GP Bahrain F1 2012, è ufficiale: si farà

GP Bahrain F1 2012, è ufficiale: si farà

Formula 1: la FIA conferma che il Gran Premio del Bahrain farà la sua normale presenza nel calendario 2012 sebbene ci siano dubbi sulla sicurezza per via delle proteste civili nel Paese arabo

da in Bernie Ecclestone, Circuito Sakhir F1, Fia, Formula 1 2017, GP Bahrein F1
Ultimo aggiornamento:

    fia gp bahrain f1 2012


    Il Gran Premio del GP Bahrain di Formula 1 2012 si farà. L’atteso incontro tra la FIA, Bernie Ecclestone ed i rappresentanti dei team di F1 ha portato ad un comunicato ufficiale firmato proprio dalla Federazione Internazionale dell’Automobile (l’unico soggetto in grado di decretare un eventuale annullamento) nel quale si legge che la situazione nel Paese arabo consente un regolare svolgimento dell’evento sportivo. Le attuali rivolte popolari hanno preso di mira l’imminente evento legato alla massima competizione motoristica mondiale come pretesto per aumentare la visibilità della protesta. Da qui lo scetticismo di team e piloti nell’andare a Sakhir. La gara, lo ricordiamo, è in programma la prossima settimana.

    FIA: OK al GP del Bahrain di F1 2012

    Per la bollente situazione all’interno del Paese, nel bel mezzo della cosiddetta “primavera araba” del 2011, il Gran Premio del Bahrain saltò. A differenza di Paesi con Libia, Egitto, Tunisia, etc. In Bahrain non è sostanzialmente cambiato ancora nulla. I regnanti del Paese sono ancora al loro posto e le proteste della gente proseguono alternando momenti di maggiore calma a situazioni di forte tensione come quella di alcune settimane fa quando un manifestante ha perso la vita. Per la FIA, però, tutto è sotto controllo per quel che concerne l’organizzazione del Gran Premio di Formula 1. “La FIA si assicura che ogni evento parte di un campionato FIA sia organizzato in ossequio allo Statuto della FIA e alle regole Sportive e Tecniche e che la sicurezza del pubblico, del personale, dei piloti e dei team sia assicurata durante tutto il corso di ogni evento – si legge nella nota diramata da Jean Todt - La FIA deve prendere decisioni razionali sulla base delle informazioni che ci vengono fornite dalle autorità del Bahrain e dal detentore dei diritti commerciali. Lontano dalle luci dei riflettori la FIA ha ricevuto notizie costanti dalla maggior parte degli ufficiali senior in Bahrain e da altri esperti indipendenti.

    Sulla base delle attuali informazioni in possesso della FIA in questa fase, le misure di sicurezza in atto per lo svolgimento del GP Bahrain sono soddisfacenti. La FIA conferma che il GP Bahrain 2012 si terrà come previsto”.

    I diritti commerciali hanno vinto

    Jean Todt ha fatto sapere di aver visitato il Paese e di essere stato in contatto con molti soggetti quali i rappresentanti Sciiti del parlamento, il presidente della Bahrain Independent Commission of Inquiry, ambasciatori dei paesi dell’Unione Europea, il principe, il ministro dell’interno e molti membri dell’imprenditoria locale. Tutti hanno dato ampie rassicurazioni. Ancor più delle loro convinzioni, però, è evidente che l’interesse commerciale ha prevalso. Nel comunicato firmato dalla FIA ciò emerge in modo lampante forse ancor più delle rassicurazioni sulla sicurezza delle persone impegnate nell’evento. A questo punto non resta che attendere per vedere con i nostri occhi. Tra sette giorni sarà già tempo di prove libere in quel di Sakhir.

    565

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Bernie EcclestoneCircuito Sakhir F1FiaFormula 1 2017GP Bahrein F1
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI