GP Bahrain F1 2014, Ferrari: Alonso in deficit di potenza, Raikkonen convince

Ferrari ancora in ombra nelle qualifiche del Gran premio del Bahrain 2014

da , il

    F1 Gran Premio del Bahrain, il venerdi prima della gara

    Guardi le qualifiche del Gran premio del Bahrain

    2014 in casa Ferrari e le sensazioni sono contrastanti. Per un Alonso che chiude decimo (con problemi di potenza alla power unit, dirà dopo la Q3), si ritrova un gran Raikkonen, perché ha saputo andare oltre le difficoltà di assetto e una frenata mai apparsa veramente a punto, perché ha fatto un buon giro e la sesta posizione è in linea con le potenzialità di questa F14 T. Poi guardi la classifica finale e scopri che non ci sono solo i motori Mercedes davanti, ma c’è un Renault, che è power unit decisamente meno accreditata di quella Ferrari. E’ Ricciardo a essere un fenomeno con mezzo secondo nel piede, o si doveva e poteva fare di più?

    «Speravamo di fare meglio, ma è una pista complessa per noi. Non è la posizione che volevamo», dice a caldo Domenicali. Evidente il riferimento alla 10ma piazza di Alonso, perché Raikkonen in fondo vale quanto lo spagnolo valeva in Australia e Malesia.

    In gara sarà complesso poter giocare sul ritmo e la strategia, semplicemente perché questa F14 T non ne ha in più rispetto a Force India e Williams, per identificare due rivali dirette. «Per la strategia è difficile dirlo, sarà necessaria una buona partenza e capire come si svilupperà la gara, oltre al degrado delle gomme» si limita a dire.

    Il realismo è dote che certo non difetta al box rosso e Alonso ammette che «sì, in qualifica quando tutti esprimono il potenziale, sapevamo che i motori mercedes potevano avere un vantaggio, mi aspettavo almeno sesto o settimo». Confrontando il giro della Q2 e quello della Q3, si scopre che qualcosa non è andata nel verso giusto, con mezzo secondo di differenza a parità di gomme. «Abbiamo fatto quel che potevamo, in qualifica la potenza della macchina è andata via via diminuendo, su tutti i rettilinei perdevo dei decimi, dobbiamo guardare se succede qualcosa col motore. Già dai test avevamo visto che erano molto veloci sui rettilinei [i team Mercedes], noi dobbiamo approfittarne quando arriveranno circuiti migliori e miglioreremo la macchina. Dobbiamo avere un po’ di pazienza per il momento».

    Può festeggiare, nei limiti che un sesto posto consente, Kimi Raikkonen. E’ piaciuto il modo con cui ha messo alle spalle i problemi e chiuso un giro competitivo. «Oggi sì, è andata meglio. Ieri e stamattina ho avuto difficoltà, ma ho avuto fiducia in me stesso, la macchina è andata al meglio pur essendoci ancora tanto da fare ma senz’altro ci sono miglioramenti anche da parte mia», dice il finlandese dopo le qualifiche.

    «Sappiamo come progredire, la base è buona così come i programmi: le risorse ci sono, ci vorrà probabilmente un po’ di tempo ma sono fiducioso».

    Intanto, domani, ambire a un terzo posto è come sognare. Ottenerlo, come una vittoria.

    Continua il Fanta F1 di Derapate!

    Neanche una settimana di pausa e già è ora di fare il vostro pronostico per il Fanta F1 2014. Su chi scommettete per la Pole Position? E per i primi 8 classificati? Avete tempo fino a mezzanotte di venerdì per decidere su chi sarà il Poleman, ma la scelta vi consigliamo di farla, naturalmente, dopo le prime due sessioni di prove libere. Per farlo è semplicissimo, basta cliccare in questo link, mentre il regolamento del gioco, lo trovi qui. Gioca insieme a noi, puoi essere il vincitore dell’edizione 2014 del Fanta F1!