GP Bahrain F1 2015: pista favorevole alla Ferrari? Pirelli conferma gomme soft e medium

Formula 1 2015: in vista del GP del Bahrain salgono le quotazioni della Ferrari che potrebbe ben adattarsi alle caratteristiche della pista. Decisive saranno le gomme. Pirelli porta le stesse mescole viste in Cina

da , il

    In vista del Gran Premio del Bahrain di Formula 1 2015, alcuni addetti ai lavori, compresi quelli del box Ferrari, stanno mandando messaggi subliminali. Vogliono lasciar intendere che la Rossa ha diverse chance di mettere in difficoltà la Mercedes sfruttando una pista con l’asfalto più abrasivo dell’intero calendario ed un layout che chiede molto in termini di trazione e, conseguentemente, mette sotto stress gli pneumatici posteriori. Sarà vero? La Pirelli, non troppo impressionata, ha confermato le mescole già viste in azione a Shanghai, vale a dire soft e medium. Il gommista italiano è incoraggiato anche dal fatto che la gara si disputerà in notturna. Per seguire il live della GARA del GP Bahrain F1 2015, BASTA CLICCARE QUI!

    Pirelli: “In Bahrain le stesse gomme della CIna”

    “Per il Bahrain abbiamo deciso di portare la stessa combinazione di mescole vista in Cina, anche se sul circuito di Sakhir le temperature giocheranno un ruolo più determinante. Tuttavia, con la gara che si svolge di sera, le condizioni non saranno così aggressive come è stato in Malesia o come è accaduto due anni fa su questo tracciato, quando la gara iniziò di giorno”, ha confermato Paul Hembery. Il capo direttore del settore Motorsport di Pirelli è uno dei pochi a non sbilanciarsi in pronostici:“È difficile dire cosa aspettarsi quest’anno, al di fuori del fatto che le probabilità di pioggia sono molto scarse! – ha scherzato – Il Gran Premio del Bahrain si caratterizza proprio per il cambiamento di performance degli pneumatici nel corso di tutto il fine settimana. Lo scorso anno la gara ebbe un finale emozionante per l’ingresso della safety car a 10 giri dal termine, che innescò una grande battaglia tra i due piloti Mercedes. ”. Stavolta Hembery non prova nemmeno ad ipotizzare quale sarà il numero di pit stop ideale anche perché, a causa dell’ingresso della safety car a dieci giri dal termine, non è possibile fare paragoni con il 2014. Tuttavia, il vincitore dovrebbe dividere la gara in 3 stint.

    Ferrari, Arrivabene:”Vettel e Raikkonen liberi di lottare”

    Se davvero la Ferrari sarà competitiva ai massimi livelli, il Gran Premio del Bahrain, quarta gara della stagione, potrebbe essere il teatro del primo duello in famiglia tra Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. Maurizio Arrivabene ha un’opinione precisa in testa di come deve essere la faccenda:“Mi sono fatto un’idea su come deve andare - ha dichiarato ad Autosprint – non voglio sentir parlare di ordini di scuderia! Quando sono arrivato a Maranello, ho analizzato le vecchie disposizioni e ho apportato alcuni cambiamenti in accordo con i piloti ed i loro ingegneri di pista. Quindi, tutti sono informati. L’unica regola è quella della matematica”. Secondo Sky Sport, il capo della Gestione Sportiva Ferrari avrebbe anche aggiunto, con il suo inconfondibile stile:“E se qualcuno sgarra, sono calci nel sedere…”

    @piermianuel