GP Bahrain F1 2013, Vettel: “Avevo un ritmo fenomenale”, Raikkonen: “2° è meglio di 3°” [FOTO]

da , il

    GP Bahrain F1 2013, Vettel: "Avevo un ritmo fenomenale",

    Sebastian Vettel vince in grande controllo il Gran Premio del Bahrain 2013 di Formula 1. Nel finale si prende persino il lusso di spingere un attimo e segnare un giro veloce di oltre 2” migliore di quanto stessero facendo gli altri! Con questo successo, il pilota della Red Bull mette 10 punti tra sé e Kimi Raikkonen in classifica mondiale e stacca di addirittura 30 punti Fernando Alonso. “E’ stata una gara senza intoppi dall’inizio alla fine – ha dichiarato in conferenza stampa – Sapevo che dovevo portarmi subito davanti per poi gestire le gomme al meglio. Avevamo un passo fenomenale”.

    Vettel: tutto nei primi giri

    “La macchina era molto veloce ed è anche migliorata nel corso della gara. Ho potuto spingere quanto volevo riuscendo anche a gestire le gomme”, ha proseguito Sebastian Vettel al termine del GP del Bahrain 2013. La gara del tedesco si è decisa nelle prime curve quando ha avuto la meglio su Alonso dopo una miglior partenza del ferrarista ed è poi riuscito a sbarazzarsi in fretta di Rosberg. “Non è stato tutto facile - ha aggiunto – nelle prime curve c’è stata una bella lotta. Alonso è stato molto corretto e Rosberg era molto veloce in rettilineo, quindi ho dovuto avere un po’ di fantasia per passarlo. Ce l’ho fatta in accelerazione alla curva 6″.

    Raikkonen: “Se non posso essere 1° va bene 2°”

    “Avrei voluto essere primo ma arrivare secondo è sempre meglio che essere terzo”, questa è la filosofia di Kimi Raikkonen. Con questa logica il finlandese archivia il terzo podio su quattro gare e tiene Vettel a tiro in classifica mondiale. “Ieri le qualifiche non sono andate in modo ideale, ma già da venerdì stavamo lavorando con sull’idea di fare solo due soste. Ci sembrava la strategia più giusta. Non sono andato molto forte nei primissimi giri della gara, perdendo anche un paio di posizioni. Poi, una volta trovato il ritmo, ho iniziato a recuperare ed a risalire fino al secondo posto”, ha spiegato il pilota della Lotus.

    Grosjean: “Bello tornare sul podio”

    Sul terzo gradino del podio, ricalcando esattamente l’ordine di arrivo del 2012, troviamo Romain Grosjean. Il francese la smette con le delusioni. Oggi è concreto ed efficace:“Fino ad ora non ero riuscito a trovare i risultati che avrei voluto. Abbiamo provato a fare qualcosa di diverso, partendo con le gomme dure per avere un primo stint un pelo più lungo. La gara è stata più dura di quanto mi aspettassi. Ma è stato anche bello duellare per poi tornare sul podio”.

    Fai il nostro quiz sul GP del Bahrain!

    Sei sicuro di sapere tutto sul Gran Premio del ricco paese sul Golfo Persico? Allora mettiti alla prova! CLICCA QUI PER COMINCIARE IL QUIZ!