GP Belgio F1 2011: vince Vettel, Ferrari solo 4a con Alonso, incidente per Hamilton

Formula 1 2011: cronaca e risultati del Gran Premio del Belgio sul circuito di Spa-Francorchamps

da , il

    sebastian vettel gp belgio f1 2011

    Sebastian Vettel vince il Gran Premio del Belgio di Formula 1 2011. Il pilota Red Bull parte dalla pole position ma non ha vita facile. Deve combattere con un pesante degrado degli pneumatici sulla sua vettura e su una serie di avversari che si avvicendano al comando. Tra questi citiamo Nico Rosberg e Fernando Alonso che, però, spariscono dal vertice nel finale. Bei protagonisti sono anche Mark Webber e Jenson Button che sfruttano una buona strategia per risalire posizioni nell’ultima parte di gara. Va male ad Hamilton, protagonista di un incidente (vedi video sotto) durante un sorpasso su Kobayashi.

    PARTENZA. Vettel parte in pole position ma deve cedere il primato a Nico Rosberg che dalla quinta piazzola ha uno scatto strepitoso. Webber, terzo, incespica e scivola indietro. Al terzo posto sale Massa che supera Hamilton. Alonso è quinto. Lo spagnolo scampa d’un soffio all’incidente della prima curva innescato da Bruno Senna.

    GIRO 02. Alonso supera Hamilton.

    GIRO 03. Vettel supera Rosberg e torna al comando.

    GIRO 04. Webber anticipa le mosse ed effettua il primo pit stop della gara per montare gomme fresche di tipo più duro.

    GIRO 06. Alonso supera Massa che viene scavalcato anche da Hamilton. Pit stop per Vettel.

    GIRO 07. Alonso e Hamilton superano Rosberg e salgono rispettivamente al primo e secondo posto.

    GIRO 09. Pit stop per Alonso.

    GIRO 10. Pit stop per Massa.

    GIRO 11. Pit stop per Hamilton.

    GIRO 13. Hamilton è in grande forma ma mentre effettua un sorpasso su Kobayashi viene toccato dal giapponese e va fuori pista. E’ ritiro. I commissari fanno entrare la safety car per togliere i detriti. Vettel e Button ne approfittano per cambiare gomme. Il pilota Red Bull accusa da inizio gara un esagerato degrado sull’anteriore sinistra.

    GIRO 17. Grazie alla safety car la gara riparte da zero con Alonso seguito da Vettel, Webber, Massa, Rosberg, Sutil, Perez, Petrov, Schumacher e Button.

    GIRO 18. Rosberg supera Massa. Vettel supera Alonso.

    GIRO 25. Button risale posizioni in modo inesorabile. Giro dopo giro si mette dietro Sutil, Schumacher, Massa e Rosberg fino ad arrivare al quarto posto.

    GIRO 29. Secondo pit stop per Alonso che monta gomme medie.

    GIRO 30. Terzo pit stop per Rosberg, Massa e Vettel. Anche il tedesco della Red Bull deve montare gomme medie.

    GIRO 31. Secondo pit stop per Webber che lascia le gomme medie per quelle morbide.

    GIRO 32. Terzo pit stop per Button che, quanto a scelta di mescola, imita il collega australiano. Causa foratura, Massa deve effettuare una sosta aggiuntiva. La nuova classifica vede Vettel davanti ad Alonso di 6”, Webber in rimonta sullo spagnolo, Button distante altri 6”. Seguono più lontani Rosberg, Schumacher, Sutil, Petrov, Maldonado, Di Resta e Massa.

    GIRO 36. Webber supera Alonso sfruttando la miglior resa delle gomme morbide e si mette in testa l’idea di andare a prendere Vettel, il leader del GP.

    GIRO 41. Button supera Alonso e sale sul podio. Schumacher supera Rosberg dopo che al compagno di squadra viene detto dal box di risparmiare carburante.

    GIRO 44. E’ Sebastian Vettel il primo a passare sotto alla bandiera a scacchi. Il pilota Red Bull porta a casa un successo meritato davanti al compagno Mark Webber ed a Jenson Button. La Ferrari deve accontentarsi del quarto posto con Alonso. A punti vanno anche Schumacher, Rosberg, Sutil, Massa, Petrov e Maldonado.

    Gran Premio del Belgio di F1 2011: ordine di arrivo

    1. Vettel Red Bull-Renault 1h26.44.893

    2. Webber Red Bull-Renault + 3.741

    3. Button McLaren-Mercedes + 9.669

    4. Alonso Ferrari + 13.022

    5. Schumacher Mercedes + 47.464

    6. Rosberg Mercedes + 48.674

    7. Sutil Force India-Mercedes + 59.713

    8. Massa Ferrari + 1m06.076

    9. Petrov Renault + 1m11.917

    10. Maldonado Williams-Cosworth + 1m17.615

    11. Di Resta Force India-Mercedes + 1m23.994

    12. Kobayashi Sauber-Ferrari + 1m31.976

    13. Senna Renault + 1m32.985

    14. Trulli Lotus-Renault + 1 lap

    15. Kovalainen Lotus-Renault + 1 lap

    16. Barrichello Williams-Cosworth + 1 lap

    17. D’Ambrosio Virgin-Cosworth + 1 lap

    18. Glock Virgin-Cosworth + 1 lap

    19. Liuzzi HRT-Cosworth + 1 lap