GP Austria F1 2014, Alonso: “Spettacolo in Formula 1 a volte non buono”

La vigilia del Gran premio d'Austria ruota intorno all'incidente tra Perez e Massa in Canada, oltre alle parole di Montezemolo e Alonso sullo spettacolo in Formula 1

da , il

    Il giovedì del Gran premio d’Austria 2014, oltre alla consueta conferenza stampa dei piloti, regala una novità di non poco conto. La Force India ha chiesto il riesame dell’incidente tra Perez e Massa in Canada, in seguito al quale i commissari avevano comminato una penalizzazione di cinque posizioni in griglia per la gara di Zeltweg. La richiesta è supportata da nuove prove che non sarebbero state esaminate a Montreal, probabilmente si tratta del cameracar dal quale sembra che Massa vada a cercare la Force India. Piuttosto, a noi sembra una naturale linea di gara. Vedremo cosa diranno gli steward. Nell’attesa, Fernando Alonso, Ricciardo e lo stesso Perez hanno animato il pomeriggio di Zeltweg. Per seguire LIVE in diretta le prove libere del GP d’Austria, CLICCA QUI!

    Si corre in “casa” Red Bull, e c’è un Ricciardo carico più che mai dopo l’affermazione in Canada: «Ora mi rendo conto [della vittoria], ci sono voluti un po’ di giorni. Ci siamo goduti il momento con il team. Siamo entusiasti della gara di casa, speriamo di poter essere nuovamente forti, il week end sarà molto divertente per noi piloti e il pubblico». Un circuito sul quale nessuno gira con una F1 da 11 anni, e chi lo ha fatto (Alonso), ha ammesso di non ricordarsi molto. Certo, i 4 km e poco più di lunghezza ne fanno la gara più breve dell’anno e riuscire ad avere un divario importante in qualifica sarà difficile. «Ho lavorato un po’ al simulatore, l’anno scorso con la Toro Rosso ho girato un po’ per fare delle riprese. E’ un giro corto, le qualifiche saranno molto serrate. Ogni errore sarà molto costoso. , ha confermato l’australiano.

    Gli fa eco Alonso, che scende nel dettaglio: «Il circuito è molto corto, ci sono cinque o sei curve nelle quali fare la differenza e tutte le macchine saranno molto vicine. Devi fare un ottimo giro in qualifica, altrimenti rischi di perdere molte posizioni: ci saranno tanti in 1 o 2 decimi.

    [sondaggio id="447"]

    Force India aggiornata

    Ci saranno diverse novità tecniche, specialmente in Force India, che porterà un nuovo musetto. Inevitabilmente l’attenzione è ancora rivolta allo scontro tra Perez e Massa, soprattutto alla luce della richiesta di riesame avanzata dal team di Mallja. «Felipe ha la sua opinione, io ho la mia… dobbiamo sederci e parlare, ne avremo l’opportunità domani, con la Federazione che riesaminerà l’incidente. Abbiamo abbastanza prove per dimostrare che non abbiamo fatto niente di sbagliato. Un Perez convinto, che punta a far bene anche in Stiria. Il circuito si dovrebbe adattare bene alla monoposto.

    In casa Ferrari, invece, si potrebbe essere alle prese con le note difficoltà in trazione e velocità sul dritto, ma avremo una risposta su quanto, invece, la F14 T sia realmente competitiva sulle curve veloci. Le poche presenti a Zeltweg sono posizionate nel tratto centrale, quel che serve per confermare o smentire un mito: la rossa forte in curva. Abbiamo alcuni componenti qui, ogni gara cercheremo di valutarli. Domani nelle libere cercheremo di capire quali mettere in macchina sabato e quali avranno ancora bisogno di più tempo. Sarà un venerdì di test e speriamo di mantenere quelli buoni, ha anticipato Alonso.

    Poi, focus sulle parole di Montezemolo, che chiede un meeting per discutere della Formula 1 e dei provvedimenti da adottare per assicurare spettacolo. «Il presidente ha ragione, lo spettacolo di quest’anno in certe gare non è buono. Inoltre, quando un team domina, con il vantaggio che ha la Mercedes, gli spettatori vogliono più azione. Se ci saranno idee dai team o tifosi, saranno le benvenute.

    Più test e due fornitori di gomme

    Un vecchio cavallo di battaglia di Montezemolo è rappresentato dai test infrastagionali, ridotti al lumicino per abbattere i costi. «Negli ultimi anni si sono sempre più ridotti. Ci sono degli aspetti positivi e altri negativi: i costi, con i team che possono risparmiare e sopravvivere, sono il lato positivo; d’altro canto, siamo l’unico sport in cui non ci si può allenare. Per un giovane che arriva della altre categorie, le prove libere sono l’unica occasione per girare». Dalla liberalizzazione dei test, inutile spiegare il vantaggio enorme che avrebbero le Rosse, con ben due piste di proprietà sulle quali sviluppare la macchina e riparare agli errori di progettazione.

    Si è parlato anche di gomme, di abolizione del monopolio Pirelli per dare maggior incertezza e spettacolo, una delle idee lanciate lì in conferenza stampa proprio da Fernando; forse ci si dimentica di quando con una gomma si riusciva ad avere un margine di anche 1 secondo sugli avversari: era spettacolo? Meglio quello di quest’anno.

    Fabiano Polimeni