GP Australia F1, Lewis Hamilton celebra la sua partenza perfetta. Primo podio per Rosberg

GP Australia F1, Lewis Hamilton celebra la sua partenza perfetta

da , il

    GP Australia F1, Lewis Hamilton celebra la sua partenza perfetta

    Sul podio del GP d’Australia di F1 2008 ci sono loro: Lewis Hamilton, Nick Heidfeld e per la prima volta in carriera Nico Rosberg. A ben vedere, assieme a Fernando Alonso e Sebastian Bourdais, sono loro gli unici ad andarsene dal circuito di Melbourne con il sorriso.

    Lewis Hamilton:“E’ un modo perfetto per cominciare la stagione. Stavo parlando con Nico che era da otto anni che non eravamo su un podio assieme ed è fantastico essere di nuovo qui con lui. Sarei potuto andare più forte ma non ce n’è stato bisogno. Spero di continuare così. Questo corsa è stata simile al GP del Canada dello scorso anno con molte safety car. Anche stavolta abbiamo fatto un ottimo lavoro e abbiamo raggiunto il miglior risultato”.

    Nick Heidfeld:“Il team ha lavorato duramente per risolvere i problemi che abbiamo avuto all’inizio con la F1.08 e i costanti progressi ci hanno portato in questa posizione. In partenza ho avuto molto pattinamento e non sono riuscito a tenere Nico dietro di me. Pensavo che si sarebbe fermato prima di me e invece siamo arrivati insieme al pit stop. La mia squadra ha fatto un gran lavoro per farmi tornare davanti a lui. Nel secondo pit stop, poi, sono stato fortunato con la safety car e così ho potuto concludere la gara senza problemi. Guidare senza TC è stato meno difficile del previsto”.

    Nico Rosberg:“Sono molto felice di essere al mio primo podio al mio terzo anno di Formula 1. sono grato al team che ha fatto un gran lavoro durante l’inverno ed ha portato grandi progressi sulla macchina. Potevo fare delle qualifiche migliori ma alla fine tutto è andato per il meglio. La vettura sembra solida e credo che la stagione potrà continuare con altri risultati positivi”.

    Ron Dennis:“E’ un grande momento questo che viene dopo mesi difficili. Mi dispiace di aver perso una doppietta per colpa della safety car. Sarebbe bastato un giro per cambiare le cose. Mi consolo con la vittoria di Lewis e con la grande competitività delle nostre macchine”.