GP Austria F1 2015, risultati gara: dominio Rosberg, Vettel perde il podio [FOTO]

71 giri, il via alle 14:00. Vettel spera in qualcosa in più del podio

da , il

    GP Austria F1 2015, risultati gara: dominio Rosberg, Vettel perde il podio [FOTO]

    E’ stato un dominio totale, quello espresso da Nico Rosberg nel Gran Premio d’Austria 2015. Ha bruciato Hamilton in partenza e da lì non ha mai dato un’opportunità al campione del mondo. Perfetto, rosicchia un po’ di punti in ottica mondiale. Gara noiosa per la vittoria, mai in dubbio. Nemmeno per l’ingresso della safety car, al primo giro, per l’incidente tra Kimi Raikkonen e Fernando Alonso, con la McLaren decollata sulla Ferrari, in una dinamica non troppo chiara, ma apparentemente imputabile a un errore del pilota finlandese.

    Terzo ci sarebbe potuto essere Sebastian Vettel, ha controllato la gara dietro alle Mercedes a lungo, fino al pitstop – unico come per la maggior parte dei piloti – dove un dado spanato ha fatto perdere 10 secondi, quelli che lo hanno ributtato alle spalle di un coriaceo Felipe Massa.

    La cronaca della gara

    Balzato davanti alla Ferrari, Felipe ha saputo controllare la pressione di Vettel, agguantando il primo podio stagionale, il secondo di seguito per il team di Grove. Bravo Felipe, sfortunato Sebastian. Da segnalare nella top ten il gran risultato di Hulkenberg, sesto, quello di Verstappen, ottavo e primo motorizzato Renault e un Maldonado che nel finale regala divertimento, finendo settimo.

    a cura di: @fabianopolimeni

    CLASSIFICA GP AUSTRIA F1 2015

    71/71 - Nico Rosberg vince il Gran Premio d’Austria 2015! Un dominio totale, vittoria meritatissima e voluta. Secondo è Hamilton, terzo c’è Massa, aiutato dal problema Ferrari al pit-stop, che riesce a tenere dietro Vettel, a mezzo secondo e in scia. Gran gara di Hulkenberg, sesto e divertimento assicurato tra Maldonado e Verstappen, nell’ordine settimo e ottavo

    69/71 - Maldonado ha passato Verstappen, è settimo. Un super attacco in curva 1, un mega controllo di Pastor: folle!! Ma che sorpasso! Rosberg doppia ora l’olandese.

    68/71 - Ruotate tra Maldonado e Verstappen, il giovane Toro Rosso non molla e sta davanti in curva 5! Gran resistenza. Vettel continua la pressione, Massa nel settore centrale soffre, ma nel T1 prende margine sulla rossa

    66/71 - E’ un Felipe Massa al limite, che non molla e vuole il podio. Vettel mette il fiato sul collo del brasiliano.

    65/71 – Maldonado non riesce a passare Verstappen per ora, se finisse settimo, sarebbe un super risultato per la Toro Rosso motorizzata Renault. Massa è bravo a girare sui tempi di Vettel, 8 decimi tra i due

    61/71 - Maldonado ha preso Verstappen, 6 decimi tra i due. Ricciardo attacca Nasr in curva 3, ma resiste Felipe anche per il lungo di Ricciardo, che poi sta davanti. Decimo Ricciardo. Tra Massa e Vettel, intanto, 1.1 di distacco.

    58/71 – Maldonado recupera su Verstappen, ha ora 2.8 e può insidiarlo nel finale

    55/71 - Fase di stallo a Zeltweg. Il Gran premio d’Austria 2015 appare delineato nelle sue posizioni principali. Rosberg domina, giustamente, Massa cerca di copiare i tempi di Vettel, a 2 secondi dal brasiliano. E’ l’unica lotta possibile in queste ultime 16 tornate

    51/71 - Torniamo sul leader della gara, fa 12.4 nell’ultimo giro, identico crono di Hamilton, però ha 6.4 di ritardo, senza considerare i 5″ extra che gli verranno addebitati a fine gara. Massa fa 11.7, è a 22.3 dal vertice, Vettel gira in 11.8 e si trova a 2.1 da Felipe. Bottas poi quinto, fa gara a sé, staccato di 19.1 dalla Ferrari e con 4.5 su un ottimo Hulkenberg.

    50/71 – Bella lotta Ricciardo-Maldonado, Pastor attacca e Daniel si difende, poi la Lotus ha “vita facile” sul dritto verso curva 2, sverniciando Ricciardo. Ottavo Maldonado, va ai box Ricciardo, che era l’unico a non essersi fermato, lo fa dopo 50 passaggi!

    47/71 – Altro stop per Kvyat, torna sulle supermorbide. In pista Perez affianca Nasr in curva 2, ma il brasiliano sta davanti. Ci prova di nuovo in curva 3 Checo e passa: decimo!

    45/71 – Perez ha passato Kvyat e ora va a caccia di Nasr, Perez che ricordiamo ha le gomme supermorbide. Davanti, Rosberg va di passo sull’1.11.9, Hamilton gira in 12.3, Massa 11.9 e Vettel 11.4 adesso, riduce il gap a 3.4. Bottas è dietro di 13.5

    42/71 - Tornando sull’incidente tra Raikkonen e Alonso, Fernando ha dato una spiegazione chiara di quanto accaduto, confermato indirettamente anche da Kimi. Ha perso la macchina in uscita dal posteriore, con un pattinamento che ha scomposto la Ferrari e poi si è toccato con Alonso che era dietro, finendo contro le barriere. Un errore di Kimi.

    41/71 - Sono in gran bagarre Maldonado, Nasr e Kvyat, il russo è stato passato da Lotus e Sauber,

    40/71 - Vettel deve recuperare 4 secondi a Massa, girano nello stesso decimo, sull’11.8-11.9. Sono più veloci delle Mercedes per ora, soprattutto Massa sta martellando sull’11.9. Bottas è quinto, poi abbiamo Hulkenberg, Verstappen, Ricciardo, Maldonado e Nasr.

    La cronaca della gara

    38/71 – Ritiro di Grosjean, pitstop di Perez. Hamilton penalizzato con 5″, verranno aggiunti al tempo finale.

    37/71 - Pitstop lunghissimo, problemi alla posteriore destra che non si avvitava, ha perso più di 10 secondi rispetto a una sosta normale. Massa è balzato davanti. Ora sarà un’impresa riprendersi il podio e passare la Williams. Bottas attacca Maldonado e lo passa, è sesto.

    Hamilton sotto indagine per aver tagliato la linea d’uscita dalla pitlane. Ritiro di Sainz

    36/71 – Rosberg si riprende il comando della gara, con ampio margine, grazie a un super 1.11.235. Si ferma Vettel in questo giro, mentre Grosjean esce in curva 3 e Bottas ha passato Hulkenberg e si mette a caccia di Maldonado

    35/71 – Stop di Hamilton

    34/71 - Rosberg è rientrato dietro Massa, Hamilton non fa super-giri, l’ultimo è in 12.5. Si ferma ora Massa

    32/71 - Anche Grosjean attacca Kvyat e il russo scala 12mo. Attenzione a Perez, è quinto e con le gomme soft andrà molto lungo, sta girando sui tempi di Maldonado e Massa, non male. Rientra ai box Rosberg, Hamilton in testa

    30/71 - Verstappen passa Kvyat ed è 10mo. L’attacco in accelerazione da curva 2 e verso curva 3. I primi ancora non hanno fatto la sosta, ritardando molto il pit, rispetto alle indicazioni Pirelli, anche per i 5 giri dietro safety car.

    29/71 - In precedenza, brutto pit di Sainz, ha avuto problemi con l’anteriore sinistra, poi i commissari lo mettono sotto investigazione per eccesso di velocità in corsia box.

    26/71 - Bagarre tra Grosjean e Nasr, passa il francese, che è 12mo. Al box vanno anche Bottas e Verstappen, rientrano in pista dietro Perez e Maldonado. Hulkenberg è riuscito a riprendersi la posizione, è ancora dietro Bottas!

    25/71 - Pit di Hulkenberg e Sainz, Nico rientra dopo essere stato passato da Bottas all’esterno in curva 3, gran manovra del finlandese.

    24/71 - Rosberg vola, sta facendo una gara perfetta, ha 4 secondi su Hamilton, 11.2 su Vettel. Va ai box anche Nasr, torna in pista 10mo.

    23/71 - Grosjean al pit, non riusciva a liberarsi di Perez, su gomme soft, quelle che monta ora Romain. DOvrebbe andare fino alla fine, a meno di problemi

    20/71 – Le Mercedes hanno fatto il vuoto. Vettel ha 7.0 da recuperare a Hamilton e 9.6 a Rosberg. Il ritmo è allineato a quello di Massa, sul 12.9, con alcune puntate veloci sul 12.3 in precedenza. Ancora una volta, gran gara ribadiamo di Hulkenberg. E’ quinto davanti a Bottas. Ericsson si è fermato sul dritto di partenza, ma è riuscito a riprendere.

    17/71 - Massa si porta sui tempi di Vettel, un decimo di differenza nell’ultimo passaggio e 2.9 secondi a dividerli. Rosberg e Hamilton girano sul 12.1-12.2, c’è 1.8 tra i Mercedes. Gara piatta al momento, con l’unica bagarre vera tra Perez e Grosjean, divisi da 4 decimi e Maldonado appena dietro, 5 decimi dal francese.

    15/71 - Bottas riesce a liberarsi di Verstappen, in staccata alla curva Remus. Ora è sesto Valtteri, con Hulkenberg a 2.2 secondi

    13/71 - Si riduce un po’ la forbice dei tempi sul giro tra Mercedes e Vettel. Rosberg fa 12.5, Hamilton 12.4, Vettel 12.7. A Grosjean dicono di passare Perez, ma Romain spiega che non riesce. Bottas ora ha nel mirino Verstappen, sei decimi appena, con la Toro Rosso ad avere freni anteriori surriscaldati, questa l’ultima comunicazione data dal box

    12/71 - Da segnalare l’ottima gara di Felipe Nasr, al momento è ottavo ma deve guardarsi da Sainz alle sue spalle.

    11/71 - Sta imprimendo un ritmo forsennato Rosberg, scende a 12.1, Hamilton prova a rispondere e fa 12.2, Vettel 12.8. Il gap della Ferrari dal vertice è di 5.4 secondi

    10/71 – Vettel gira ora 1 decimo da Hamilton, Rosberg martella con 12.4, rifilando altri 3 decimi e mezzo a Hamilton. Nessun altro riesce a stare sotto l’1.13, il migliore è Massa su 13.2

    8/71 – Guai per Button, va lentamente, gli dicono di ritirare la macchina. Ericsson sotto investigazione per partenza anticipata. Rosberg in testa fa il giro record e rifila 4 decimi a Hamilton, che si trova a 1.9, Vettel è a 2.3 da Lewis, Massa a 1.3 da Sebastian. Hulkenberg a 9 decimi dalla Williams.

    7/71 - Riparte il gran premio d’Austria, la safety car va ai box e torna a essere gara vera. Rosberg tiene la posizione, Hamilton pure, Vettel è terzo, ci sono un po’ di decimi tra i primi tre, tutti allineati anche dietro. Il gruppo va via sgranato. Bella manovra di Sainz in curva 3 su Grosjean, Carlos è nono e Perez ne approfitta per passare la Lotus. Hulkenberg riesce a stare in scia a Massa, mentre Bottas perde terreno da Verstappen.

    5/71 - Ferrari e McLaren sono state recuperate, a breve ripartirà la gara

    3/71 - Si ritira anche la Manor di Stevens. Button va ai box per scontare la penalità residua. Raikkonen era partito benino, recuperando qualche posizione, poi però tra curva 2 e curva 3 è stato preso dietro da Alonso, che gli è volato sopra la macchina, fortunatamente senza problemi per i piloti. Kimi incolpevole

    2/71 - Va ai box Kvyat, cambia il muso. La classifica dice Rosberg, Hamilton, Vettel, Massa, Hulkenberg, Verstappen, Bottas, Nasr, Sainz e Grosjean

    1/71 – Via al Gran Premio d’Austria, Hamilton parte così così e Rosberg lo attacca in curva 1 e passa, Vettel resta terzo, poi Massa, Hamilton è in scia di Rosberg e tenta all’esterno di curva 2, ma va un po’ lungo. Niente da fare. Rosberg davanti, ma Hamilton prova in curva 3 all’esterno. Incidente! Alonso è volato sulla Ferrari di Raikkonen. Assurdo! Si sono agganciati uscendo da curva 2. Safety car!

    14:00 – Inizia il giro di formazione! Raikkonen, Maldonado, Perez e Ricciardo partono con le gomme morbide, supermorbide tutti gli altri.

    13:50 - «E’ un test, due macchine con due configurazioni diverse, cercheremo di capire tante cose e vedere se riusciremo a finire la gara», invece, le parole di Alonso.

    13:49 – «Prima penso a divertirmi, se alla fine saremo nella top ten, sarà andata bene», dice Ricciardo sulle chance di andare a punti oggi. Partirà 18mo e dovrà scontare 10″ di penalizzazione durante la sua sosta.

    13:48 – E’ interessante notare come l’asfalto sia al momento a 28° C, un valore mai raggiunto durante il week end. Cielo sempre grigio, ma non piove

    13:45 - Felipe Massa anticipa quello che sarà il suo Gran Premio d’Austria 2015: «Forse sarà possibile fare una sola sosta. Il mio obiettivo? Vettel e altre 18 macchine. Faremo del nostro meglio».

    13:38 – Nell’attesa che prenda il via la gara, ecco i personaggi che hanno animato il Red Bull Ring nell’avvicinamento allo spegnimento del semaforo

    13:34 – Scorrendo la griglia di partenza, si annunciano alcune sfide interessanti, oltre quella per la vittoria. C’è un Massa velocissimo sul passo, se dovesse restare asciutto, poi Verstappen e Sainz da tenere d’occhio nella situazione inversa, cioè pioggia. Poi, le due Lotus, ieri Grosjean ha avuto problemi in Q3, di tipo idraulico, ma la velocità di punta è alta e può recuperare, così come Maldonado.

    13:30 – Apre la pitlane, i piloti inizieranno a schierarsi, 15 minuti per farlo

    13:15 – «Il ragazzo è pronto, la macchina c’è. Succede di tutto nello sport, ieri non è stata una giornata felice per Kimi, vediamo se lo sarà oggi. Ci vediamo con qualcuno qui per capire come sviluppare lo sport oltre il 2017, non è una sfida semplice, come sviluppare è una bella scommessa, i costi sono arrivati a livello insostenibile», dice Sergio Marchionne sulle chance di vittoria di Vettel, le aspettative su Raikkonen e il futuro della Formula 1.

    13:07 - Iniziamo a guardare alla strategia di gara. Con un gran premio asciutto, la tattica più veloce secondo la Pirelli è su due fermate, al 31mo e al 60mo giro, privilegiando le supersoft nei primi due stint; tuttavia, il traffico in pista è un problema, così la maggior parte dei team dovrebbero andare su una singola fermata, al 25mo giro. Questo sempre che non arrivi la pioggia a scompaginare i piani.

    12:55 – «Non sono sicuro sarà una gara facile, abbiamo visto un long run Ferrari più veloce del nostro sia venerdì che sabato, può essere difficile. Spero in un primo e secondo posto, non dobbiamo essere arroganti ma fare una buona gara», commenta Toto Wolff

    12:50 - A Zeltweg intanto sono protagoniste le monoposto storiche, con Piquet, Lauda, Alesi, Prost, Patrese a portare in pista McLaren, Brabham-Bmw, Sauber, Renault degli anni Ottanta, oltre a una Minardi andata in fiamme però.

    Griglia di partenza

    1. Hamilton

    2. Rosberg

    3. Vettel

    4. Massa

    5. Hulkenberg

    6. Bottas

    7. Verstappen

    8. Nasr

    9. Grosjean

    10. Maldonado

    11. Ericsson

    12. Sainz

    13. Perez

    14. Raikkonen

    15. Kvyat (+10 posizioni di penalizzazione)

    16. Merhi

    17. Stevens

    18. Ricciardo (+10 posizioni di penalizzazione, 4 scontate + 10″ penalità alla prima sosta)

    19. Alonso (+25 posizioni di penalizzazione, 4 scontate + drive through in gara)

    20. Button (+25 posizioni di penalizzazione, 3 scontate + stop&go in gara)

    12:38 - Buona domenica, amici appassionati di Formula 1! Il Gran Premio d’Austria scatterà tra poco meno di 90 minuti e al momento a Zeltweg non piove, pur con un cielo molto nuvoloso.