GP Australia F1 2014, qualifiche: Hamilton in pole, Ricciardo stratosferico [FOTO e VIDEO]

A Melbourne, le qualifiche assegnano la pole a Lewis Hamilton

da , il

    Era l’uomo che tutti si aspettavano di trovare in pole position nelle qualifiche del Gp d’Australia 2014, e Lewis Hamilton non delude. Al termine di una lotta sul bagnato con il compagno di team Rosbeg, l’inglese riesce a spuntarla per tre decimi. Ma c’è Ricciardo alle sue spalle. L’australiano fa un debutto stratosferico, su una Red Bull che fino agli ultimi test non andava e oggi arriva, invece, davanti a Rosberg, terzo e deluso per una pole che sentiva alla sua portata. Qualifiche corse sul bagnato, che premiano Magnussen quarto e le Toro Rosso. La Ferrari? Quinta con Alonso, dopo una scelta non azzeccata, con gomme intermedie quando tutti giravano sulle full wet. Raikkonen non accede nemmeno alla Q3, a causa di un errore e un contatto a muro negli ultimi istanti delle qualifiche.

    La top ten è completata da Vergne, Hulkenberg, Kvyat, Massa e Bottas.

    a cura di: @fabianopolimeni

    CLASSIFICA TEMPI QUALIFICHE GP AUSTRALIA F1 2014

    1 Hamilton (Mercedes) 1.44.231

    2 Ricciardo (Red Bull) 1.44.548

    3 Rosberg (Mercedes) 1.44.595

    4 Magnussen (McLaren) 1.45.745

    5 Alonso (Ferrari) 1.45.819

    6 Vergne (Toro Rosso) 1.45.864

    7 Hulkenberg (Force India) 1.46.030

    8 Kvyat (Toro Rosso) 1.47.368

    9 Massa (Williams) 1.48.079

    10 Bottas (Williams) 1.48.147 (partirà 5 posizioni indietro per sostituzione del cambio)

    11 Button

    12 Raikkonen

    13 Vettel

    14 Sutil

    15 Kobayashi

    16 Perez

    17 Chilton

    18 Bianchi

    19 Gutierrez (partirà 5 posizioni indietro per sostituzione del cambio)

    20 Ericsson

    21 Grosjean

    22 Maldonado

    Prende bandiera Rosberg, Hamilton e Alonso (quinto) hanno invece un altro giro. L’inglese stampa il record nel T1, è pole position per Lewis Hamilton! E Ricciardo fa il miracolo, secondo a 3 decimi da Hamilton, poi Rosberg, Magnussen, Alonso, Vergne, Hulkenberg, Kvyat, Massa e Bottas.

    7:58 – Alonso non riesce a schiodarsi dalla nona piazza, ma sta facendo il miglior primo intertempo. ROsberg si rilancia e di nuovo è record nel T1, seguito da Hamilton che stampa un T2 monstre. Rosberg però risponde e migliora di 1 decimo. Sul traguardo c’è il T3 fucsia di Hamilton che non basta: perché Rosberg gli dà 1 decimo e mezzo complessivamente: 1.44.595 contro 1.44.762

    Azzardo che non ha pagato per la Ferrari. Alonso monta le full wet per cercare di migliorare (deficit di trazione?). Su intermedie, invece, Hulkenberg, Ricciardo, Kvyat, Bottas e Massa. Rosberg fa il record nel primo settore ma sbaglia nel T2, lungo alla chicane della curva 9

    Alonso è al momento nono, davanti a Massa, entrambi gli unici sulle intermedie. Ricciardo scala fino in terza posizione, a 8 decimi da Hamilton. Bene Masnussen, setitmo dietro le due Toro Rosso e la FOrce India di Hulkenberg (quarto).

    Pitta Ricciardo e monta intermedie

    7:53 - Dietro alle Mercedes, Hulkenberg, Vergne e Kvyat si prendono la scena. Un po’ meno in palla Ricciardo al momento, ma fa il T2 record, rispondendo a un T1 migliore di tutti pe Hamilton, che passa davanti: 1.45.335, due decimi su Rosberg. Ricciardo avverte il muretto che servono le intermedie se continuerà così la pista. Quindi dovranno fermarsi, vedremo in Ferrari se riusciranno a restar fuori

    Rosberg fa 45.550 e va in testa, poi Hamilton 46.250 e Ricciardo 47.717. Al momento le intermedie non pagano. Potrebbero se la pista si asciugasse, risparmiando una sosta per il cambio.

    7:51 – Anche Magnussen e Bottas seguono la scelta del ferrarista. Il primo tempo cronometrato lo fa segnare Hulkenberg

    Apre la Q3, tranne Alonso gli altri montano le full wet

    CLASSIFICA TEMPI Q2 – GP AUSTRALIA F1 2014

    1. ROSBERG Mercedes 1.42.264

    2. RICCIARDO Red Bull 1.42.295

    3. ALONSO Ferrari 1.42.805

    4. HAMILTON Mercedes 1.42.890

    5. MAGNUSSEN McLaren 1.43.247

    6. HULKENBERG Force India 1.43.658

    7. VERGNE Toro Rosso 1.43.849

    8. BOTTAS Williams 1.43.852

    9. MASSA Williams 1.44.242

    10. KVYAT Toro Rosso 1.44.331

    11. BUTTON McLaren

    12. RAIKKONEN Ferrari

    13. VETTEL

    14. SUTIL Sauber

    15. KOBAYASHI Caterham

    16. PEREZ Force India

    7:43 - Raikkonen è stato tradito in trazione, ha perso il posteriore e ha sbattuto contro il muretto a bassa velocità. Sorpresa per le due Toro Rosso, Vergne settimo e Kvyat decimo, così come l’esclusione di Button. Le due Williams e Magnussen, invece, accedono alla Q3.

    Ala e musetto distrutti per il finlandese, ma la macchina è ferma. Va anche fuori dalla top ten, 12mo. Rosberg, Ricciardo, Alonso, Hamilton, Magnussen, Hulkenberg, Vergne, Bottas, Massa, Kvyat vanno nella top ten e Vettel, tredicesimo, guarda da lontano lo spettacolo stampato da Ricciardo.

    Vettel è 15mo, dietro anche a Kobayashi. A muro Raikkonen, prove finite e bandiera gialla!

    7:37 – Tutto ancora da giocare, perché Kvyat risale in teza posizione e Bottas ribassa la pole a 43.852. Ancora tutti con gomme intermedie, e molti con un set nuovo,. Alonso fa il miglior T2, e Rosberg svetta nel primo settore. Lo spagnolo balza in testa: 1.42.805, ma dura poco perché sempre Ricciardo gli rifila 2 decimi. Meno in palla che sull’asciutto le due Mercedes, almeno con Hamilton. Rosberg infatti riesce a scendere su 1.42.264

    Si cerca il bagnato sul rettilineo per raffreddare le gomme, segno che la pista in alcuni tratti è già più asciutta. Box per Vettel, quando mancano 4 minuti. Ricciardo è davanti a tutti, 1.44.0, poi Button a 4 decimi, Hamilton a 6, Hulkenberg a 7 decimi, seguito da Vergne, Rosberg, Alonso (+1″), Magnussen, Bottas e Raikkonen a chiudere la top ten.

    7:34 – Faticano Vettel e Perez, nell’ordine 11mo, 12mo e 13mo. I rspettivi compagni sono nelle prime posizioni. Ricciardo in particolare si ferma a 7 millesimi da Hamilton, seguito da Hulkenberg e Vergne, poi Rosberg, Alonso.

    Risale in seconda posizione Alonso, ma ancora Ricciardo replica e si prende la “pole” provvisoria. Bottas in testacoda alla prima variante. Intanto Rosberg con 35.0 fa record nel T1, Ricciardo si segnala nel T2 e Hamilton, con un terzo settore migliore di tutti gli altri va in testa: 1.44.662, tre decimi su Rosberg, poi Alonso a 4 decimi, Ricciardo, Bottas, Raikkonen, Button, Vergne, Hulkenberg e Massa.

    7:30 – Alonso non va oltre il 48.369 (settimo), Raikkonen 49.121 è al momento decimo. Ricciardo strappa la prima posizione a Rosberg, ma la Williams c’è e Bottas risponde: 1.45.689. Sarà una continua evoluzione al progredire della pista.

    Bottas ha pista libera. Andrea Stella avvisa ALonso di prendere spazio davanti a sé. Massa è il più rapido in pista per ora, marca i parziali record nel T1 e T2. Con il bagnato conterà tantissimo l’erogazione e guidabilità del propulsore. Massa fa 1.47.160, scavalcato da Rosberg 46.708, mentre Hamilton passa quarto con 47.556

    7:26 – «Come passo non saremmo male, la macchina è abbastanza tranquilla. Ho tentato di fare un giro quando ha iniziato a piovere e sono andato fuori pista, poi problemi col motore, siamo usciti in ritardo e ci ha compromesso la qualifica. Domani speriamo di finire. I problemi sono sul motore», commenta Maldonado. Riapre la pitlane, tutti di nuovo in pista con intermedie, tranne Toro Rosso sul full wet. Aspettiamoci tanti giri in successione

    7:20 - Il tema della Q2 sarà quello del passaggio al momento giusto alle gomme da asciutto, se la pista dovesse consentirlo. Indovinare il tempo di crossover potrebbe fare la differenza. Poi c’è il secondo e due rifilato da Ricciardo a Vettel: veritiero? Difficilmente si ripeterà, ed è frutto di un errore di guida del tedesco nel suo giro veloce, anche se è un bel biglietto per mettere pressione sull’iridato.

    Gutierrez torna in pista con le intermedie, ma non fa in tempo a effettuare un giro cronometrato. Finita la Q1

    7:16 - I migliori intertempi dopo il Q1 sono quelli di Hamilton nel T1, Magnussen nel T2 e Ricciardo nel T3. La Ferrari paga dazio soprattutto nei primi due parziali, sia con Alonso che con Raikkonen.

    CLASSIFICA TEMPI Q1 – GP AUSTRALIA F1 2014

    1. RICCIARDO -Red Bull- 1:30.775 3 giri

    2. MAGNUSSEN -McLaren- 1:30.949 4

    3. MASSA -Williams-1:31.228 5

    4. ALONSO -Ferrari- 1:31.388 6

    5. BUTTON -McLaren- 1:31.396 5

    6. BOTTAS -Williams- 1:31.601 5

    7. HAMILTON -Mercedes- 1:31.699 6

    8. VETTEL -Red Bull- 1:31.931 5

    9. RAIKKONEN -Ferrari- 1:32.439 5

    10. ROSBERG -Mercedes- 1:32.564 6

    11. VERGNE -Toro Rosso- 1:33.488 5

    12. SUTIL -Sauber- 1:33.673 5

    13. KVYAT -Toro Rosso- 1:33.777 5

    14. HULKENBERG -Force India- 1:33.893 5

    15. PEREZ -Force India- 1:34.141 5

    16. KOBAYASHI -Caterham- 1:34.274 5

    _________________________________________

    Esclusi

    17. CHILTON -Marussia- 1:34.293 5

    18. BIANCHI -Marussia- 1:34.794 5

    19. GUTIERREZ -Sauber- 1:35.117 5

    20. ERRICSON -Caterham- 1:35.157 5

    21. GROSJEAN -Lotus- 1:36.993 6

    22. MALDONADO -Lotus-

    7:15 – Possiamo dire concluda la Q1, perché c’è tanta pioggia che viene giù e si prospetta una Q2 con gomme intermedie. La sorpresa tra gli esclusi è Gutierrez, mentre il buon Kobayashi riesce a staccare il biglietto per la seconda sessione

    Inizia a piovere, vedremo chi riuscirà a migliorare il proprio tempo. A trarne vantaggio potrebbero essere i piloti che hanno fatto il giro con le medie: Hamilton, Rosberg, Vergne e Kvyat nello specifico. Tutti gli altri hanno usato le morbide.

    La top ten attualmente vede Ricciardo (1.30.775), Magnussen, Massa, Alonso, Button, Bottas, Hamilton, Vettel, Raikkonen, Rosberg (1.32.564)

    7:09 - Maldonado, Grosjean, Ericsson, Gutierrez, Bianchi e Chilton: al momento sono loro gli ultimi sei. Alonso si lancia con le morbide, ma un errore alla prima staccata ne rovina il T1 (30.3), poi miglior tempo personale nel T2 (24.5) e conclude quarto: 1.31.388 a oltre sei decimi da Ricciardo. Lo spagnolo ha incontrato del traffico nel T3, MAldonado nello specifico

    Vettel passa settimo con una toccata a muso con l’anteriore destra in un sovrasterzo di potenza. Ma è Hamilton a stampare il record nel T1 (29.8) con gomme medie: sembra l’unico in grado di potersi qualificare senza usare le morbide. Ancora problemi in Lotus, con un fuoripista di Grosjean

    7:05 - Ricciardo e Magnussen riscrivoono il riferimento, scendendo sotto l’1.31. 30.775 l’australiano e 30.949 il danese, entrambi con gomme morbide, al pari di Massa. Alonso, invece fa 1.34.240, 13mo tempo con le medie. Raikkonen, con la stessa mescola riesce a fare 32.4. Via radio avvisano lo spagnolo di rientrare e montare le morbide

    Massa si segnala subito nel Q1 da record, mentre Hamilton fa il record nel tratto centrale e nel T3: 1.31.699 il tempo dell’inglese, scavalcato da Massa con 1.31.549

    7:01 - Vettel monta le morbide, mentre le due Mercedes, Alonso, Perez, le Toro Rosso e Hulkenberg hanno le medie

    Pitlane aperta, tutti in pista per non rischiare l’arrivo della pioggia.

    6:59 - La prima sessione dovrebbe avere un esito scontato, con Lotus, Caterham e Marussia prevedibilmente escluse. Poi c’è Bottas, stamane bloccato dal cambio e costretto a sostituirlo: partirà con 5 posizioni di penalità in griglia.

    La temperatura è scesa a 33° C per quel che riguarda l’asfalto, avrà un impatto sulle gomme, già critiche da mandare in temperatura quelle medie

    6:56 - A Melbourne si conferma il forte vento del mattino, ma niente pioggia

    Riparte il Fanta F1 di Derapate!

    Eccoci di nuovo a parlare del FantaF1. Il tradizionale gioco on line di Derapate.it riparte con la nuova stagione di Formula 1. Se pensi di poter indovinare chi otterrà la pole e i primi otto classificati di ogni Gran Premio, allora non perdere tempo: iscriversi è semplicissimo, basta cliccare in questo link, mentre il regolamento del gioco, lo trovi qui. Gioca insieme a noi, puoi essere il vincitore dell’edizione 2014 del Fanta F1!