GP Bahrain F1 2014, anteprima: a Sakhir il fascino del deserto di notte [FOTO e VIDEO]

Celebra i 10 anni dall'esordio in Formula 1 il circuito di Sepang

da , il

    GP Bahrain F1 2014, Pirell

    Sakhir è la pista sulla quale le nuove monoposto di Formula 1 hanno speso più tempo, la Barcellona dell’Era turbo per intenderci. Ma il Gran premio del Bahrain 2014 avrà una novità mai sperimentata prima, almeno nel deserto: si correrà parzialmente in notturna, qualifiche all’imbrunire al pari della gara, per celebrare il decennale dell’evento. Dieci anni dal dominio assoluto di Sua Maestà Schumacher. Sakhir come Abu Dhabi, con analoghe problematiche da affrontare, in particolare l’abbassamento della temperatura durante la gara e il comportamento delle gomme differente da quanto verificato nelle libere. I test invernali hanno detto come non debbano esserci timori sull’usura delle Pirelli, che porterà le mescole medie e morbide per la tre giorni nell’Emirato: compound uguali all’Australia ma sottoposti a uno stress superiore. Seguite QUI in diretta il secondo turno di prove libere.

    [sondaggio id="423"]

    Ci sono i carichi verticali impegnativi in frenata, senza considerare la sabbia che crea un velo tra gomma e asfalto, incrementando lo scivolamento della monoposto e innalzando pericolosamente le temperature del battistrada. Avranno sfide importanti da gestire i team, tuttavia, non mancano strumenti e riferimenti direttamente dai test.

    Pensare di scoprire monoposto diverse da quelle viste in Malesia è utopia, le novità inizieranno a far capolino tra Cina e Spagna. Cosa attendersi, quindi, dal gran premio di Bahrain 2014? I rapporti di forza probabilmente saranno un po’ diversi rispetto a Sepang, perché se è vero che ritroveremo la Mercedes come pericolosa costante, tra le “delusioni” malesi potrebbe tornare in auge qualche nome apparso in ombra: McLaren e Williams su tutti.

    Il giro di pista

    E’ circuito esigente su trazione, velocità di punta e freni quello di Sakhir. In fondo al dritto ci si attacca al pedale sinistro per una decelerazione di 4,5G che scarica tantissima energia sulle gomme anteriori. Pronto inserimento nella lenta destra da 65 orari, poi giù tutto in accelerazione, con la sinistra destra da fare in pieno: qui vedremo parecchie derapate, a causa di coppia elevata, basso carico aerodinamico generale e asfalto sporco. Allungo che porta alla curva 4, un’altra staccata decisa per lanciarsi nel misto del tracciato. Si inserisce la macchina in una destra con diverse linee possibili, per poi riaccelerare e affrontare le veloci esse che terminano nella staccata che precede il terzo breve rettilineo, quello che porta a un’altra frenata. Siamo in pieno, settima marcia, macchina in appoggio e fase critica, perché c’è il punto di corda da non mancare: si rischia di penalizzare tutto il secondo lungo rettilineo, sul quale sarà possibile attaccare anche con l’ausilio del Drs (meno incisivo quest’anno).

    Test invernali in Bahrain

    In fondo, via poche marce, una rapida sinistra esalta inserimento e carico aerodinamico, seguita dal curvone in salita che termina con un’altra staccata e macchina in appoggio: solite criticità, prima di lanciarsi sul terzo dritto di Sakhir.

    Ennesima frenata, semicurva a destra da affrontare portando tanta velocità dentro e si è sul rettilineo dei box.

    Il susseguirsi di frenate e accelerazioni richiede un ottimo bilanciamento della monoposto, un brake-by-wire sul quale far affidamento e il giusto carico aerodinamico. Optare per una macchina troppo scarica renderà la macchina instabile in staccata e con eccessivi pattinamenti in accelerazione, viceversa, troppa ala penalizza le velocità di punta.

    Chilometri orari che peseranno parecchio nell’economia del giro ed è facile prevedere i motorizzati Mercedes in gran spolvero, anche chi a Sepang guardava un po’ da lontano Red Bull e Ferrari.

    Continua il Fanta F1 di Derapate!

    Neanche una settimana di pausa e già è ora di fare il vostro pronostico per il Fanta F1 2014. Su chi scommettete per la Pole Position? E per i primi 8 classificati? Avete tempo fino a mezzanotte di venerdì per decidere su chi sarà il Poleman, ma la scelta vi consigliamo di farla, naturalmente, dopo le prime due sessioni di prove libere. Per farlo è semplicissimo, basta cliccare in questo link, mentre il regolamento del gioco, lo trovi qui. Gioca insieme a noi, puoi essere il vincitore dell’edizione 2014 del Fanta F1!