GP Austria F1 2015, Ferrari: Raikkonen vede la “strada giusta”

Iceman non fa drammi per l'errore in Canada e punta tutto sulla crescita della SF15-T. Vettel spera di approfittare di qualche errore delle Mercedes

da , il

    Il Gran Premio d’Austria 2015 di Formula 1 rappresenta una prova d’appello per Kimi Raikkonen che dovrà mettere sul piatto tutto il potenziale della Ferrari SF15-T. Cosa non avvenuta in Canada:“Questo circuito ha un tracciato diverso da quello di Montreal, l’ultimo su cui abbiamo corso, e anche le condizioni sono diverse. Il tempo, come abbiamo visto nell’ultima gara, può giocare un ruolo importante. Non è ideale quando le condizioni cambiano di continuo, perché questo può limitare il lavoro in pista, ma vedremo”. Dal canto suo, il compagno di box Sebastian Vettel è fortemente motivato a raggiungere quantomeno il terzo gradino del podio davanti ad i suoi ex tifosi austriaci. Come ha ammesso il 4 volte iridato, salvo errori della Mercedes, solo uno dei due ferraristi potrà bere lo champagne domenica pomeriggio… Per seguire il LIVE in diretta web della gara della GP Austria F1 2015, BASTA CLICCARE QUI!

    Raikkonen guarda avanti dopo l’errore del Canada

    “Il risultato ottenuto in Canada non è stato un disastro, ma ovviamente vogliamo fare meglio - ha proseguito Kimi Raikkonen sul sito ufficiale della Ferrari - Il motore aggiornato ha funzionato secondo le aspettative, ma a livello di ‘pacchetto’ complessivo, ci manca la velocità necessaria per competere con la Mercedes. Nel complesso siamo migliorati molto rispetto allo scorso anno e anche nel corso di questa stagione, ma anche le altre squadre stanno lavorando. Noi sappiamo dove vogliamo essere, la squadra sta andando nella giusta direzione, ma sappiamo anche di non poter cambiare le cose da un giorno all’altro, quindi continueremo a fare del nostro meglio”.

    Gutierrez spiega il Red Bull Ring

    “Sul tracciato troviamo diverse curve veloci: in generale non è molto duro per l’impianto frenante, ad esclusione della curva 2 perché siamo in salita e bisogna frenare in maniera abbastanza decisa. La parte che mi piace particolarmente è quella tra le curve 4 e 5, perché sono verso sinistra e veloci. Si arriva poi all’ultimo settore, dove c’è di nuovo un tornante da percorrere in accelerazione alla fine di un lungo rettilineo e una parabolica che rende questa pista particolare e diversa rispetto a quanto troviamo nei vari circuiti del mondo”, spiega il terzo pilota Esteban Gutierrez che ha avuto modo di “ripassare” il tracciato in lunghe sessioni al simulatore di Maranello. Il messicano ricorda anche quanta passione ci sia in Austria non solo per la Red Bull ma anche per il Cavallino Rampante:“Nonostante sia il Gran Premio di casa di uno dei nostri avversari, ci sono sempre tante bandiere Ferrari che sventolano sulle tribune e tifosi che esaltano i piloti. L’ambiente è estremamente positivo a aperto verso la Formula Uno e penso che questo sia un bel segnale”.