GP Australia F1 2013: due zone Drs; cosa attendersi dalla Williams? [FOTO]

Confermate le due zone Drs per il Gran Premio d'Australia 2013 - da rispettare anche in prova e in qualifica - con un unico detection point

da , il

    classifica team formula 1 2012

    Il primo gran premio della stagione porta con sé anche una delle poche novità regolamentari per il 2013. Il Gran Premio d’Australia 2013 vedrà l’esordio della regola che limita l’utilizzo dell’ala mobile durante le libere e in qualifica ai due settori previsti anche per la gara.

    All’Albert Park si replica la scelta fatta nel 2012, con un unico detection point, prima della curva Stewart, la 14, nel complex delle due veloci pieghe a destra in terza e quarta marcia, che portano verso il rettilineo dei box.

    Sarà lì che si potrà utilizzare il Drs e tentare l’attacco alla staccata, non troppo decisa, della prima curva. Se l’operazione non dovesse andare a buon fine – com’è facile che accada, viste le difficoltà di restare vicini a chi precede nell’ultima curva, con perdita di carico aerodinamico – allora ecco il secondo tentativo.

    Usciti dalla prima veloce chicane, nell’allungo che porta alla curva 3 (Whiteford) si sarà già vicini a chi precede e con una staccata dalla settima alla terza si potrà ripetere la manovra.

    In qualifica non vedremo così l’apertura dell’ala negli altri due rettilinei del semipermanente di Melbourne, quelli nel settore centrale di pista, interrotti dal velocissimo sinistra-destra delle curve 11 e 12.

    Williams: cosa farà a Melbourne?

    D’accordo, davanti i nomi saranno quelli dei soliti noti: Ferrari e Red Bull, Lotus e McLaren, Mercedes. Non necessariamente in quest’ordine. E poi? Gli outsider per il mondiale 2013 quali saranno? Detto di una Sauber pronosticata in gran spolvero dai media tedeschi, con addirittura chance di vittoria (!) accreditate da Hans-Joachim Stuck, c’è una Williams intorno alla quale l’interesse è notevole.

    Mike Coughlan si è detto certo di poter ripetere la vittoria di Maldonado nel 2012 in Spagna, poi c’è il talento di Bottas da misurare. Insomma: cosa possiamo attenderci dalla scuderia di patron Frank? «Venerdì faremo ancora dei lavori aerodinamici a Melbourne con entrambi i piloti. Finora i risultati sono stati interessanti e prenderemo una decisione dopo le prime libere». Il segnale è chiaro, ci sono novità aerodinamiche da vagliare e se risponderanno bene andranno dritte al debutto. A Barcellona tanta attenzione è stata riversata sulle nuove pance, ma si è visto anche un nuovo alettone anteriore, con le paratie laterali molto aperte, per convogliare l’aria verso l’intero e i profili alari: un soffiaggio ben maggiore nelle dimensioni rispetto alle 4 feritoie Ferrari.

    «Abbiamo in ogni caso due pacchetti aero molto validi, ciascuno con i suoi vantaggi: le temperature e la natura del circuito ci diranno quale scegliere», conclude Coughlan.

    «Ci aspettiamo di esser più competitivi dello scorso anno (quando Maldonado finì a muro nelle battute conclusive, mentre era in scia della Ferrari di Alonso; ndr)», ha spiegato il venezuelano.

    FOTOGALLERY GRAN PREMIO AUSTRALIA 2012

    Riparte il Fanta F1 di Derapate!

    fantaf1

    Come ogni anno, riparte il tradizionale gioco del nostro blog: il FANTA F1!. Il gioco consiste nell’indovinare la pole position e i primi 8 classificati di ogni Gran Premio di Formula 1. Pensi di poter azzeccare il pronostico? Allora cosa aspetti: clicca qui per partecipare, , mentre se vuoi leggere il regolamento, lo trovi in quest’altro link. Cosa aspetti: il Fanta F1 aspetta solo te!