GP Baku F1 2017, interviste piloti: Vettel furioso, “Perché hanno penalizzato solo me?”

Il pilota Ferrari ritiene ingiusta la penalità dopo il contatto con Hamilton al GP Baku F1 2017. Arrivabene: F1 o Colosseo? Raikkonen: Bottas mi ha colpito

da , il

    GP Baku F1 2017, interviste piloti: Vettel furioso, “Perché hanno penalizzato solo me?”

    Era scontato che ci sarebbero state polemiche. Ricordiamo cosa è accaduto al GP Baku F1 2017 (rivivete qui il nostro live della gara). Si stava concludendo il giro 19 sotto safety car, la ripartenza era fissata subito dopo il traguardo. La Mercedes di Lewis Hamilton ha rallentato molto per prepararsi lo spazio, forse troppo; la Ferrari di Sebastian Vettel che lo seguiva molto da vicino lo ha tamponato. Furioso, il tedesco ha affiancato l’inglese e protestando gli ha dato una ruotata. Più avanti nella corsa i commissari gli hanno dato una penalità di 10 secondi con stop-and-go per guida pericolosa.

    Il ferrarista non ci sta. Nelle interviste dei piloti nel dopo gara, Vettel ha commentato: “Non so perché io ho avuto una penalità e lui no. Diteglielo voi, semplicemente così non si fa. Noi corriamo da adulti, da uomini. Questo è pericoloso per chi sta dietro. Lui ha danneggiato la mia ala, io ho danneggiato il suo fondo. Peccato, perché il risultato poteva essere migliore. Penso che la macchina oggi fosse molto buona, il passo gara era molto forte“. La risposta di Hamilton non si è fatta attendere. Leggetela qui.

    Anche il responsabile del team Ferrari, Maurizio Arrivabene, è molto contrariato. “Siamo in Formula 1 o al Colosseo? Se siamo al Colosseo basta dirlo, si fa una direttiva tecnica e noi ci allineiamo. Sulla penalizzazione a Vettel, criticare troppo può sembrare una scusa da parte nostra. Ma la situazione è che, nel dubbio, non si dà mai ragione alla Ferrari. Ma preferiamo guardare avanti e fare le cose per bene. Oggi i ragazzi si sono gettati sulla macchina di Kimi e l’hanno riparata in men che non si dica, così ieri per il motore di Vettel. Questa è la Ferrari, una squadra che non molla mai. Ammesso che si parli di sport“. Mentre Daniel Ricciardo ha incassato un’inaspettata vittoria (qui le dichiarazioni del pilota australiano).

    Kimi Raikkonen recrimina sul contatto con Bottas che gli ha rovinato la gara: “Oggi sono accadute molte cose su cui non potevamo farci nulla e sfortunatamente abbiamo pagato un prezzo salato. Dopo la partenza sono stato colpito da Bottas; non so cosa stesse facendo, aveva frenato molto presto ma forse se n’è accorto e ha lasciato i freni,è entrato troppo veloce e mi ha colpito. A causa di quel contatto il posteriore della mia macchina ha colpito il muro e ho avuto molti danni. Siamo riusciti a continuare, ma poi la collisione tra le due Force India ha fatto volare detriti che mi hanno distrutto la gomma posteriore sinistra. Come conseguenza si sono danneggiati il fondo e l’ala posteriore, così era stato deciso il ritiro. Ma poi la bandiera rossa ha cambiato le cose e i meccanici hanno fatto un lavoro fantastico. Però la macchina non era ancora in buone condizioni, quindi è arrivato lo stop definitivo“.