australia F1 2012

    Le prima prove libere della stagione 2012 di Formula 1 sono cominciate con pista umida. I piloti, quindi, hanno inizialmente utilizzato le gomme intermedie. Solo a quindici minuti dal termine sono arrivati i tempi buoni per la classifica. La McLaren, come detto, ha mostrato un ottimo stato di forma mettendo tutti in riga. Schumacher ha chiuso con il terzo tempo davanti a Fernando Alonso che tiene, per ora, a galla la Ferrari. La Red Bull non va oltre il quinto tempo di Mark Webber ed il sedicesimo di Sebastian Vettel. Dietro all’australiano troviamo l’altra Mercedes di Nico Rosberg, la Toro Rosso di Daniel Ricciardo, la Williams di Pastor Maldonado, la Lotus di Kimi Raikkonen e la Sauber di Kamui Kobayashi. Da segnalare, infine, il 18° posto di Felipe Massa. Il brasiliano ha concluso le prove anzitempo a causa di un’uscita di pista.

    GP Australia F1 2012, Prove libere 1: classifica dei tempi

    1. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m27.560s 11

    2. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1m27.805s + 0.245 14

    3. Michael Schumacher Mercedes 1m28.235s + 0.675 17

    4. Fernando Alonso Ferrari 1m28.360s + 0.800 21

    5. Mark Webber Red Bull-Renault 1m28.467s + 0.907 21

    6. Nico Rosberg Mercedes 1m28.683s + 1.123 22

    7. Daniel Ricciardo Toro Rosso-Ferrari 1m28.908s + 1.348 23

    8. Pastor Maldonado Williams-Renault 1m29.415s + 1.855 16

    9. Kimi Raikkonen Lotus-Renault 1m29.565s + 2.005 8

    10. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m29.722s + 2.162 26

    11. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1m29.790s + 2.230 21

    12. Nico Hulkenberg Force India-Mercedes 1m29.865s + 2.305 17

    13. Paul di Resta Force India-Mercedes 1m29.881s + 2.321 18

    14. Bruno Senna Williams-Renault 1m29.953s + 2.393 21

    15. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1m30.124s + 2.564 22

    16. Romain Grosjean Lotus-Renault 1m30.515s + 2.955 16

    17. Heikki Kovalainen Caterham-Renault 1m30.586s + 3.026 16

    18. Felipe Massa Ferrari 1m30.743s + 3.183 11

    19. Jean-Eric Vergne Toro Rosso-Ferrari 1m31.178s + 3.618 17

    20. Vitaly Petrov Caterham-Renault 1m31.983s + 4.423 8

    21. Timo Glock Marussia-Cosworth 1m34.730s + 7.170 8

    22. Charles Pic Marussia-Cosworth 1m40.256s + 12.696 11

    23. Narain Karthikeyan HRT-Cosworth no time 3

    24. Pedro de la Rosa HRT-Cosworth no time 0

    Button: McLaren team ideale

    Jenson Button comincia con il piede giusto la propria stagione 2012 di Formula 1. “Non esiste posto migliore per me in questo momento - ha dichiarato facendo riferimento al proprio team – ho visto la fiducia crescere intorno a me. E’ una cosa positiva. Non mi limito a guidare ma aiuto la squadra a crescere”. Il pilota McLaren sente profumo di successo:“L’atmosfera qui è davvero positiva. Si può paragonare a quando vinsi con la Brawn. Stiamo sviluppando bene la macchina ma sarà dura perché non ci saranno solo le Red Bull da battere ma anche Mercedes, Lotus e Sauber”. Il campione del mondo 2009 dimentica completamente la Ferrari. Probabilmente non crede nelle possibilità di recupero a breve termine del team italiano. “La chiave per combattere per il titolo è iniziare la stagione con una buona macchina. Noi pensiamo di esserci”, ha aggiunto.

    Hamilton: non è importante vincere subito

    Lewis Hamilton si discosta nettamente al compagno di squadra e dichiara di non essere particolarmente interessato ad una partenza subito vincente:“Secondo i dati dei long run e del degrado delle gomme siamo tra i primi 3-4 team. Credo in una Lotus abbastanza veloce. Aspetto non solo la Red Bull ma anche Mercedes e Ferrari. Vincere la prima gara non è importante come potrebbe sembrare. Lo scorso anno ho cominciato bene la stagione ma non mi è servito a molto. E’ più importante essere costanti”, ha spiegato l’anglo-caraibico della McLaren.