GP Australia F1 2016, Mercedes: buona la prima. Rosberg: “Strategia bestiale”

GP Australia F1 2016, Mercedes: buona la prima. Rosberg: “Strategia bestiale”

Nico ringrazia il team per la scelta delle gomme medie alla ripartenza. Hamilton salva una gara iniziata male

da in Circuito Melbourne F1, Formula 1 2017, GP Australia F1, Mercedes F1, Nico Rosberg
Ultimo aggiornamento:
    GP Australia F1 2016, Mercedes: buona la prima. Rosberg: “Strategia bestiale”

    Ha vanificato tutto in partenza, due giornate perfette, sempre al vertice, poi, Lewis Hamilton si fa fregare da Vettel e Rosberg, verso curva 1 appaiati. Non solo, Lewis fa l’errore di scegliere il lato sbagliato, l’esterno, e dopo che Vettel infila Rosberg in staccata, ecco Nico davanti alla sua Mercedes, con Raikkonen, Verstappen e Massa a passarlo grazie all’incrocio di linee. Peggio, il Gran Premio d’Australia 2016 per il campione del mondo non poteva iniziare. Via radio chiede una strategia diversa da quella programmata e gli strateghi lo salvano con le gomme medie (giro 17). Lo scorso anno, una sosta e vittoria. Oggi, uno stop, gruppo compattato dalla bandiera rossa, e secondo posto.

    Mercedes esce alla grande da Melbourne, recupera una situazione che si era messa non nel migliore dei modi dopo 19 giri. Rosberg era riuscito a balzare davanti a Raikkonen anticipando Kimi sulla prima sosta (gomme morbide 12mo giro contro supermorbide 17mo), ma anche per Nico sono state provvidenziali le Pirelli bianche: «E’ bello iniziare così, tutto perfetto ma non è stato facile, in partenza soprattutto. Mi hanno fatto una strategia bestiale per battere le Rosse. Sono contento anche per la doppietta del team». Analizza il via, buono rispetto a Hamilton, perché «in partenza ero sulla parte sporca e non è stata così cattiva, pensavo di girare davanti alla prima curva, ho frenato tardi, lui di più (Vettel; ndr), ma è andata bene».

    | LEGGI ANCHE: CRONACA GP AUSTRALIA 2016 | FERRARI, VETTEL DOMINA MA STRATEGIA SBAGLIATA |

    La qualifica aveva esaltato Hamilton, la gara rimette al centro Nico, a proseguire idealmente il filotto di vittorie iniziato in Messico lo scorso anno: «E’ stato un grande week end, grazie al team, è stato surreale oggi ed è grandioso battere la Ferrari. Siamo partiti molto bene e dobbiamo dare tutto per tenere dietro la Ferrari». E’ consapevole della minaccia pericolosa rappresentata dalla SF16-H, così come Hamilton.

    «Ho dovuto recuperare da molto dietro, è stato complicato, ho avuto tanto traffico e ragazzi con gomme più veloci. Sono davvero contento del risultato. Abbiamo portato a casa il massimo risultato possibile, considerando che abbiamo recuperato dal settimo posto.
    Sarebbe potuta andare molto peggio se chi stava davanti avesse deciso di mettere le gomme medie. Hanno scelto una gomma diversa e noi avevamo una strategia migliore. Credo di aver avuto del pattinamento in partenza, orrenda, sono piombato indietro, poi ho provato a restare concentrato, evitare l’incidente con Nico che mi ha spinto fuori alla prima curva»
    .

    Ecco, Nico era in battaglia per fatti suoi ed è finito largo sul cordolo naturalmente, non certo per ostacolarlo. Dall’Australia se ne va con un 10 e lode per la prestazione al sabato, Hamilton, ma la partenza andrà indagata a fondo perché, oggi, è stata gravemente insufficiente.

    534

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Circuito Melbourne F1Formula 1 2017GP Australia F1Mercedes F1Nico Rosberg