GP Austria F1 2015, prove libere: Ferrari veloce ma fragile [FOTO]

Parlano Vettel e Raikkonen al termine delle prove libere del Gran Premio d'Austria 2015 e le sensazioni sono positive, ma con miglioramenti ancora possibili in Ferrari.

da , il

    E’ una Ferrari apparsa veloce, ma fragile, quella nel venerdì di prove libere del Gran Premio d’Austria 2015. Veloce nel settore più guidato, tanto da tenersi dietro le Mercedes, anche considerando i singoli parziali migliori di un Hamilton che non ha mai potuto chiudere il giro. Paga, invece, nel primo e nel terzo intertempo Vettel, in quello che è risultato giro più veloce della seconda sessione, 11 millesimi davanti a Rosberg. Ma è fragile, dicevamo, perché in entrambi i turni è stato il cambio a dare problemi. Prima un semiasse, sostituito al mattino, poi l’indicazione dal box di proseguire lentamente e rientrare, giunta non appena aveva iniziato il long run. Per seguire il LIVE in diretta web della gara della GP Austria F1 2015, BASTA CLICCARE QUI!

    Le parole dei piloti

    C’è da lavorare ancora parecchio, augurandosi non si renda necessario sostituire il cambio, opzione al momento esclusa. «E’ stato un venerdì difficile, soprattutto in prospettiva di domenica, perché ho fatto solo un paio di giri. Il passo sembrava ok, Kimi ha fatto molti giri con il suo run e il passo sembrava buono. Purtroppo capitano giornate come questa, oggi ci sono state due cose negative, che si sono verificate contemporaneamente, ci prepareremo per domani per fare delle buone qualifiche». Una qualifica che si giocherà sul filo dei millesimi, perché la pista è tra le più corte del mondiale e i tratti in cui fare realmente la differenza sono limitati

    | LEGGI ANCHE: LIBERE 2, VETTEL DAVANTI |

    Non ha sfruttato il massimo dalle gomme, Kimi Raikkonen. Quando era sul suo secondo giro veloce e con un guadagno di 3 decimi rispetto al tentativo che lo classifica terzo, ha commesso due errori nelle curve conclusive, bruciando le gomme (non potendole quindi usare nella simulazione del long run) e lasciando decimi preziosi per strada. Qualcosa di molto simile a quanto accaduto a Hamilton, quinto e con il tempo ottenuto sulle morbide. «Oggi è oggi, domani è un altro giorno. Abbiamo delle cose da miglioare e fare in modo che tutto funzioni alla perfezione, finora è andato tutto bene», dice a caldo.

    | LEGGI ANCHE: ANALISI PASSO GARA |

    Bene è andato soprattutto il passo gara: «Il long run non è stato male, c’è stato del traffico ma possiamo ancora migliorare. E’ un peccato che abbia avuto un problema con il traffico non appena ho provato le supersoft».