GP Australia F1 2013, qualifiche: disputata solo la Q1! Q2 e Q3 rinviate per pioggia

Qualifiche GP Australia F1 2013: cronaca di quanto avvenuto nella complicata giornata di sabato

da , il

    Incredibile ma vero. Dopo due ore di attesa condite da pioggia, pioggia pioggia e pioggia. Le qualifiche del Gran Premio d’Australia si concludono con una misera Q1 disputata in condizioni al limite della praticabilità. E basta. Q2 e Q3 sono state rimandate a domenica mattina ore 11 di Melburne. Ciò significa che sapremo solo la prossima notte, alle ore 1 italiane, chi sarà il pilota ad ottenere la prima pole position del 2013. A seguire trovate il racconto di quello che successo! Se ve lo siete perso in diretta…

    08.45 Arriva la comunicazione ufficiale: Q2 e Q3 sono posticipate a domani alle ore 11 australiane, vale a dire le ore 1 italiane! Buona notte a tutti. In Ferrari speravano altro. Facce tese al box del Cavallino Rampante.

    08.35 Horner dichiara a Sky:“Il tempo è molto brutto ma siamo qui in attesa di sapere cosa deciderà la direzione gara visto che, oltre al meteo, abbiamo il problema che qui a breve sarà buio”. Si rischia che la griglia di partenza sia questa:

    1. N.Rosberg Mercedes Mercedes 1:43.380

    2. F.Alonso Ferrari Ferrari 1:43.850

    3. R.Grosjean Lotus Renault 1:44.284

    4. S.Perez McLaren Mercedes 1:44.300

    5. M.Webber Red Bull Renault 1:44.472

    6. F.Massa Ferrari Ferrari 1:44.635

    7. S.Vettel Red Bull Renault 1:44.657

    8. J.Button McLaren Mercedes 1:44.688

    9. J.Vergne Toro Rosso Ferrari 1:44.871

    10. L.Hamilton Mercedes Mercedes 1:45.456

    11. K.Raikkonen Lotus Renault 1:45.545

    12. P.di Resta Force India Mercedes 1:45.601

    13. N.Hulkenberg Sauber Ferrari 1:45.930

    14. D.Ricciardo Toro Rosso Ferrari 1:46.450

    15. V.Bottas Williams Renault 1:47.328

    16. A.Sutil Force India Mercedes 1:47.330

    17. P.Maldonado Williams Renault 1:47.614

    18. E. Gutierrez Sauber Ferrari 1:47.776

    19. J. Bianchi Marussia Cosworth 1:48.147

    20. M.Chilton Marussia Cosworth 1:48.909

    21. G.Garde Caterham Renault 1:49.519

    22. C.Pic Caterham Renault 1:50.626

    08.24 Attenzione: aumenta di nuovo l’intensità della pioggia. La partenza della Q2 viene posticipata di altri 20 minuti. Partirà quando in Australia saranno le 18.50 e in Italia le 8.50. Sul tracciato di Melbourne non c’è illuminazione artificiale per cui, a questo punto, si fatica a credere che queste qualifiche possano arrivare in fondo.

    08.23 Charlie Whiting della FIA spiega che il lavoro sta andando avanti per pulire il tracciato dai tanti detriti e togliere l’acqua dalle pozze ma ammette di non essere sicuro al 100% di riuscire a far ripartire queste qualifiche. In Ferrari, intanto, cominciano a sperare che non si riparta per beneficiare dell’attuale seconda posizione di Alonso.

    08.14 In alternativa, se le condizioni non consentiranno di proseguire, la direzione gara potrebbe decidere di far disputare solo la Q2 e assegnare la pole position al termine della seconda manche. C’è persino la possibilità che non si faccia più nulla e si tenga conto della classifica della Q3. In quel caso, Rosberg sarebbe in pole position con Alonso in prima fila e Vettel solo nono.

    08.09 La direzione gara annuncia un ritardo di altri 20 minuti. La Q2 inizierà alle 08.30! Si inizia a pensare che le qualifiche rischiano di essere spostate alla domenica mattina…

    07.59 La seconda manche comincia ancora con la pioggia proprio quando sembrava che l’asfalto stesse rapidamente asciugandosi. I commissari, infatti, rimandano il suo inizio alle 18.10.

    Ecco cosa si vede dal box della Lotus.

    Q1 – ELIMINATI Ecco i tempi degli eliminati. Sutil è 16° e salvo con 1m47.330

    17) Maldonado 1m47.614s

    18) Gutierrez 1m47.776s

    19) Bianchi 1m48.147s

    20) Chilton 1m48.909s

    21) van der Garde 1m49.519s

    22) Pic. 1m50.626s.

    Q1 – ORE 07.50 Si chiude la prima sessione con tutti i piloti che migliorano e scendono sotto al muro del minuto e 44”. Un botto di Pic prima ed uno di Gutierrez poi fanno sventolare le bandiere gialle ed impediscono i tentativi dell’ultimo istante. Gli eliminati sono Pic, Van der Garde, Chilton, Bianchi, Gutierrez e Maldonado. Il più veloce è Rosberg che rifila mezzo secondo ad Alonso e quasi uno pieno al terzo Grosjean.

    Q1 – ORE 07.45 La pista si sta asciugando sensibilmente. Massa torna in pista con gomme intermedie. Ma è un rischio. Gli altri sono ovviamente con gomme da bagnato e faticano in certi tratti della pista. I tempi, però, sono maturi visto che tutti imitano il brasiliano. Ci aspettiamo adesso di vedere, a 5 minuti dalla fine, un nuovo volto della classifica dei tempi. Ricordiamo che quest’anno, causa assenza della HRT, sono 6 i piloti ad essere eliminati al termine della Q1 e della Q2. In zona pericolo ci sono i piloti di Marussia, Caterham ma anche le Williams di Maldonado e Bottas

    Q1 – ORE 07.43 I migliori girano ora sul minuto e 46”. Tra questi c’è Vergne con la Toro Rosso. A metà prima manche, è Vettel a portarsi al comando.

    Q1 – ORE 07.40 Massa va in testacoda e sbatte sulle barriere. L’ala anteriore è distrutta ma la macchina sembra incredibilmente a posto per il resto. Il brasiliano raggiunge i box. Anche Webber va sull’erba e riparte. Problemi per tutti. L’aderenza è veramente al limite. Hamilton, intanto, prosegue con l’ala rotta senza tornare al box.

    Q1 – ORE 07.38 Grande traffico in pista. Piloti molto vicini. Hamilton sta girando con l’ala posteriore danneggiata e viene chiamato al box. Cambiarla significa perdere molto tempo.

    Q1 – ORE 07.35 Dopo i primi minuti, è Rosberg il più veloce in 1’48”. I replay mostrano un testacoda di Hamilton che rischia di metterlo fuori causa. Si trova con la macchina ferma sull’erba e riesce a ripartire con estrema difficoltà perché le ruote scivolano senza grip. Ha rischiato di concludere lì le proprie qualifiche.

    Q1 – ORE 07.30 Si parte! Tutti in pista. La strategia è quella di girare a lungo con gomme da bagnato e attendere che la pista migliori in aderenza mentre il carburante va calando. E’ in sostanza una situazione di attesa con i tempi che si abbasseranno via via che scorreranno i minuti. Tutti si giocheranno le loro vere carte negli ultimi istanti della sessione!

    ORE 07.18 Ancora tanta acqua in pista e non solo. Si prevedono grossi problemi di visibilità. L’inizio delle qualifiche viene spostato alle ore 07.30. Ricordiamo che in Australia sono nove ore avanti con il fuso orario. Ecco cosa si vede dal box Ferrari.

    ORE 07.08 Altri 10 minuti di rinvio. Si parte alle ore 07.20 italiane.

    ORE 06.58 Infatti arriva la comunicazione che la sessione partirà con 10 minuti di ritardo. I commissari sono al lavoro per spazzare via l’acqua dalle pozze. Piove ancora ma con meno intensità.

    ORE 06.55 Qualcuno sospetta che la sessione di qualifiche possa iniziare con qualche minuto di ritardo per dare il tempo alla pista di asciugarsi un po’.

    ORE 06.51 A meno di dieci minuti dall’inizio delle qualifiche, ci sono ancora ombrelli aperti a Melbourne. Piove a dirotto ed i tecnici sono veramente indaffarati: per non avere un risultato pessimo oggi si deve comunque ricorrere ad un assetto da bagnato che domani potrebbe essere molto limitante. Difficile fare la scelta giusta.

    ORE 06.40 Parla Stefano Domenicali della Ferrari a Sky:“Saranno condizioni difficili da interpretare. Dovremmo farci trovare al posto giusto al momento giusto. Quando Felipe Massa ha girato con il bagnato pesante ha fatto vedere buone cose. Non possiamo, però, privilegiare troppo la qualifica bagnata perché quello che conta è la gara e per domani si prevede asciutto”.

    ORE 06.38 Ribadiamo quanto già detto nel corso delle prove libere 3. Vedi foto. La FIA, causa problemi tecnici, non utilizzerà i led luminosi presenti negli abitacoli dei piloti per mandare avvisi. Sempre a proposito di imprevisti, un black out causato dalla pioggia, ha oscurato fino a pochi minuti fa il segnale delle televisioni.

    ORE 06.35 Ciò che interessa e deve interessare in questo momento a tutti gli appassionati di questo sport è il meteo. Le condizioni sono molto incerte e variabili proprio come abbiamo già visto nell’ultima sessione di prove libere conclusasi meno di due ore fa. Ecco com’è la situazione in pit lane.

    ORE 06.30 Sono dieci le ore di fuso orario tra Australia e Italia. Partiranno tra mezz’ora, alle ore 7 del mattino qui da noi, le prime qualifiche della stagione 2013 di Formula 1 (qui il programma completo e gli orari del GP d’Australia di F1 2013).

    ORE 06.25 Benvenuti mattinieri appassionati di Formula 1 alla prima qualifica della stagione 2013. Siamo in Australia - circuito di Melbourne - e questa è la diretta live di Derapate.it. Per restare aggiornati su ciò che avviene in pista è sufficiente ricaricare questa pagina. Al termine delle tre sessioni di prove libere siamo in grado di affermare che il favorito numero 1 per la partenza al palo è quello che il numero “1″ ce l’ha anche sulla macchina. Stiamo ovviamente parlando di Sebastian Vettel. Il pilota della Red Bull, però, non è del tutto sereno in quanto, nella sessione di poche ore fa, ha dovuto fare i conti con due nemici: la pioggia da una parte; la fragilità della sua macchina dall’altra. Dietro al tedesco non possiamo non piazzare il compagno di squadra Mark Webber. Arrivano solo dopo le Ferrari, insidiate da Mercedes e Lotus. Sia Alonso che Massa vanno forte nei primi due settori ma perdono molto nella terza parte del tracciato.

    FOTOGALLERY: PROVE LIBERE GP AUSTRALIA F1 2013

    Riparte il Fanta F1 di Derapate!

    Come ogni anno, riparte il tradizionale gioco del nostro blog: il FANTA F1!. Il gioco consiste nell’indovinare la pole position e i primi 8 classificati di ogni Gran Premio di Formula 1. Pensi di poter azzeccare il pronostico? Allora cosa aspetti: clicca qui per partecipare, , mentre se vuoi leggere il regolamento, lo trovi in quest’altro link. Cosa aspetti: il Fanta F1 aspetta solo te!

    Foto: AP/LaPresse e twitter