GP Australia F1 2016, Ferrari-Vettel:”OK interrompere ma male per noi”

Formula 1 2016: dopo il GP d'Australia la Ferrari commenta con Vettel, Arrivabene e Raikkonen quello che è successo tra delusione per la mancata vittorie ed il ritiro ma anche con nuove speranze...

da , il

    Il Gran Premio d’Australia 2016 di Formula 1 della Ferrari è a due facce: una strepitosa partenza sia di Sebastian Vettel che di Kimi Raikkonen ed una ripartenza dopo la bandiera rossa che ha portato il tedesco a perdere la testa della gara ed ha costretto il finlandese addirittura al ritiro per problemi tecnici. “Abbiamo fatto una buona prima parte di gara, poi c’è stata la bandiera rossa, ma non dobbiamo prenderla come una scusa – ha dichiarato Maurizio Arrivabene su ferrari.com – Questo ci insegna che i conti si fanno alla fine. Quanto è successo oggi deve servirci come lezione per fare ancora meglio, ad iniziare dal Bahrain, con ancora più umiltà e determinazione.”

    Vettel:”Tanti detriti, bandiera rossa giusta”

    “Certamente è stata una gran bella partenza: ero molto felice di essere scattato meglio delle due macchine davanti a me, mi ha ricordato lo scorso anno in Ungheria. E’ stato bello vedere Kimi fare lo stesso, perché dopo essere passati in prima e seconda posizione, da lì abbiamo dettato il passo”, ha raccontato Sebastian Vettel. Il pilota della Ferrari recrimina solo un po’ per l’interruzione della gara. Vista la situazione, la decisione presa dai commissari ci stava tutta:“La bandiera rossa non ci ha aiutato, ma ad essere onesti la cosa più importante in quel momento era che Fernando ed Esteban stessero bene. Fermare la gara è stata la decisione giusta. Quando sono passato in quel punto ho visto i detriti in pista.” Dopo questo avvio, il tedesco continua a sognare in grande e alza l’asticella:“Naturalmente le aspettative sono più alte, dopo una stagione già buona come quella passata c’è la voglia di colmare il divario. In qualifica eravamo un po’ più lontani, in gara ci siamo avvicinati. Nel complesso è stata una grande gara, ho dato il massimo fino alla fine, e non volevo finire fuori pista, ma poi ho fatto il tosaerba. Così non dovrò farlo la prossima settimana quando sarò a casa! Certo però che oggi avremmo voluto un risultato migliore.”

    Raikkonen: “Ferrari veloce ma deve essere affidabile”

    Pare sia stato un problema al turbo a fermare la Ferrari numero 7 di Kimi Raikkonen. Il finlandese, per ora, si consola solo pensando al buon potenziale messo in pista dalla SF16-H:“Oggi nella prima parte di gara siamo andati molto bene, ma a un certo punto ho perso potenza e sono stato costretto a ritirarmi. Non so esattamente cosa sia successo, non credo che il problema fosse legato al motore, perché era ancora acceso. Deve trattarsi di qualcos’altro - ha spiegato il biondo di Espoo – E’ un vero peccato, per tutta la squadra. Dopo i test invernali ci eravamo fatti l’idea di essere a un buon punto. In qualifica ci sono state condizioni e circostanze particolari, quindi sapevamo che le differenze di tempo non erano reali. La mia macchina si è comportata bene, era veloce e avevo un buon feeling, ma ovviamente dobbiamo finire le gare. C’è ancora del lavoro da fare.”