GP Australia F1 2013: Vettel in pole mette paura a tutti! Mercedes esulta con Hamilton

da , il

    GP Australia F1 2013: Vettel in pole mette paura a tutti! Mercedes esulta con Hamilton

    Siamo alle solite. La Red Bull è su un’altra categoria e regala a Sebastian Vettel l’ennesima pole position. Le qualifiche umide del Gran Premio d’Australia potrebbero scombussolare i valori in campo ma l’ultima creazione di Adrian Newey è talmente superiore alla concorrenza che non ci sono patemi per i due piloti. Guai, però, a sperare che Vettel ammetta che è stato tutto facile:“E’ stato un weekend molto positivo per noi fino ad ora. Da venerdì siamo entrati nel giusto feeling e ci siamo bene adattati a questa situazione. E’ stata una decisione giusta quella di fare le qualifiche oggi. Non si può dire, però, che sia stata semplice”, ha dichiarato il tre volte iridato in conferenza stampa.

    Vettel: “Attenti al degrado gomme”

    “In queste condizioni la pista diventa sempre più veloce e aumenta la nostra fiducia con il passare delle curve. Ci si migliora sempre giro dopo giro. Per noi questo è un ottimo modo per cominciare la prima corsa”, ha aggiunto Sebastian Vettel. L’attenzione di tutti va ora sul degrado degli pneumatici. I dati raccolti venerdì sembrano da buttare. “Ora le condizioni andranno migliorando per la gara – ha detto il tedesco della Red Bull – Vedremo cosa accadrà. Sembra che le condizioni meteo siano molto simili a quelle dei testi di Barcellona per cui dobbiamo stare attenti al degrado delle gomme cercando di prendere decisioni sul momento”.

    Webber: “Impossibile fare meglio”

    Mark Webber si accontenta del secondo posto in griglia di partenza:“Ho fatto un lavoro fantastico. Era facile fare errori perché la situazione era molto complessa. Siamo riusciti a gestire questa sessione di qualifica ottenendo il massimo possibile. Tutti i piloti erano frustrati per non aver potuto mettere le gomme slick prima. Alla fine, comunque, per noi è andato tutto al meglio. Manca ancora molto per poterci dire soddisfatti. Probabilmente la gara sarà asciutta e si dovrà capire la finestra giusta di utilizzo delle gomme. Le cose possono cambiare in fretta. Noi abbiamo fatto tutto il possibile anche nei test per adattarci ad ogni eventualità”.

    Hamilton ci sta prendendo gusto

    Lewis Hamilton è la minaccia numero uno per le Red Bull. Terrà la Mercedes sulla distanza? Difficile dirlo. Il diretto interessato non si sbilancia:“Il team ha fatto un lavoro fantastico dall’anno scorso. Le condizioni erano molto insidiose. Sono molto soddisfatto di essere così in altro in griglia ad inizio stagione. Ora sappiamo di avere una macchina sulla quale lavorare che ha un’ottima base. La McLaren è in difficoltà? - ha risposto stuzzicato dai giornalisti – Non voglio vedere la questione in questi termini. Sapranno ripetersi. A me interessa solo essere felice di trovarmi bene qui alla Mercedes”. A proposito di casa Woking, Button – decimo in griglia – ha dichiarato:“Nella Q3 non siamo riusciti a fare i giri che ci aspettavamo ed è stato frustrante per noi”.

    Mercedes, Lauda: “Red Bull è un problema per tutti”

    Lapidario ma centrato è il commento di Niki Lauda:“Le prove sono andate molto bene. Per dare giudizi su di noi aspettiamo la gara. La Red Bull e Vettel sono già un grande problema e lo sono per tutti”. Horner gli replica, provando un dribbling:“E’ un grande inizio di stagione. E’ fantastico avere da subitio la pole. Ma sarà un pomeriggio molto intenso per preparaci alla corsa. Dobbiamo fare in modo di convertire questa posizione in una buona partenza e poi fare del nostro meglio. Avremo molti clienti scomodi”.