GP Australia F1 2013, qualifiche rinviate: la FIA beffa la Ferrari [FOTO]

Qualifiche del GP d'Australia di F1 2013 rinviate a domenica mattina

da , il

    qualifiche rinviate FIA australia 2013

    Foto: Sutton-twitter

    Non è andata a nessuno la pole position del Gran Premio di Australia! Sì avete letto bene: la prima qualifica della stagione 2013 di Formula 1 è stata un flop clamoroso. L’attesa era tanta ed il destino beffardo ha messo ancor più a dura prova la pazienza degli appassionati. Causa eccessiva pioggia, infatti, la direzione gara ha ritardato l’inizio della prima manche ed ha rinviato clamorosamente a domenica la seconda e la terza. Quelle decisive. Sabato pomeriggio si è fatto talmente tanto tardi che le condizioni della luce hanno reso impossibile proseguire. Confidando nel sole previsto per domani, i team si troveranno a sfidarsi alle ore 11 del mattino, sei ore prima della partenza della gara. In Italia sarà l’una di notte visto che il fuso orario dice che l’Australia è ben dieci ore avanti. Dopo questa decisione i volti più tesi sono stati quelli del box Ferrari. Alonso si trovava provvisoriamente, al termine della Q1, in seconda posizione mentre Vettel era solo settimo. la FIA poteva anche decidere di utilizzare quella classifica lì come griglia di partenza.

    La FIA, dicevamo, poteva anche decidere di utilizzare la classifica della Q1 come griglia di partenza definitiva. Evidentemente, vecchia storia, il Cavallino Rampante non gode di santi in paradiso. Ha ipotizzato qualcuno. La Ferrari potrà contare sull’amicizia con Jean Todt (comunque nemico giurato di Alonso, fate voi) ma, quando si parla di interpretazione dei regolamenti, sembra essere sempre la più penalizzata. L’atteggiamento da lamentosi vittime di complotti è tanto patetico quanto lo è – all’inverso – quello di coloro i quali attribuiscono alla Rossa di Maranello un peso tale da essere soggetta a favoritismi. Se la pensate così, cambiate canale: ragazzi, per voi, c’è Voyager! La scuderia italiana ha sicuramente un peso politico rilevantissimo. E lo ha per il seguito che porta in termini di interesse da parte del pubblico. Ma da qui a pensare che si possano fare regola a suo favore è alquanto bizzarro. Lo stesso dicasi, appunto, per l’atteggiamento opposto.

    Alonso naviga sull’acqua come e, contemporaneamente, meglio dei suoi colleghi. Rosberg escluso. Il risultato della Q1 è tutto a vantaggio di questi due. Il risultato, però, è completamente inutile visto che domani sarà fatto il solito reset e, nella Q2, dovranno riguadagnarsi la pagnotta. Il ragionamento che fanno in casa Ferrari è semplice: noi ci siamo presi dei rischi perché volevamo stare davanti avendo previsto tutto. Tutto tranne l’idea di posticipare le qualifiche a domenica mattina. Se Alonso fosse uscito di pista, infatti, si sarebbe anche potuto trovare ultimo. Altri sono stati più cauti e sono stati premiati da una decisione alquanto inedita d parte della direzione gara. Ecco l’inutile classifica provvisoria.

    1. Nico Rosberg Mercedes 1m43.380s

    2. Fernando Alonso Ferrari 1m43.850s + 0.470s

    3. Romain Grosjean Lotus Renault 1m44.284s + 0.904s

    4. Sergio Perez McLaren-Mercedes 1m44.300s + 0.920s

    5. Mark Webber Red Bull-Renault 1m44.472s + 1.092s

    6. Felipe Massa Ferrari 1m44.635s + 1.255s

    7. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1m44.657s + 1.277s

    8. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m44.688s + 1.308s

    9. Jean-Eric Vergne Toro Rosso-Ferrari 1m44.871s + 1.491s

    10. Lewis Hamilton Mercedes 1m45.456s + 2.076s

    11. Kimi Raikkonen Lotus-Renault 1m45.545s + 2.165s

    12. Paul di Resta Force India-Mercedes 1m45.601s + 2.221s

    13. Nico Hulkenberg Sauber-Ferrari 1m45.930s + 2.550s

    14. Daniel Ricciardo Toro Rosso-Ferrari 1m46.450s + 3.070s

    15. Valtteri Bottas Williams-Renault 1m47.328s + 3.948s

    16. Adrian Sutil Force India-Mercedes 1m47.330s + 3.950s

    17. Pastor Maldonado Williams-Renault 1m47.614s + 4.234s

    18. Esteban Gutierrez Sauber-Ferrari 1m47.776s + 4.396s

    19. Jules Bianchi Marussia-Cosworth 1m48.147s + 4.767s

    20. Max Chilton Marussia-Cosworth 1m48.909s + 5.529s

    21. Giedo van der Garde Caterham-Renault 1m49.519s + 6.139s

    22. Charles Pic Caterham-Renault 1m50.626s + 7.246s

    Ad onor del vero, parlare di polemica Ferrari è, al momento, alquanto eccessivo. Quello manifestato dal team italiano è solo disappunto. A caldo, si può dire, c’avevano fatto un po’ la bocca ad uno scenario che avrebbe favorito alla grande Alonso in vista della gara. Va detto, infatti, che la F138 ha un buon passo gara e, se si trovasse in una buona posizione al via, lo spagnolo potrebbe aspirare anche al bersaglio grosso nel GP d’Australia.

    Il primo pilota a pronunciarsi pubblicamente è stato Lewis Hamilton:“In definitiva è stata presa la decisione giusta. Era pericoloso uscire in quel momento - ha detto a Sky commentando la decisione di non far uscire le macchine più che quella di far disputare le qualifiche domani – non è stato un bel fine settimana fino ad ora, spero di rifarmi”.