GP Austria F1 2015, Vettel: ricordiamo da dove arriva la Ferrari…

GP Austria F1 2015, Vettel: ricordiamo da dove arriva la Ferrari…

Altro podio sfumato nel Gran Premio d'Austria 2015 per la Ferrari

da in Circuito Zeltweg, Ferrari F1, Formula 1 2017, GP Austria F1, Sebastian Vettel
Ultimo aggiornamento:
    GP Austria F1 2015, Vettel: ricordiamo da dove arriva la Ferrari…

    Un errore del pilota in Canada, un problema tecnico nel pit-stop a Zeltweg. La Ferrari perde il podio nel Gran Premio d’Austria 2015, quello che era alla portata di Sebastian Vettel. Ha fatto gara a sé, mai in grado di impensierire i Mercedes, ma agevolmente davanti a un Massa che nelle migliori occasioni nel primo stint eguagliava i tempi di Sebastian. Avesse avuto una sosta ai box regolare, l’avremmo avuto sul terzo gradino, invece così non è stato. Poi c’è l’incidente indecifrabile di Raikkonen, che dice: «Ho avuto un pattinamento e sono finito fuori, sono andato a sinistra, non so se c’è stato un contatto con Alonso. La gara è finita, penserò alla prossima».

    Le immagini non chiariscono perfettamente cosa sia capitato in uscita di curva 2. Alonso sembrava attaccato alla Ferrari e perdere la monoposto su un tratto semplice di pista appare davvero un errore troppo grande per aspettarselo da Raikkonen. Eppure, Alonso aggiunge: «Io ero 5-6 metri dietro Kimi, lui è partito con le morbide e ha avuto pattinamento in uscita da curva 2, tutti lo stavano sorpassando a destra e sinistra, poi ha perso la macchina e siamo finiti contro il muro. Fortunatamente non è successo niente, specialmente a lui».

    | LEGGI ANCHE: DOMINIO ROSBERG, SFUMA IL PODIO PER VETTEL |

    Il bilancio Ferrari dopo Zeltweg non può dirsi certo positivo, come definirlo? Maurizio Arrivabene pensa ad altro: «Come lo definiamo… S’è spanato un dado e abbiamo buttato via un podio.

    La pressione non deve creare confusione, dobbiamo andare avanti e guardare alla prossima gara con ancor più decisione». Analizza anche il ritiro di Raikkonen: «Abbiamo visto le immagini di Kimi e non si capisce bene, abbiamo visto la macchina di Fernando sopra quella di Kimi, ora sentiamo lui».
    Quanto al problema durante il pit-stop, resta vicino alla squadra e aggiunge: «Ai ragazzi dico di andare avanti e non fermarsi, che due gare siano andate così non vuol dire che ci si deve abbattere, ma andare avanti e fare ancora di più».

    Sulla stessa lunghezza d’onda è anche Vettel, da gran uomo squadra qual è. «E’ umano, può accadere, ho visto che la posteriore destra ha avuto un problema, a volte va così. In generale i nostri ragazzi sono i più veloci, sono certo che la postazione della posteriore destra non sia contenta. Anche io posso spingere e perdere la macchina, un errore, e anche se il pit è il più veloce, non aiuta… sono le gare. Avrei voluto un trofeo, andare a podio anche oggi, torneremo l’anno prossimo». Prova a guardare il bicchiere pieno, anche dopo un risultato deludente: «Ci sono molti aspetti positivi da salvare, siamo riusciti a spingere, abbiamo fatto un altro passo avanti e il passo gara era ottimo; il giro è corto ma nel complesso credo fossimo più vicini e il feeling per la prossima gara è buono». Su Massa e la Williams, dice: «E’ stata una sorpresa vedere quanto fossero veloci già nel primo stint, hanno il nuovo motore e da allora sembra possano correre con più potenza. Noi spingiamo al massimo e andiamo nella giusta direzione, in pista e a Maranello, dateci un po’ di tempo, ricordate da dove veniamo: se siamo in quarta posizione siamo delusi, ma abbiamo un buon bottino di punti e pensiamo alla prossima gara».

    652

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Circuito ZeltwegFerrari F1Formula 1 2017GP Austria F1Sebastian Vettel
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI