GP Bahrain F1 2016, Mercedes: “Non facile migliorare la partenza”

GP Bahrain F1 2016, Mercedes: “Non facile migliorare la partenza”
da in Formula 1 2017, GP Bahrein F1, Mercedes F1, News F1
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04/11/2016 07:01

    GP Bahrain F1 2016, Mercedes: "Non facile migliorare la partenza"

    La partenza del Gran Premio del Bahrain 2016 di Formula 1 sarà un momento molto interessante. Ci servirà per capire se il pessimo scatto al via delle Mercedes in Australia è da inserirsi nella categoria delle eccezioni o meno. Dato per scontato che le frecce d’argento monopolizzeranno la prima fila in qualifica, qualora le Rosse riuscissero nuovamente a balzare davanti alla prima curva, ciò significherebbe che tutto il vantaggio di cui Hamilton e Rosberg possono beneficiare nel giro secco è da considerarsi completamente inutile in ottica gara. Al tempo stesso, la Ferrari si troverebbe con un’incredibile arma a proprio vantaggio per mettere in difficoltà i rivali tedeschi anche in ottica campionato. Per seguire insieme a noi LIVE in diretta la gara del GP Bahrain F1 2016, BASTA CLICCARE QUI!

    Il primo dato di fatto importante da registrare è che la Mercedes non è ancora corsa ai ripari. Lewis Hamilton e Nico Rosberg si schiereranno al via del GP del Bahrain con lo stesso volante e gli stessi sistemi usati in Australia. Proprio la forma del volante della Ferrari di Vettel e Raikkonen, più ergonomico ed asimmetrico, sembra una delle armi che ha consentito alle Rosse di bruciare in partenza le frecce d’argento. Interrogato sul tema, Rosberg ha circoscritto l’allarme:“In Australia non ho fatto una brutta partenza ma sono stato disturbato da Vettel che ha avuto il vantaggio di essere sul lato pulito della pista”.

    Tra minimizzare e negare il problema c’è differenza. Nico Rosberg, quindi, si mostra onesto nell’ammettere che qualche apprensione c’è pensando alla partenza del GP del Bahrain 2016 di F1:“Rispetto ad un anno fa, abbiamo solo una leva e ora stiamo lavorando a qualche soluzione ma non è facile”. Il pilota tedesco, comunque, si definisce contento di avere una Ferrari più insidiosa ma anche una Mercedes velocissime e affidabile:“Aver vinto la prima gara non conta nulla per ora. Molto meglio è sapere di poter contare su una gran macchina dato che la concorrenza della Ferrari è davvero forte quest’anno e ci sarà da lottare molto con loro”.

    Lewis Hamilton non fa parte della GPDA ma sta avendo un ruolo altrettanto attivo nel commentare i pasticci commessi dal governo della Formula 1. “Nell’ultimo GP non sono riuscito a superare la Toro Rosso perché era come avere 100 dollari da spendere in 40 giri e, se ne avessi spesi 90 per superare quella macchina, poi non ne avrei avuti abbastanza per arrivare in fondo. Alla gente non interessa questo, ma vuole vedere i piloti che tirano fuori gli attributi per fare un sorpasso fantastico”, ha spiegato. “Non faccio parte della GPDA per questioni personali ma se c’è da muoversi per il bene del nostro sport, allora ci sono. Ho detto ai miei colleghi che possono contare anche su di me”, ha precisato. Pensando al GP del Bahrain, infine, Hamilton ha ripescato l’emozionante edizione 2014:“Ci fu un bellissimo duello, uno dei migliori della mia carriera. Vorrei che tutte le gare fossero così e chi si occupa di regolamenti deve lavorare per arrivare a questo obiettivo”.

    702

    PIÙ POPOLARI