GP Australia F1 2017, libere Mercedes. Hamilton: “Feeling fantastico”

I dubbi Mercedes dopo Barcellona fugati da una gran risultato di Lewis. Bottas più in difficoltà, presto per bocciarlo

da , il

    GP Australia F1 2017, libere Mercedes. Hamilton: “Feeling fantastico”

    Il miglior tempo di Lewis Hamilton sia nelle prime che nelle seconde prove libere del GP d’Australia 2017 ha un duplice significato. Da un lato ha confermato, semmai ce ne fosse bisogno, che la Mercedes era ed è la favorita in vista delle qualifiche e della gara, dall’altro ha voluto iniziare a tutta, marcare una differenza importante con Valtteri Bottas, per non lasciar dubbi su chi sia la prima guida quest’anno. Va detto che il finlandese ha sperimentato alcune difficoltà nello sfruttare appieno le gomme ultrasoft, parziale giustificazione di un ritardo importante. E prima che si levino i paragoni, le bocciature, sarebbe il caso di sfogliare il gap rifilato a Rosberg un anno fa dopo le qualifiche: quasi 4 decimi.

    E’ un Toto Wolff soddisfatto quello che analizza le prime due libere dell’anno: «E’ stato uno dei venerdì migliori per il team, dopo alcuni punti interrogativi lasciati nei test, è bello tornare in questo modo. Hamilton è in una categoria a sé al momento, la velocità sul giro singolo è stata davvero buona e ha tenuto le ultrasoft per 17 giri e con tempi stabili. Sono contento».

    Considerazione sul passo gara che si lega al lavoro svolto da Pirelli: «Ottimo. Volevamo una gomma con la quale poter attaccare di più ed è quel che si sta verificando». Il protagonista di giornata, Lewis Hamilton, dà indirettamente anche una spiegazione al gran giro (1 decimo dal record della pista) realizzato al pomeriggio. Spingere per capire che Mercedes W08 EQ Power+ si ritrovava tra le mani: «E’ grandioso tornare in Australia e sono super felice di tornare in macchina, specialmente dopo una giornata come questa, perfetta al 99%. Dopo aver faticato con qualche problema a Barcellona non sapevamo se avremmo riscontrato le stesse cose qui. Quel che è davvero incoraggiante è essere arrivati in pista una settimana dopo e trovare la macchina esattamente dove dovrebbe stare. In pista il feeling è stato fantastico, i ragazzi hanno svolto un lavoro eccellente. Abbiamo dimostrato un buono stato di forma finora sia sui long run che su quelli corti e abbiamo effettuato tutti i giri che volevamo. Non sapevamo esattamente dove ci trovassimo prima di oggi. Sapevamo dalle libere 1 che le Ferrari non erano al massimo, ovviamente nelle libere 2 improvvisamente sono state veloci. Vedremo domani come sarà realmente».

    Di diverso tenore le parole di Valtteri Bottas: «Abbiamo ancora del lavoro da fare sul bilanciamento ma abbiamo completato tutti i run senza problemi. Sento di poter fare un passo avanti domani, oggi sono solo prove libere, sarà domani che scopriremo esattamente dove ci troviamo».