GP Austria F1 2015: Vettel spera in un week end normale, Hulkenberg si gode il momento

Seb si complimenta con Hulk, che aspetta la Force India Evo

da , il

    GP Austria F1 2015: Vettel spera in un week end normale, Hulkenberg si gode il momento

    A sprazzi, in Canada, ha dimostrato che la Ferrari aveva del potenziale da esprimere. Ora Sebastian Vettel cerca conferme nel Gran premio d’Austria 2015. C’è una lotta difficile con i motorizzati Mercedes, una Williams da tenere d’occhio e il gap da ridurre sui battistrada. Riuscirà la Rossa ad avvicinarsi? «Noi cerchiamo sempre di lottare per la vittoria, se tutto andrà normalmente dovremmo essere in grado di essere davanti. Per sfidare le Mercedes dobbiamo avere un week end perfetto, sperando che fatichino un po’, in circostanze normali restano i favoriti e sarà difficile», dice in conferenza stampa con ampie manciate di realismo. Per seguire il LIVE in diretta web della gara della GP Austria F1 2015, BASTA CLICCARE QUI!

    «C’è sempre la possibilità di colmare il gap, ma bisogna essere realisti. Ce la stiamo mettendo tutta, abbiamo fatto dei progressi, ma non è semplice. Anche loro stanno facendo dei progressi per cercare di conservare il gap. Cercheremo di imprimere una svolta al più presto», aggiunge, per poi riguardare alla gara di Montreal e all’azione “insolita” di cui è stato protagonista, dovendo recuperare dal fondo della griglia: «Normalmente quando parti da dietro, superi macchine più lente e in Canada sono stato più impegnato, poi sono riuscito a tirare fuori il passo della macchina quando ho avuto pista libera».

    Seduto accanto al ferrarista c’era Nico Hulkenberg, celebrato un po’ da tutti per l’affermazione ottenuta a Le Mans, sulla quale Sebastian dice: «Ogni pilota è in pista per spingere a ogni giro e tutto è più divertente quando puoi farlo, ho un rispetto enorme per quanto ha fatto Nico».

    Il nome del tedesco della Force India è tornato prepotentemente in auge e c’è chi lo accosta proprio alla Ferrari, nel caso in cui Raikkonen non dovesse fornire quelle prestazioni che il team si attende. Fantamercato? Nemmeno troppo, ma la convinzione è che sia tutto nelle mani di Kimi, padrone del proprio destino, da scrivere a suon di risultati.

    | LEGGI ANCHE: ALONSO E LA PENALIZZAZIONE IN ARRIVO |

    Intanto, Hulkenberg si gode il momento e fa incetta di complimenti: «Arrivare lì e vincere al primo tentativo, insieme al mio team e ai miei compagni, è stato incredibile. Sono molto contento e orgoglioso», commenta. Il ritorno alla realtà, però, potrebbe essere brusco, con una Force India accredita ancora per un arrivo a punti su un tracciato “amico”, aspettando la versione Evo della monoposto, al debutto nei test di martedì e mercoledì. «Recentemente abbiamo computo dei progresi, andando a punti negli ultimi 4 dei 5 gran premi, inoltre arriveranno nuovi pezzi e aggiornamenti importanti, sono fiducioso di poter fare una buona seconda parte di stagione che compenserà la prima, non andata secondo i piani. I pezzi nuovi saranno sul fondo, l’ala anteriore, le fiancate. Sarà una macchina molto diversa, o almeno così me l’aspetto».

    Si è discusso a lungo anche della diversità di spettacolo tra Le Mans e la Formula 1, così come del comportamento e durata delle gomme: «Sono gomme diverse ma anche macchine totalmente diverse, il paragone è difficile. Qui abbiamo più degrado delle gomme, che rende le cose più emozionanti, a Le Mans devono durare molto di più, una gara da 24 ore, è un campo da gioco tutto diverso ed è difficile isolare le gomme facendo un confronto limitato», spiega Nico.