GP Baku F1 2017, interviste piloti: Hamilton, “Non si comporta così un 4 volte campione del mondo”

Hamilton censura Vettel per la ruotata durante il GP Baku F1 2017. Poi rincara, invitandolo ad un confronto tra uomini. Bottas sul contatto con Raikkonen: incidente di gara

da , il

    GP Baku F1 2017, interviste piloti: Hamilton, “Non si comporta così un 4 volte campione del mondo”

    Il match di lotta dalla pista si è ovviamente trasferito ai media. Ricordiamo lo scontro tra Lewis Hamilton e Sebastian Vettel nel GP Baku F1 2017 (rivivete qui il nostro live della gara). Giro 19, la safety car sta rientrare, Hamilton rallenta moltissimo per prepararsi il lancio e Vettel che gli stava vicinissimo lo tampona. Non solo, il ferrarista diventa rabbioso, si affianca al pilota Mercedes e lo prende letteralmente a ruotate. Successivamente i commissari lo penalizzeranno con uno stop-and-go. Nelle interviste ai piloti dopo la gara, Vettel ritiene ingiusta la penalizzazione (leggete qui le dichiarazioni di Vettel) e pericoloso il comportamento di Hamilton, considerato dal tedesco un “brake testing” (prova di freni, la manovra che si fa anche in strada per allontanare uno che sta troppo vicino, sempre un pericolo).

    Ma Lewis gli risponde per le rime. “E’ talmente evidente quello che è successo che non c’è neanche bisogno di parlarne. Non ho fatto nessun brake testing. Su quella curva si sono spente le luci della safety car e io dovevo controllare il passo, quindi ho rallentato, come le volte precedente. Forse lui non stava guardando. Vettel non si è comportato in modo corretto. Non è la condotta che ci si aspetta da un quattro volte campione del mondo“.

    Sulla gara, che lo ha visto solo quinto a causa di una sosta forzata per sostituire la protezione della testa che stava per saltare via, Hamilton ha aggiunto: “Non avrei potuto fare di più“. E alla fine ci ha guadagnato Ricciardo (qui le dichiarazioni del vincitore del GP).

    Ma non finisce qui. Hamilton ha sfidato Vettel a qualcosa che ricorda più le risse stradali che le corse: “Se Sebastian vuole dimostrarmi che è un uomo, possiamo vederci fuori dalla macchina, faccia a faccia“.

    Per quanto riguarda Bottas, anche la sua gara è stata notevole. Dopo il contatto con Raikkonen in partenza, che lo ha costretto a tornare lentamente ai box e finire doppiato, è riuscito a risalire fino alla seconda posizione, ad un soffio dal vincitore. “Una gara così dimostra che non si deve mollare mai, perché tutto può sempre accadere. Il mio team ha fatto un eccellente lavoro in poco tempo, riuscendo a riparare la macchina. Questo è un grande risultato.” E l’incidente con Kimi? “Non c’era spazio, potevo solo andare sul cordolo. La macchina ha avuto uno sbalzo. E’ stato un incidente di gara, sfortunato per le conseguenze“.