GP Australia F1 2017, Hamilton: “Ho faticato con le gomme. Ferrari forte come previsto”

Due Mercedes sul podio a Melbourne. Cruciale la sosta anticipata di Hamilton. Bottas vicino, ma solo nel finale

da , il

    GP Australia F1 2017, Hamilton: “Ho faticato con le gomme. Ferrari forte come previsto”

    Forse ha sbagliato valutazione, di certo Lewis Hamilton nel Gran Premio d’Australia 2017 non è riuscito a imporre il ritmo che voleva, quello che gli risultava naturale fino allo scorso anno. Primi giri e Vettel incollato al cambio. Una dozzina e un vantaggio che non ha mai raggiunto i 2″. Era un ritardo che la Mercedes fino allo scorso anno rifilava al primo giro a chi seguiva. Si parte da qui per analizzare una prima gara del mondiale di Formula 1 2017 che non dice tutto, perché pista particolare, di sicuro il pit-stop di Hamilton è stato troppo anticipato, Toto Wolff ha spiegato la decisione come frutto di un errore di valutazione tra pilota e ingegneri. Di fatto, Bottas è riuscito ad andare molto più lungo e pittare nella finestra corretta, anche se va specificato come il ritmo di Valtteri sia stato più lento di Hamilton, quindi le ha stressate meno.

    «Congratulazioni a Ferrari, noi abbiamo fatto un ottimo week end come team ma in gara abbiamo faticato con le gomme. Non avevamo più aderenza e ci siamo dovuti fermare, poi siamo finiti dietro la Red Bull. A volte va così», le prime parole di Hamilton dal podio.

    Sono gomme Pirelli prive di degrado fondamentale, andrà scoperto se l’errore visto in Australia sia frutto di una “mancanza” di fiducia nel proseguire e restare in pista, oppure, se realmente la monoposto non era del tutto bilanciata per le ultrasoft. Hamilton spiega: «La strategia era di fermarsi al giro 19, mi sono fermato al 18, non ne avevo abbastanza nelle gomme. Non sono sicuro perché le gomme faticassero nel primo stint, poi non sono riuscito a essere veloce quanto la Ferrari nel secondo, anche perché sono rimasto bloccato nel traffico dopo la sosta. Questo ha cambiato probabilmente il risultato. Se mi aspettavo una Ferrari così forte? L’avevo detto nei test».

    GP Australia, trionfo Ferrari: Vettel batte Hamilton

    Toto Wolff ha riconosciuto anche lui la supremazia Rossa a Melbourne, e l’analisi gara passa dai complimenti a Giovinazzi e dalla spiegazione di un finale di gara a posizioni “congelate” tra i due piloti. Resta l’immagine dei pugni sbattuti sul tavolo quando Vettel ha passato Hamilton, Toto racconta: «Sono emozionale, come gli italiani. Ha fatto una bella prima gara Giovinazzi, arrivare sabato e fare così, chapeau. Abbiamo una macchina che non è andata veloce, abbiamo fatto un cambio gomme troppo presto. La Ferrari oggi era più veloce, Sebastian era molto vicino, dietro, faceva i nostri tempi, per questo oggi sono loro ad aver vinto. Perdi tanta aderenza e carico aerodinamico quando segui un’altra macchina ma la Ferrari ha avuto il pacchetto più forte, e sono riusciti a stare incollati». Perché fermare Hamilton così in anticipo? «Dalla comunicazione tra pilota e ingegneri abbiamo creduto che le gomme perdessero prestazione, siamo rientrati 3-4 giri troppo presto, poi rientrati in pista nel traffico dietro Verstappen. Il giudizio su Valtteri è molto positivo, è cresciuto in questo week end, è andato abbastanza veloce nel finale della gara. Avevamo già detto a Lewis 10 giri prima di portare la gara alla fine e non attaccare troppo, lo stesso abbiamo fatto con Valtteri quando si è avvicinato».

    Ha pagato nell’avvio il finlandese, impiegando qualche giro di troppo per avvicinare le prestazioni di Hamilton. Meglio nella seconda parte, un podio è quel che serve per iniziare e proseguire una crescita che dovrà arrivare presto: «E’ la mia prima gara con questo team, voglio ringraziare tutti. Abbiamo lavorato benissimo per essere pronti, non tutto è andato alla perfezione, i nostri avversari sono stati più forti, tutti dobbiamo lavorare, siamo pronti, io sono pronto. Dobbiamo migliorare nelle prossime gare».