GP Australia F1 2013, Ferrari: rebus gomme elemento decisivo

da , il

    GP Australia F1 2013, Ferrari: rebus gomme elemento decisivo

    Il dato salta all’occhio: nelle prime qualifiche della stagione 2013 di Formula 1, quelle che si sono appena svolte in Australia, Felipe Massa ha battuto Fernando Alonso! Inizia con questo affronto l’annata della Ferrari. Ed è questa la notizia più grossa del clan del Cavallino Rampante. Il fatto che i due piloti siano al quarto e quinto posto con un distacco pesante dalla Red Bull, soprattutto quella di Sebastian Vettel, è un qualcosa che era già atteso dopo le prove libere del venerdì. Sono solo 3 millesimi, invece, quelli che mettono il brasiliano davanti allo spagnolo. Ma rappresentano un segnale importante ed in piena continuità con quanto visto a fine 2012. Diversamente da allora, c’è una grande incognita con la quale fare i conti ed è quella del degrado delle gomme Pirelli. Chi sbaglia i conti e gioca male le proprie carte in tema di strategia, rischia tantissimo!

    Ferrari, Domenicali:”Occhi al degrado gomme”

    Così parla Stefano Domenicali ai microfoni di Sky:“Abbiamo visto che oggi c’è un grande gap tra noi e le Red Bull. Facciamo i nostri complimenti a loro ma guardiamo alla gara. Abbiamo degli obiettivi da raggiungere e sappiamo che conterà molto il degrado degli pneumatici. Il modo nel quale sarà gestito è fondamentale”.

    Massa: “Buona posizione di partenza”

    Per una volta Felipe Massa merita di essere intervistato prima di Fernando Alonso. Quei 3 millesimi che lo hanno messo davanti allo spagnolo hanno un gran significato simbolico:“Visto quello che è successo ieri, sono contento del mio risultato. La gara è lunga ma non partiamo troppo dietro. Siamo messi bene. Tra un po’ già ci siamo. Questa strana qualifica è stata quasi come un warm up ma con molta più posta il palio…”, ha detto il paulista.

    Alonso inizia già coi calcoli, brutto segno?

    Fate voi le considerazioni del caso. Fernando Alonso inizia già a fare i suoi calcoli. Forse non è un buonissimo segno per la Ferrari. “Il nostro obiettivo di oggi è essere sul podio. E’ un obiettivo realistico visto che siamo già in quinta posizione. Penso che possiamo fare una buona partenza e puntare su un’ottima strategia – ha ammesso – Complimenti alla Red Bull: sono i migliori e lottano al vertice da 4 anni. Due volte, però, li abbiamo disturbati e li abbiamo costretti a vincere all’ultima gara. Quest’anno daremo loro ancora molto fastidio”, ha minacciato. Chissà quanto realmente convinto…